Visualizzazioni totali

Cerca nel blog

Translate

Allah shariah è stata la colpa

my HOLY JHWH ] sorry [ io ho fallito? MI HANNO FATTO FALLIRE! ] ora, il Genere umano si prepara a subire la più spaventosa mattanza della storia del Genere umano!


CINA INDIA RUSSIA ] volete una forte emozione? [ io ho 40 gmail, e 60 canali youtube ] con ogni canale diverso che io accedo in https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion? io ho una diversa visione dei miei commenti e dei commenti di tutti gli utenti di youtube! WECOME IN KINGDOM of A.I. Satana Entità demoniaca: micro-chip: OGM aliens abductions! mi dispiace che: i maomettani shariah, sono troppi pieni di demoni del genocidio: per capire queste cose!

CINA INDIA RUSSIA ] le vostre armi? INUTILI! nel NWO 666 Gufo? loro hanno paura soltanto di me! NESSUNO DI VOI RIUSCIRÀ A SOPRAVVIVERE AL DI FUORI DEL MIO REGNO DI ISRAELE!

CINA INDIA RUSSIA ] È VERO CHE IO POTREI PROTEGGERVI ANCHE STANDO SEDUTO IN CASA MIA! ma, io non lo farò, perché è impossibile per gli uomini di questo pianeta: sfuggire al satanismo universale: SpA FMI NWO senza il mio Terzo Tempio Ebraico!
======================
CINA INDIA RUSSIA ] Donal TRUMP può farsi uccidere: se lui è troppo bravo, ma, lui non riuscirà mai a prendere il controllo del NWO!

CINA INDIA RUSSIA ] io posso dilaniare il NWO, come si può dilaniare la pezza del cesso!

#CINA #INDIA #RUSSIA #shariah ] tutti quelli del NWO sono predestinati a scendere all'INFERNO: ECCO PERCHÉ LORO NON POSSONO SFUGGIRE ALLA MIA VIOLENZA! ORA, sono più colpevoli loro: che vogliono uscire dall'INFERNO (per entrare nel mio Regno di ISRAELE), o, siete più colpevoli voi che, li costringete a scendere all'INFERNO? infatti, voi non volete entrare nel mio Regno di ISRAELE! quindi io incomincerò ad amare loro e inizierò ad odiare voi! [ quindi, voi meritate di morire prima di loro!

#CINA #INDIA #RUSSIA #shariah ] io ho chiamati tutti: i Governi, al matrimonio della mia fratellanza universale, adesso i Farisei massoni e cannibali Enlightened satanisti, loro le bestie di Satana: sono venuti ( ed hanno chiesto di entrare nel mio REGNO), ma, voi non siete venuti! ... quindi, chi è più colpevole davanti ai miei occhi? voi o loro?
=================
Benjamin Netanyahu. il primo tra i Primi ministri di Israele [ se, inglesi e tedeschi non mi danno: la %, su tutte le armi che io sto facendo vendere loro: ai maomettani shariah? passeranno i guai!
 ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰ drink your POISON, made by yourself, amen ♰ CSPB CSSMLNDSMD VRSN SMVS MQLIVB ♰. amen. burn Allah in Jesus's name: amen alleluia!

check out the newest TLDM headlines
View this email in your browser
Dear, Here are some of the top news articles from TLDM for the past week:

    Alarming Superbugs a Risk to People, Animals and Food, EU Warns
    Disney Shows Gay Kiss in a Children’s Cartoon for First Time
    Liberal “Christian” Pastor Rob Bell Suggests Ignoring the Bible to Help the Church 'Stay Relevant'
    Four Months of Prison for Vatican Bank Executives Accused of Money Laundering
    New Jesuit Chief Claims Jesus’ Own Words Against Divorce are ‘Relative,’ Subject to ‘Interpretation’
    Catholic Parishes Across the US are Openly Celebrate Homosexuality and the Bishops are Silent
    Saul Alinsky’s Most Famous Disciple
    Guatemalan Government Seizes Boat Providing Illegal Abortions Offshore

These Messages from Our Lady are especially timely,

    Directive from Heaven - #139 - Preparations: Spiritual
    Directive from Heaven - #140 - Preparations: Material
    Directive from Heaven - #294 - The Prophets of Old, Part 1
    "I come to you with dire forebodings. Earth is now plunging fast into a major crisis. The safety of the world is threatened." - Bayside Prophecy, March 18, 1978

To read more news from around the world and articles about the Catholic faith, visit the These Last Days Ministries homepage. Also, take a couple minutes to check out what items we have to offer on our shopping cart.
God Bless,

These Last Days Ministries Staff

P.S. If you found this email informative, please forward this email to your friends and family.
Featured Products from TLDM Shopping Cart
Blessed Brown Scapular - 100% Wool
Free Speech or Propaganda?: How the Media Distorts the Truth
Donate To Help Continue Our Lady's Mission
Copyright © 2017 These Last Days Ministries, All rights reserved.
You are receiving this email if you ordered from us in the past or if you opted in at our website.

Our mailing address is:
These Last Days Ministries
PO Box 40
Lowell, MI 49331

    ==================
Believe Jesus Christ is your savior for your sins. Jesus Christ is God Almighty in the Flesh. This is the Gospel, believe Jesus Christ sprinkled his shed precious blood and died for you and all of your sins on the cross, he was buried and he rose again from the dead three days later from God's Power and you will be saved and you are now a born again Christian and you will go to Heaven forever. It matters not how much you have sinned in the past, present and in the future. Good works do not save you, only Jesus blood saves you forever. John Ch. 3,16, Romans Ch. 3,25 and 5,9. The Authorized King James Version Bible.

Credono che Gesù Cristo è il tuo salvatore per i tuoi peccati. Gesù Cristo è Dio Onnipotente nella carne. Questo è il Vangelo, credono Gesù Cristo sparse il suo sangue prezioso sparso ed è morto per voi e per tutti i tuoi peccati sulla croce, fu sepolto ed è risuscitato dai morti dopo tre giorni dalla potenza di Dio e si verrà salvato e si sono ora è un cristiano rinato e si andrà in paradiso per sempre. Non importa quanto hai peccato nel passato, presente e nel futuro. Le buone opere non ti salvano, solo Gesù il sangue ti salva sempre. John Ch. 3,16, Romani Ch. 3,25 e 5,9. La versione di Re Giacomo della Bibbia autorizzata.
===============

"I will be glad and rejoice in Your love, for You saw my affliction and knew the anguish of my soul."
(Psalm 31:7) I KNOW WHO HOLDS THE FUTURE
Yesterday we read of the faith of Bahar from Central Asia. Pregnant with her sixth child, she lost her husband, Bahtiyar, to cancer. But the Muslims would not allow her to bury him in the town. She continues her story:
“We were all desperately trying to find a solution. In neighbouring Kisul, a plot of land had been given to the Christians to be used as cemetery, so the believers started to dig a grave. Before they had finished, a crowd of people arrived on horseback and in a truck. Three mullahs, many young men, even women and people from the village administration, were shouting and threatening the believers. The atmosphere was grim and the believers had to leave the area to escape a beating.
“We were not able to bury my husband that day. The next day the believers secretly took his body and took it to a completely different place, much farther away from our village and buried him there at a Christian cemetery.
“Bahtiyar’s mother, with her addiction to alcohol, was targeted as the channel to put pressure on the family. She is seventy and not a believer in Christ. The Mullah convinced her that the family was a shame and blemish on the village and that she had to kick her daughter-in-law out of her house. She was very angry and told them to leave. She no longer even wanted to see her own grandchildren.”
During the months that the family were trying to find a solution for their situation, they got a visit from a pastor who lives in the capital city. He had heard about their situation and inquired how they were going to live.
“How? I don’t know! But one thing I know that God will not abandon us! He promised that in His Word and He is true to His Word. I think the pastor was touched by our situation; he started to help us and several other believers as well. They offered us a house in a nearby town. We were thrilled and we moved. Now we have our own place, with a small garden to grow vegetables. There will always be plenty of needs for the kids, but I have seen that God is faithful. “When my little son was born I was so happy! Even though my husband is no longer with us, we make an effort to stay close as a family. The youngest ones do not realise yet that their dad has died; they think he has gone on a trip. We have not been able to visit the grave as we don’t have a car to go the cemetery.
“I don’t know what the future holds for us, but God is taking care of us. Thank you for praying for us. Pray also for the other families of believers who are still in the village and face hostility every day. Please pray for my mother in law; I would like to see the relationship restored, so that she can enjoy her grandchildren!”
RESPONSE: Though I also do not know what the future holds, I will trust in Him who holds the future!

PRAYER: Continue to pray for Bahar and her family, especially reconciliation with her mother-in- law.

=======
Señora Cifuentes: respétenos, #LaLibertadEsDeTodos
http://www.tomasmoro.info/2017/03/04/senora-cifuentes-respetenos-lalibertadesdetodos/
Estimado amigo:
En los últimos días el pueblo español vive conmocionado ante el peligro que se cierne sobre las libertades ciudadanas.
Con ocasión de un autobús que ha circulado por Madrid proclamando las verdades de Pero Grullo se ha desatado todo el poder coercitivo del estado, interviniendo la policía, la fiscalía, y el poder judicial para neutralizar la visibilidad de la mayoría de la población española.
Lo políticamente correcto se está tratando de imponer a lo mayoritariamente sentido por la sociedad; el proclamar los propios sentimientos y creencias supone hoy en España un peligro si dichos sentimientos y creencias no están conformes con la verdad oficial.
Por eso te pedimos que firmes nuestra petición y le pidas a la Sra. Cifuentes que nos respete: http://www.tomasmoro.info/2017/03/04/senora-cifuentes-respetenos-lalibertadesdetodos/
Cicerón definió la recta razón como "una ley verdadera, conforme a la naturaleza, extendida a todos" (De republica, 3, 22, 33) pero hoy para nuestros políticos la recta razón es simplemente su propio capricho convertido en una imposición ideológica intolerable.
Por eso desde el Centro Jurídico Tomás Moro queremos proclamar la libertad de defender la verdad, la justicia y la dignidad de todas las personas independientemente de sus creencias, ideología, sexo, raza o situación socioeconómica.
Sabemos que nuestros políticos no están comprometidos con la libertad, pero creemos firmemente que cederán ante el impulso de una sociedad libre que está dispuesta a defender la dignidad de toda persona desde el mismo momento de su concepción hasta su muerte natural. Por ello te pedimos que firmes nuestra petición y le recuerdes a la señora Cifuentes que se ha olvidado que las instituciones son de todos y tiene la obligación de representar a todos los ciudadanos, de abstenerse de priorizar cualquier ideología y de respetar la libertad como patrimonio más seguro para construir una sociedad verdaderamente respetuosa con la dignidad humana.
#LaLibertadEsDeTodos y en su defensa la sociedad civil no cederá, ni claudicará.
          Señora Cifuentes: respétenos, #LaLibertadEsDeTodos
FIRMA LA PETICIÓN
Después de firmar la petición puedes descubrir la verdad de las leyes totalitarias de género viendo nuestro vídeo sobre el peligro al que están sometidos nuestros menores con estas leyes pulsando sobre la siguiente imagen, o siguiendo este enlace: https://youtu.be/FAN-v5x8Hos
https://www.youtube.com/watch?v=FAN-v5x8Hos
FIRMA LA PETICIÓN
VER EL VÍDEO
Puedes ayudarnos de las siguientes formas:
- Firmando la petición en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/2017/02/02/por-terapia-familiar-obligatoria-antes-divorcio/
- Viendo el vídeo en el siguiente enlace https://www.youtube.com/watch?v=FAN-v5x8Hos
- Reenviando este correo a tres personas de tu confianza.
- Compartiendo en redes sociales.
- Haciendo una donación pulsando en el siguiente enlace:  http://www.tomasmoro.info/nosotros/donar/

La signora Cifuentes: ci rispetta, #LaLibertadEsDeTodos
http://www.tomasmoro.info/2017/03/04/senora-cifuentes-respetenos-lalibertadesdetodos/
Caro amico:
Nei giorni scorsi il popolo spagnolo vivono scossi dal pericolo che minaccia le libertà civili.
In occasione di un autobus che ha fatto circolare attorno Madrid proclamare le verità di Pero Grullo che ha rotto tutto il potere coercitivo dello Stato, parlando la polizia, pubblico ministero e la magistratura per neutralizzare la visibilità della maggior parte della popolazione spagnola.
La cosa giusta politicamente sta cercando di imporre su di esso per lo più sentita da parte della società; proclamando i propri sentimenti e le credenze in Spagna rappresenta oggi un pericolo se questi sentimenti e convinzioni non sono conformi con la verità ufficiale.
Quindi, vi chiediamo di firmare la nostra petizione e chiedere la signora Cifuentes che ci rispetta. Http://www.tomasmoro.info/2017/03/04/senora-cifuentes-respetenos-lalibertadesdetodos/
Cicerone definiva la retta ragione come "una vera e propria legge, secondo natura, esteso a tutti" (Repubblica, 3, 22, 33), ma oggi i nostri politici retta ragione è semplicemente il proprio capriccio diventare una imposizione ideologica intollerabile.
Così dalla Thomas More Law Center vogliamo proclamare la libertà per difendere la verità, la giustizia e la dignità di tutte le persone, indipendentemente dalla loro fede, ideologia, sesso, razza o status socio-economico.
Sappiamo che i nostri politici non sono impegnati alla libertà, ma crediamo fermamente che produrrà l'impulso di una società libera che è disposto a difendere la dignità di ogni persona dal momento del concepimento fino alla morte naturale. Pertanto vi chiediamo di firmare la nostra petizione e ricordiamo la signora Cifuentes che ha dimenticato che le istituzioni di tutti e ha l'obbligo di rappresentare tutti i cittadini a
====================
Desde hace meses las diferentes Comunidades Autónomas están desarrollando leyes, reglamentos y normativas, en las que supuestamente se pretenden defender los derechos LGTBI, encubriendo el verdadero motivo de dichas normas: LA DESTRUCCIÓN DE LA FAMILIA y EL ADOCTRINAMIENTO DE LOS MENORES.
https://youtu.be/FAN-v5x8Hos

to pakijew4 ]NWO 666: FED BCE: regime Bilderberg, SpA FMI BM shariah e tutti i suoi complici: CINA INDIA RUSSIA: complici di signoraggio bancario: sono un culto massonico demoniaco: i cui venerabili: ricchi usurai culto: venerano e di fatto servono: Allah Satana Lucifero: il Gufo a JaBullON... sono un solo anticristo: in realtà: perché nessuno di loro si preoccupa dei martiri cristiani! ovviamente, tutto occultato: com'è natura massonica per addomesticare: colui che è il fallito spirituale: come un adepto manipolabile: predestinato: a scendere all'INFERNO. allora, anche io: Unius REI il Regno di ISRAELE, anche io non mi curerò più di loro!

SALMAN SAUDI ARABIA ] tu non puoi dire: "per colpa di Unius REI, io non posso fare il Califfato mondiale": 1. : io non posso trasformare in shariah Allah Akbar: tutte le Nazioni del mondo: come: in Siria e Iraq è stato fatto: anche! 2.: quindi per colpa di Unius REI: saranno i satanisti e sodomiti a vincere! [ ANSWER ] Ma quelli posso rimare decenni sotto terra e possono distruggere ogni forma di vita: su tutto il pianeta! TU PUOI VINCERE SOLTANTO STANDO INSIEME CON ME!

Pubblicato il 04 mar 2017  Glauco Benigni: I Grandi Mercanti del Web ora vogliono setacciare gli utenti
https://youtu.be/fdXdEICURbA
La libertà e il controllo nel web, le norme che dovrebbero regolarlo, i grandi soggetti che lo hanno costruito e lo animano... e così via, sono a ogni effetto QUESTIONI e SOGGETTI GLOBALI, quindi è meglio alzare il punto di vista dell'osservatore, il più in alto possibile, per cercare di avere una visione d'insieme di un fenomeno molto esteso, molto dinamico e complesso.

======================
 04.03.2017

Turchia, Erdogan: Yücel è una spia tedesca
Per il presidente turco Recep Tayyip Erdogan il giornalista tedesco di origine turca Deniz Yücel è un agente segreto di Berlino, aggiungendo che da un mese si nascondeva nel consolato tedesco. Lo riverisce il canale televisivo NTV.
Siria
 04.03.2017

Siria, Mosca sostiene partecipazione dell’opposizione e dei curdi ai negoziati di Ginevra
La Russia è a favore della partecipazione ai prossimi negoziati sulla Siria di Ginevra del gruppo di opposizione di Astana, degli altri rappresentanti dell'opposizione moderata e dei curdi. Lo ha dichiarato oggi ai giornalisti il ​​rappresentante permanente della Russia presso la sede di Ginevra delle Nazioni Unite Alexej Borodavkin.
La bandiera dei Paesi Bassi
 04.03.2017

Sondaggio, gli olandesi vogliono i Paesi Bassi fuori dall’Unione Europea
Più della metà degli olandesi è a favore dell’uscita dei Paesi Bassi dall'Unione Europea. Lo dimostra un sondaggio realizzato da Bruges Group.
giornali nel chiosco
 04.03.2017

Spiegel dedica la copertina di marzo a ‘Vladimir Trump’
La copertina del numero di marzo della rivista tedesca ‘Der Spiegel’ mostra una caricatura ‘trumpizzata’ di Vladimir Putin.
Donald Trump
 04.03.2017

Media: l’accordo tra Washington e Mosca sulla lotta al terrorismo potrebbe slittare
Fonti dell’amministrazione Trump e alcuni diplomatici che hanno voluto mantenere l’anonimato hanno riferito all'Associated Press che il presidente degli Stati Uniti potrebbe rinviare temporaneamente il lavoro sugli accordi con la Russia per la lotta all’ISIS.
Un uomo armato in Libia
 04.03.2017

Libia, gli islamisti lanciano l’offensiva contro il porto petrolifero di Ras Lanuf
Gli islamisti stamani hanno attaccato il porto petrolifero libico di Ras Lanuf, sotto il controllo delle truppe guidate dal maresciallo Khalifa Belqasim Haftar. Lo ha riferito all’agenzia AFP il portavoce dell'esercito Ahmed al-Mismari.
Missili contraerei S-300
 04.03.2017

Iran, testati con successo i sistemi missilistici russi S300
Le forze armate iraniane nel corse delle esercitazioni di difesa aerea hanno testato con successo il sistema missilistico S300 di fabbricazione russa. Lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim.
Sofia, Bulgaria
 04.03.2017

Bulgaria, i socialisti se vinceranno le elezioni bloccheranno le sanzioni contro la Russia
Il leader del Partito socialista bulgaro (BSP) Kornelia Ninov ha dichiarato che se vincerà alle prossime elezioni parlamentari bloccherà il rinnovamento delle sanzioni europee contro la Russia. Lo riferisce il portale Dnevnik.bg.
Campidoglio USA

USA, decine di membri del Congresso hanno avuto contatti con diplomatici russi
Lo speaker della Camera dei Rappresentanti Paul Ryan ha dichiarato che negli ultimi anni sono state «decine, se non centinaia» i membri del Congresso che hanno avuto contatti con i diplomatici russi.
Strage di Odessa alla Casa dei Sindacati
 04.03.2017

Usa: Da Kiev inchiesta inadeguata su abusi forze di sicurezza per disordini Odessa
Usa: Da Kiev inchiesta inadeguata su abusi forze di sicurezza per disordini Odessa
Iskander-M
 03.03.2017

La Germania teme gli Iskander a Kaliningrad e cerca il dialogo con la Russia
Cresce la preoccupazione delle autorità tedesche per i missili Iskander dispiegati da Mosca nella regione di Kaliningrad in risposta al rafforzamento della presenza NATO nei Paesi Baltici.
Bandiera della Germania
 03.03.2017

Germania, tasso di povertà alle stelle. Mai così alto dalla caduta del muro di Berlino
Più di 12 milioni di persone in Germania vivono in condizioni di povertà. Lo riferisce il "Rapporto sulla povertà nel 2017» redatto da vari enti benefici tedeschi.
Sean Hannity
  03.03.2017

USA, conduttore FoxNews contro democratici: interferenze Russia sono vostra invenzione
Il conduttore di Fox News Sean Hannity ha accusato il Partito democratico e i media “propagandistici” di diffamare l'amministrazione di Donald Trump i cui membri avrebbero “cospirato” con la Russia per influenzare i risultati delle elezioni presidenziali.
La bandiera della Cina
22:05 03.03.2017

La Cina promuove lo sviluppo della cooperazione internazionale sulla sicurezza informatica
Pechino pianifica di rafforzare la cooperazione con le forze dell'ordine degli altri paesi per combattere il cyber-terrorismo e la criminalità su internet.

========
inabissato? chi lo ha visto inabissarsi? potrebbe essere atterrato normalmente in una CIA 666 base NATO: per esempio: e certo le Chiese di Satana del NWO non sono una mia invenzione!                
Aereo scomparso: familiari, cercare ancora.                            
Volo 370 Malaysia inabissato nel 2014, 'servono 15mln dollari'
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2017/03/04/aereo-scomparsofamiliaricercare-ancora_d01a1727-b08e-4e40-870b-084ee93aa33c.html                               

se OBAMA e i suoi complici non vengono immediatamente arrestati io denuncerò Donald TRUMP di alto tradimento! ROMA, 4 MAR - "Ho appena scoperto che mise sotto intercettazione i telefoni della Trump Tower poco prima della vittoria. Nulla è stato trovato, questo è maccartismo". Così Donald Trump su Twitter. "E' legale per un presidente monitorare una elezione presidenziale?", aggiunge Trump. "Un avvocato potrebbe fare una grande causa, visto che Obama intercettava i miei telefoni lo scorso ottobre". http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/03/04/trump-obama-intercetto-miei-telefoni_5d39c0a9-86b7-478c-b18e-74128ff424cb.html
========
=========
Usa: Da Kiev inchiesta inadeguata su abusi forze di sicurezza per disordini Odessa
Odessa media agency. 04.03.2017 Usa: Da Kiev inchiesta inadeguata su abusi forze di sicurezza per disordini Odessa. Il governo ucraino non ha preso misure adeguate per indagare sugli abusi commessi dalle forze di sicurezza nazionale o per perseguire i responsabili dei disordini di massa a Odessa. Lo ha riferito il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti nel rapporto sui diritti umani 2016 pubblicato oggi.
"Gruppi per i diritti umani e Nazioni Unite hanno notato notevoli carenze nelle indagini sulle violazioni dei commesse dalle forze di sicurezza governative, in particolare sulle accuse di torture, sparizioni forzate, detenzioni arbitrarie, e altri abusi perpetrati dal servizio di sicurezza dell'Ucraina (SBU)", afferma il rapporto.
Inoltre, gli autori dei disordini a Kiev e Odessa non sono stati chiamati a rispondere, ha detto il Dipartimento di Stato.
=======
=========

#Kim Jong-UN ] la persona più buona e innocente della tua famiglia? IL tuo fratello MIGLIORE? tu hai ordinato la sua morte! TU LO HAI UCCISO! ADESSO SUICIDATI TU! Malaysia espelle ambasciatore Corea Nord. Nuova tappa nella vicenda dell'uccisione di Kim Jong-nam.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2017/03/04/malaysia-espelle-ambasciatore-corea-nord_15d63218-8f28-49c9-8ccb-f0aa3c706576.html

===========
https://youtu.be/ZNzUCJREcCY il glorioso ruolo di Hezbollah nella lotta al terrorismo dei takfiri Erdogan e Salman shariah. 03 mar 2017. Immagini in esclusiva per l’emittente televisiva Al Manar e per Pandora TV sullo sforzo di Hezbollah in Siria contro Daesh e il terrorismo.

================
my HOLY JHWH ] sorry [ io ho fallito? MI HANNO FATTO FALLIRE! ] ora, il Genere umano si prepara a subire la più spaventosa mattanza della storia del Genere umano!

SE, TU NON RIESCI A COSTITUIRE UNA GIUSTIZIA OGGETTIVA? TU SARAI SCONFITTO! infatti, LA FORZA DELLA VITTORIA SI BASA SUL CONCETTO DI INTEGRITÀ MORALE! 02/03/2017 - CINA. Lettera ai leader mondiali dai familiari degli avvocati del “709” sui dettagli emergenti delle orribili torture. L’ufficio della pubblica sicurezza, il procuratorato municipale, il secondo centro di detenzione di Changsha e tutte le persone coinvolte nel caso di Xie Yang hanno agito in modo complice gli uni con gli altri. Hanno impedito agli avvocati di vedere Xie Yang, hanno insabbiato la tortura destinata ad ottenere una confessione e punito un uomo del tutto innocente.

 02/03/2017 SE, TU NON RIESCI A COSTITUIRE UNA GIUSTIZIA OGGETTIVA? TU SARAI SCONFITTO! infatti, LA FORZA DELLA VITTORIA SI BASA SUL CONCETTO DI INTEGRITÀ MORALE! 02/03/2017 - PAKISTAN, Faisalabad, padre e figlia cristiani arrestati con false accuse di furto, I due sono accusati di furto e rapina dai datori di lavoro della giovane. La ragazza lavorava presso una famiglia musulmana come collaboratrice domestica. Lo stipendio era di 50 euro al mese per 18 ore di lavoro al giorno. Shahid Anwar, coordinatore diocesano di Giustizia e pace: “False accuse per impedire che le minoranze si ribellino alla schiavitù”.


02/03/2017 - EGITTO - ISLAM: ipocrita shariah genocidio Al-Azhar condanna agli attacchi ai cristiani. Cittadinanza e uguaglianza contro l’estremismo. 02/03/2017 SE, TU NON RIESCI A COSTITUIRE UNA GIUSTIZIA OGGETTIVA? TU SARAI SCONFITTO! infatti, LA FORZA DELLA VITTORIA SI BASA SUL CONCETTO DI INTEGRITÀ MORALE! Si è conclusa la due giorni promossa dall’università sunnita al Cairo. All’evento hanno aderito oltre 600 personalità cristiane e musulmane in rappresentanza di oltre 50 nazioni. Grande imam Al Tayeb: Associare religione e terrorismo è un “pretesto” degli “ultra-modernisti” per cancellare le fedi dalla società. Patriarca Sako: “Valori condivisi” per “tutti i cittadini, religioni, culture”.

23/10/2012 INDONESIA
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
Un gruppo finora non identificato ha dato alle fiamme una chiesa di Madele. L’immediato intervento dei fedeli, cui si sono uniti alcuni musulmani, ha permesso di contenere il rogo e limitare i danni. In un secondo episodio, l’esplosione di un ordigno ha causato il ferimento di tre persone, di cui due poliziotti. Timori di nuove tensioni a sfondo confessionale.

05/10/2012 VIETNAM – STATI UNITI
È morto il “poeta dell’inferno”: dai lager di Hanoi, alla grazia del battesimo
Nei suoi versi Nguyen Chi Thien, scomparso il 2 ottobre a 73 anni negli Usa, ha raccontato i 27 anni trascorsi nelle carceri vietnamite. Vietate carta e penna, egli ha memorizzato tutti i suoi poemi, poi raccolti in due volumi intitolati “I fiori dell’inferno”. La scoperta del cattolicesimo nel rapporto coi sacerdoti rinchiusi nei campi di lavoro comunisti.

18/11/2008 ARABIA SAUDITA
Avvistata in un porto somalo la petroliera saudita dirottata
La Sirius Star, superpetroliera con 100 milioni di greggio a bordo, è stata avvistata nel porto di Harardhere. È la più grande unità mai catturata. Nel Golfo di Aden avvengono un terzo di tutti gli episodi di pirateria mondiale.

14/11/2016 11:35:00 VIETNAM
In difesa di Mẹ Nấm, blogger cattolica incarcerata per aver difeso l’ambiente

L’attivista è stata arrestata il 10 ottobre scorso per “propaganda contro lo Stato”. Aveva scritto numerosi articoli contro il Formosa Group e l’emergenza inquinamento delle province centrali. Una lettera firmata da cattolici e non: “Mẹ Nấm è innocente e centinaia di migliaia di persone combattono con lei”.


26/04/2012 VIETNAM
Padre Binh: mi hanno pestato a sangue mentre la polizia impediva ai fedeli di avvicinarsi
Dal rapporto inviato alle autorità dal religioso emergono particolari inquietanti che gettano una luce sulle responsabilità, come mandante, del locale Partito comunista.

================
03/03/2017, VIETNAM, Due pastori protestanti sequestrati e percossi. Nguyễn Trung Tôn e Nguyễn Viết Tứ  sono stati intercettati da un gruppo di teppisti che li hanno percossi e costretti a entrare in un furgone. I sequestratori li hanno portati in un’area forestale dove li hanno denudati, derubati e picchiati con una spranga di metallo. Sono riusciti a tornare a casa solo grazie all’aiuto dei residenti che li hanno trovati feriti e spaesati.
Hanoi (AsiaNews/Agenzie) – Alla fine di febbraio, il pastore protestante Nguyễn Trung Tôn (v. foto) e il suo collega Nguyễn Viết Tứ , sono stati denudati, derubati e picchiati con una spranga di metallo da un gruppo di teppisti che si sospetta siano stati incaricati dalla polizia. I due sono stati sequestrati a Ba Đồn (provincia di Quảng Bình) dove si erano recati per incontrare altri attivisti che negli ultimi tempi sono stati vittime di dure repressioni da parte della polizia vietnamita.
Arrivati all’aeroporto alle 9.30 del mattino, Nguyễn Trung Tôn e Nguyễn Viết Tứ  sono stati intercettati da un gruppo di persone che li hanno percossi e costretti a entrare in un furgone. In un’intervista rilasciata a Radio Free Asia (Rfa), il pastore Ton ha dichiarato che i rapitori erano agenti di polizia in abiti civili. Dopo essere stati incappucciati, i sequestratori li hanno portati in un’area forestale nei pressi dei monti Hương Khê dove li hanno denudati, derubati e picchiati con una spranga di metallo. Sono riusciti a tornare a casa del pastore solo grazie all’aiuto dei residenti che li hanno trovati feriti e spaesati.
Nguyễn Trung Tôn è un attivista per la democrazia e la libertà religiosa. Egli è stato arrestato nel 2011 e condannato a due anni di carcere con le accuse di aver svolto “attività contro lo Stato” e “propaganda contro la repubblica socialista del Vietnam” (art. 88 del codice penale). Nelle settimane successive al suo rilascio, il pastore è stato vittima di molestie, intimidazioni e minacce della polizia (inclusa la morte) rivolte alla sua persona e ai suoi familiari.
Ciò che è accaduto ai due pastori è un altro episodio del crescente clima di violenza e repressione della libertà d’espressione in Vietnam. Durante una manifestazione avvenuta il 14 febbraio, centinaia di cattolici della provincia del Nghe An sono stati attaccati dagli agenti della polizia vietnamita per aver protestato contro il disastro ambientale provocato dal Formosa Plastic Group.
Vo Van Ai, presidente del Consiglio per i diritti umani del Vietnam (Vchr) ha affermato che “il Paese ha ratificato la convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura nel 2015, ma le autorità o i teppisti da esse ingaggiati svolgono comunque atti di tortura e soprusi. Il Vietnam deve porre fine a questi episodi e perseguire i responsabili”.

27/01/2017 13:51:00 CHINA
Beijing defends the free exchange of goods, but not the free exchange of ideas

The website of the Unirule Institute of Economics, a supporter of the market economy and economic reforms, was shut down, officially because it lacks licenses to publish news. The institute's founder, Mao Yushi, has been criticised for his negative views of Mao Zedong and past top party officials.


12/05/2008 SRI LANKA
Eastern provincial elections: Rajapakse’s coalition wins amid fraud
In the first local elections in the eastern provinces in 20 years the ruling party alliance wins. For Sri Lanka’s president this is a sign of popular support for his anti-terrorism policies. But opposition parties and independent observers complain about irregularities and widespread intimidations.

28/10/2010 MYANMAR
Aung San Suu Kyi, may be freed after elections in Myanmar
The Burmese foreign minister apparently told his colleagues of the Association of Southeast Asian Nations that the dissident leader could be released in the coming weeks. News comes from a diplomatic source, no specific date has been indicated.

11/05/2016 18:40:00 INDIA
Chhattisgarh: Evangelical Christian arrested for handing out brochures on Gospel

Police arrested and took into custody Umesh Patel in Dhamtari, a city south of Raipur, where he is still held. For Christian leader, the Evangelical did not break any law. However, the Hindu nationalist BJP runs the state. Nationalist extremists benefit from political and police complicity.


16/02/2016 13:53:00 BANGLADESH
Bangladesh, authorities close down book stand for insulting Islam

The stand belongs to Ba-DWIP publisher Prakashan, who was participating in the annual book fair in Dhaka. The publishing house had "Bitarka Islam" (Debate on Islam) on display. The radicals claimed that the text contains disparaging statements against Islam and Muhammad. Writer: "In Bangladesh if someone kills a man he is not punished, but if he says or writes something against Islam yes."
=================
 03/03/2017, vIETNAM. Two Protestant clergymen abducted and beaten
A group of thugs intercepted, beat, and forced Nguyễn Trung Tôn and Nguyễn Việt Tú into a van. The abductors took them to a forest area where they stripped them, robbed and beaten with a metal bar. The victims were able to get home only with the help of locals who found them wounded and disoriented.
Hanoi (AsiaNews/Agencies) – In late February, a group of thugs attacked Rev Nguyễn Trung Tôn (pictured), a Protestant clergyman, and his colleague, Rev Nguyễn Việt Tú, who were stripped, robbed and beaten with a metal bar. The attackers are thought to have been working for the police.
The two men were abducted in Ba Đồn (Quảng Bình province) where they had gone to meet other activists who had recently been subjected to police violence.
When they arrived at the airport at 9.30 am, Nguyễn Trung Tôn and the two were intercepted by a group of men who punched them and forced into a van.
In an interview with Radio Free Asia (RFA), Rev Tôn said that the kidnappers were security police in plain clothes.
After covering the victims’ heads, the kidnappers drove them to a remote forest area on Hương Khê mountain where they stripped them, robbed and beaten them with a metal bar.
The two clergymen managed to get back to one of the pastor's home only with the help of residents who found them wounded and disoriented.
Rev Nguyễn Trung Tôn is a pro-democracy activist, and a defender of religious freedom. He was arrested in 2011 and sentenced to two years for "activities undermining the State" and "propaganda against the Socialist Republic of Vietnam" (art. 88 of the Criminal Code).
After his release, he was subjected to repeated harassments and intimidation by Security Police, including death threats against him and his family.
What happened to the two clergymen is indicative of an increasingly repressive and violent climate against all forms of free expression in Vietnam.
At a protest on 14 February, police attacked hundreds of Catholics in Nghệ An Province who were protesting against the environmental disaster caused by the Formosa Plastics Group.
"Vietnam ratified the UN Convention against Torture with great fanfare in 2015, but the base acts entrusted to police officers or hired thugs are blatantly acts of torture" said Võ Văn Ái, president of the Vietnam Committee on Human Rights (VCHR). "Vietnam must put an end to such practices and bring those responsible to justice".
==============
22/10/2014 VIETNAM
Hanói: liberado el blogger y activista Nguyen Van Hai, ya dejó el país
El hombre condenado en 2012 a 12 años de cárcel por propaganda anti-gubernamental, fue sacado de su celda, llevado al aeropuerto y embarcado en un vuelo hacia los EEUU. La familia no fue avisada de la excarcelación. Activista hablan de expulsión y deportación, Estaba entre los fundadores del Club periodistas libres.

29/07/2015 VIETNAM
Ho Chi Minh, aumentan los “pueblo del cáncer”: una masacre infinita
Los centros habitados en la periferia de la ciudad están a pocos metros de los vertederos, donde las grandes fábricas eliminan mercurio, hierro y productos químicos. La polución crea daños a la tierra y causa distintos tipos de tumor que vienen afligiendo por décadas a la población.

21/05/2016 12:20:00 VIETNAM
Para complacer a Obama, Hanói libera al padre Van Ly, ícono católico de los derechos humanos

Las autoridades comunistas liberaron al sacerdote, de 70 años, líder de la lucha por los derechos y la libertad religiosa. Los años en prisión han afectado su estado físico, pero no han marcado su espíritu. A nivel espiritual, está “brillante y resuelto”.  Para los activistas, la liberación es un regalo a Obama, en la vigilia de su viaje a Vietnam. 


28/08/2014 VIETNAM
Binh Thuan, también el Partido rinde homenaje a monseñor Nguyen Than Naon, el "Obispo de los pobres"
Emérito de Phan Thiet, él ha gastado su propia vida al servicio de los más necesitados. El prelado promovió los valores de "unidad, amor recíproco, atención a los pobres", no sólo con las palabras sino a través de "obras concretas". En un país dividido por la guerra, él siempre promovió la paz. Autoridades y miembros del Partido han rendido homenaje a sus despojos.

16/02/2017 12:56:00 VIETNAM
Católicos agredidos por la policía: protestaban por el mayor desastre ambiental en la historia del país

La protesta de los fieles de la parroquia de Song Ngoc para aumentar la conciencia pública. Herido el pastor. Los manifestantes han sido golpeados y lesionados por la policía. Hace diez meses por una planta de Formosa fueron vertidos en el mar de 12 mil metros cúbicos de líquido tóxico. Las regiones centrales del país están de rodillas, la compensación de 500 millones de dólares nunca ha sido distribuido a la población.

=================
03/03/2017, VIETNAM. Dos pastores protestantes capturados y golpeados. Nguyen Trung Tôn y Nguyen Việt Tú fueron interceptados por un grupo de matones que los golpearon y obligaron a entrar a una camioneta. Los secuestradores los llevaron a un área de bosque en el que los despojaron, robaron y golpearon con una barra de metal. Ellos pudieron volver a casa sólo con la ayuda de los residentes que los han encontrado heridos y perdidos. Hanoi (AsiaNews / Agencias) - A finales de febrero, el pastor protestante Nguyen Trung Tôn (v. Foto) y su colega, Nguyen Viet Tu, fueron despojados, robados y golpeados con una barra de metal por un grupo de matones que se sospecha y han han sido acusados ​​de policías. Los dos fueron capturados en Ba Djon (provincia de Quang Binh), donde habían ido a reunirse con otros activistas que en los últimos tiempos han sido víctimas de una fuerte represión por la policía vietnamita.
Al llegar al aeropuerto a las 9.30 horas, Nguyen Trung Tôn y Nguyen Việt Tú fueron interceptados por un grupo de personas que los han golpeado y obligado a entrar a una camioneta. En una entrevista con Radio Free Asia (RFA), el pastor Ton dijo que los secuestradores eran agentes de policía vestidos de civil. Después de haberlo encapuchado, los secuestradores los llevaron a una zona boscosa cerca de las montañas Hương Khe en el que los despojaron, robaron y golpearon con una barra de metal. Se las arreglaron para volver a la casa del pastor sólo con la ayuda de los residentes que los encontraron heridos y desorientados.
Nguyen Trung Tôn es un activista por la democracia y la libertad religiosa. Fue detenido en 2011 y condenado a dos años de prisión, acusado de haber llevado a cabo "actividades contra el Estado" y "propaganda contra el Estado de la República Socialista de Vietnam" (art. 88 del Código Penal). En las semanas siguientes a su liberación, el pastor ha sido víctima de acoso, intimidación y amenazas de la policía (incluida la muerte) dirigida a su persona y de su familia.
Lo que pasó con los dos pastores es otro episodio de la creciente clima de violencia y represión de la libertad de expresión en Vietnam. Durante una manifestación que tuvo lugar el 14 de febrero, centenares de católicos de la provincia del Nghe An fueron atacados por policías vietnamitas por protestar contra el desastre ambiental causado por el Formosa Plastic Group.
Vo Van Ai, Presidente del Consejo de Derechos Humanos en Vietnam (VCHR) dijo que "el país ha ratificado la Convención de las Naciones Unidas contra la Tortura en 2015, pero las autoridades o matones contratados por ellos todavía realizan actos de tortura y abuso. Vietnam debe poner fin a estos incidentes y enjuiciar a los responsables".

03/03/2017,Egitto shariah ] di chi è stata la colpa: figlio del demonio shariah? di Allah shariah è stata la colpa!
EGITTO - ISLAM
Al-Azhar: pluralismo e cittadinanza alla base dell’islam. Ma manca uno Stato civile [ Egitto 666 shariah ] di chi è stata la colpa: figlio del demonio shariah? di Allah shariah è stata la colpa!

Per Ahmad el-Tayyeb la fede musulmana non è incompatibile con il pluralismo religioso. E i cristiani non vanno considerati come elemento minoritario o “negativo”. Tuttavia, manca l’affermazione di uno Stato civile e laico. Serve un rinnovato impegno per una effettiva parità nella diversità.

Il Cairo (AsiaNews) - Confermando una riflessione che la sua istituzione sta portando avanti da qualche anno il grande imam di al-Azhar, Ahmad Tayyeb, la più alta autorità sunnita del mondo arabo, ha affermato in modo solenne che l’islam non è incompatibile con il pluralismo religioso. E che l’uguaglianza dei diritti e dei doveri dei musulmani e dei non musulmani è sancita nel contesto di uno “Stato nazionale” basato sui principi “costituzionali”. Inoltre, ha insistito l’imam, la nozione di “cittadinanza” non è estranea all’islam ma, al contrario, essa è parte delle sue fondamenta.

Questi tre punti sono gli elementi salienti emersi dal congresso islamo-cristiano tenuto nei giorni scorsi (28febbario-1 marzo) al Cairo; elementi che si riflettono nella dichiarazione finale, dai torni particolarmente schietti, che condanna ogni forma di violenza commessa in nome della religione. Vi è poi anche una ferma opposizione a tutte le forme di potere politico basate sulla discriminazione fra musulmani e non musulmani.

Già interessante di per sé, la dichiarazione acquista ancora più importanza nella misura in cui essa conferma una riflessione intrapresa da al-Azhar nel corso degli anni. Così, nel 2012, in un documento intitolato “La cittadinanza e lil futuro dell’Egitto”, cheikh Ahmad el-Tayyeb affermava che l’islam non sostiene uno Stato religioso e predilige il concetto di cittadinanza. Da quel momento, si è assistito alla pubblicazione nel 2014 di un importante documento in tema di libertà, ivi compresa la libertà religiosa. Il testo poneva al-Azhar all’avanguardia nel contesto di un islam moderato, che esaltava una carta delle libertà private e pubbliche che comprendeva anche la libertà di coscienza.

Infine, nel suo intervento settimanale alla televisione egiziana, il 13 gennaio scorso Ahmad el-Tayyeb affermava che i cristiani d’Egitto non sono e non possono essere considerati come “dhimmi”, né vanno considerati “una minoranza”, termine esso stesso carico di una “connotazione negativa”. L’incontro dei giorni scorsi mostra che al-Azhar non ha più timori a sostenere pubblicamente questi valori non solo come semplici opinioni, ma come un impegno per la fede musulmana.

Ambiguità

Tuttavia, per quanto importanti siano questi progressi la retorica della grande istanza religiosa sunnita continua a essere considerata ambigua e meno chiara di quanto dovrebbe secondo l’opinione di alcuni relatori cristiani e musulmani di ritorno dal Cairo. “Si è parlato molto di cittadinanza, ma non si è evocato - riferiscono i presenti - lo Stato di natura civile e laica che è il suo complemento. Riteniamo che il discorso non sia ancora definito, in rapporto a una tradizione conservatrice”.

Queste personalità fanno inoltre notare che la nozione di Stato di natura civile non è emerso né nel discorso dell’imam Ahmad el-Tayyeb, tantomeno nella dichiarazione finale. “Si continua a parlare di Stato ‘nazionale’ (dawla watania)” spiegano gli osservatori. Il passo verso lo Stato di natura civile non è stato ancora compiuto e, dopo tutto, si può godere dell’uguaglianza civica che “concede una medesima cittadinanza nel contesto di uno Stato islamico”. La fonte conclude affermando che un progresso è oggi più che mai necessario per giungere a un modello di Stato moderno, civile, in cui tutte le religioni sono poste su un piano di parità nel quadro di una cittadinanza che “comprenda la diversità”.

I relatori libanesi della giornata di mercoledì, fra i quali il ministro Pierre Raffoul, l’ex presidente Amine Gemayel, Farès Souhaid o Nayla Tabbara (Fondazione Adyan) hanno da parte loro sottolineato le specificità del modello del vivere comune del Paese dei cedri. E, in particolare, l’esistenza di una specie di osmosi culturale all’interno della società libanese, in base alla quale è presente una componente musulmana nella personalità di ciascun cristiano e, all’opposto, vi è una componente cristiana in tutti i musulmani.

La dichiarazione di al-Azhar

Ecco, in una traduzione libera, i quattro punti chiave della dichiarazione finale del convegno di al-Azhar:

1 - “La nozione di cittadinanza è ben radicata nell’islam. La sua prima apparizione risale alla costituzione di Medina e alle alleanze e ai documenti del profeta Maometto che sono seguiti, i quali regolano i rapporti fra musulmani e non musulmani. Così, il concetto di cittadinanza non una soluzione importata, ma una attualizzazione della pratica musulmana primaria del potere da parte del profeta, all’interno della prima società musulmana che è stata fondata”.

“Questa pratica non prevedeva alcuna discriminazione o esclusione nei confronti di una qualsiasi parte della società del tempo, ma prevedeva l’esercizio di politiche basate sulla pluralità delle religioni, delle razze, degli strati sociali, una pluralità operativa nel quadro di una cittadinanza completa ed egualitaria, così come si configurava nella costituzione di Medina […] secondo cui i non musulmani e i musulmani condividevano gli stessi diritti e doveri”.

2 - “Di conseguenza, le società arabe e islamiche possiedono un patrimonio ben radicato di pratiche del vivere comune nel contesto di una società caratterizzata dalla diversità, dal pluralismo e il riconoscimento reciproco”.

“L’adozione della nozione di cittadinanza, di uguaglianza, e dei diritti fa emergere la condanna di quanti sono contrari alla cittadinanza e mantengono pratiche che si fondano sulla discriminazione fra musulmani e non musulmani, contrarie alla sharia islamica […] Il primo fattore di coesione e di consolidamento della volontà comune è rappresentato dallo Stato nazionale costituzionale che si fonda sui principi di cittadinanza, di uguaglianza e dello Stato di diritto […]”.

3 - “[…] I partecipanti cristiani e musulmani al congresso di al-Azhar dichiarano che tutte le religioni sono innocenti rispetto al terrorismo, in tutte le sue forme, e lo condannano nel modo più fermo possibile […]”.

4 - “Di conseguenza, la protezione dei cittadini, delle loro vite, dei loro beni, delle loro libertà e di tutti gli altri diritti che sono loro propri in base alla cittadinanza e alla dignità umana, è il primo compito di uno Stato nazionale […]”.

03/03/2017, 16.17

EGYPT – ISLAM
Al-Azhar: pluralism and citizenship at the basis of Islam. But a civic state is missing
Fady Noun
For Ahmed el-Tayeb, the Muslim faith is not incompatible with religious pluralism. Christians should not be considered as a minority or "negative" element. Still, the notion of a civic and secular state is missing. What is needed is a renewed commitment to actual equality in diversity.
Cairo (AsiaNews) – Ahmed el-Tayeb, the grand imam of Al-Azhar, the world’s foremost Sunni Arab institution, solemnly asserted that Islam is not incompatible with religious pluralism, and upheld the principle of equality in rights and duties for Muslims and non-Muslims within a "national constitutional state". The concept of "citizenship" is not foreign to Islam, the imam insisted; on the contrary, it is part of its foundations.
These three claims are the three main points of the recent Islamic-Christian conference held in Cairo (28 February-1 March), which reflected in particular the frank final declaration condemning all violence carried out in the name of religion, as well as every form of political power based on discrimination between Muslims and non-Muslims.
Interesting in itself, the declaration becomes even more important as it confirms a process of reflection undertaken by al-Azhar in the past few years. In 2012, in a paper entitled Citizenship and the future of Egypt, Sheikh Ahmed el-Tayeb noted that Islam does not call for a religious state, and opted for the notion of citizenship.
Subsequently, an important paper on freedoms, including religious freedom, was published in 2014. The document placed al-Azhar at the forefront of a moderate Islam advocating a Charter on private and public freedoms, including freedom of conscience.

Finally, in his weekly address on Egyptian television on 13 January, el-Tayeb said that Christians in Egypt are not and cannot be considered dhimmis, nor even "a minority", a term that has "negative connotations". The symposium on Wednesday and Thursday shows that Azhar is no longer hesitating from publicly expressing such principles, not only as mere opinions but as a commitment of the Muslim faith.
Ambiguities
However important such progress may be, after the Cairo conference, some Christian and Muslim speakers continue to see the discourse put forward by the great Sunni religious body as ambiguous and less clear than it needs to be. For them, "Much has been said about citizenship, but not much was said about the civic state, which is its corollary. One senses that the discourse does not contrast sharply enough with the conservative tradition."
These speakers noted that the notion of a civic state did not appear either in Imam Ahmed el-Tayeb’s address nor in the final declaration. "We are still talking about the ‘national’ state (dawla watania). The step towards a civic state has not yet been taken, and one can enjoy civic equality that the same citizenship confers even within the framework of an Islamic State."
The source concludes by stating that progress is still necessary in order to arrive at a model of a modern civic state in which all religions are on an equal footing within the framework of a citizenship that includes diversity.
For their part, Lebanese speakers like Minister Pierre Raffoul, President Amine Gemayel, Farès Souhaid and Nayla Tabbara (Adyan Foundation) stressed the specificities of Lebanon’s model of coexistence, in particular the existence of a form of cultural osmosis within Lebanese society, so that there is a Muslim component in the personality of every Christian, and, likewise, a Christian component in the personality of every Muslim.
Al-Azhar declaration
The four, freely translated key points in the final declaration of the el-Azhar Symposium are as follows:
1 "The notion of citizenship is firmly rooted in Islam. Its first manifestation is in the Constitution of Madinah and the pacts and documents of the Prophet that followed, which regulate the relations between Muslims and non-Muslims. As a result, the concept of citizenship is not an imported solution, but an update of the first Muslim practice of power by the Prophet in the first Muslim society."
"This practice did not include any discrimination or exclusion against any part of the society at the time, but provided for policies based on the plurality of religions, races and social strata, a plurality operating within the framework of a comprehensive and egalitarian citizenship as contained in the Constitution of Madinah . . . which stipulated that non-Muslims and Muslims share the same rights and duties.
2- "Therefore, Arab and Islamic societies possess a well-established heritage of co-existence in the same society marked by diversity, pluralism and reciprocal recognition."
"The adoption of notions of citizenship, equality and rights leads to the condemnation of what contradicts citizenship and maintains practices based on discrimination between Muslims and non-Muslims contrary to the Islamic law (Sharia) [. . .] The first factor of cohesion and consolidation of the common will is represented by the national constitutional state based on the principles of citizenship, equality and the rule of law [. . .]".
3. [...] Christians and Muslims who took part in Al-Azhar conference declare that all religions are blameless of terrorism, in all its forms and condemn it as firmly as possible [. . .]".
4. "Therefore, the protection of citizens, their lives, property, freedoms and of all other rights conferred upon them by their citizenship and human dignity, is the primary duty of national states [. . .]".


 03/03/2017, 16.27

EGIPTO- ISLAM
Al-Azhar: pluralismo y ciudadanía. Pero falta un Estado civil
Fady Noun

Para Ahmad el-Tayyeb la fe musulmana no es incompatible con el pluralismo religioso. Y los cristianos no deben ser considerados como un elemento minoritario o “negativo”. Sin embargo, falta la afirmación de un Estado civil y laico. Se necesita un renovado compromiso para una efectiva paridad en la diversidad.

El Cairo (AsiaNews)- Confirmando una reflexión que la institución está llevando delante de hace algunos años el gran imán de Al-Azhar, Ahmadh Tayyed, la más alta autoridad sunita del mundo árabe, afirmó en modo solemne que el islam no es incompatible con el pluralismo religioso. Y que la igualdad de los derechos y de los deberes de los musulmanes y de los no musulmanes está sancionada en el contexto de un “Estado nacional” basado en los principios “constitucionales”. Además, insistió el imán, la noción de “ciudadanía” no es extraña al islam sino, al contrario, esta es parte de sus fundamentos.

Estos tres puntos son los elementos salientes del congreso islámico-cristiano que se realizó en los días pasados (28 de febrero-1 de marzo) en el Cairo; elementos que se reflejan en la declaración final, formulada en términos muy claros, que condena toda forma de violencia cometida en nombre de la religión. Luego hay también una firme oposición a todas las formas de poder político basadas en la discriminación entre musulmanes y no musulmanes.

Ya interesante de por sí, la declaración adquiere aún más importancia en la medida en la cual esa confirma una reflexión iniciada por Al-Azhar en el curso de los años. Así, en el año 2012, en un documento que llevaba por título. “La ciudadanía y el futuro de Egipto”, el jeque Ahmah el-Tayyeb afirmaba que el islam no apoya un Estado religioso y prefiere el concepto de ciudadanía. Desde ese momento, se asistió a la publicación en 2014 de un importante documento en tema de libertad, donde estaba comprendida también la libertad religiosa.

En concreto, en su intervención semanal en la televisión egipcia, el 13 de enero pasado, Ahmadh el-Tayyeb afirmaba que los cristianos en Egipto no sosn y no pueden ser considerados como “dhimmi”, ni deben ser considerados como una “minoría”, término que en ´si mismo contiene una “connotación negativa”. El encuentro de los días pasados demuestra que Al-Azhar no tiene más temores en sostener públicamente estos valores no sólo como simples opiniones, sino como un compromiso para la fe musulmana.

Ambigüedad

Sin embargo, por cuanto sean importantes estos progresos la retórica de la gran instancia religiosa sunita, continúa siendo considerada ambigua y menos clara de cuánto debería ser según la opinión de algunos relatores cristianos y musulmanes volviendo del Cairo. “Se habló mucho de ciudadanía, pero no se evocó-refieren los presentes- el Estado de naturaleza civil y laica que es su complemento. Consideramos que el discurso no haya sido aún definido, en relación con una tradición conservadora”.

Además, estas personalidades hacen notar que la noción de Estado de naturaleza civil no surgió ni en el discurso del imán Ahmadh el-Tayyeb, mucho menos en la declaración final. “Se continúa hablando de estado ‘nacional’ (dawla watania)” explican los observadores. El paso hacia el Estado de naturaleza civil no fue aún realizado y después de todo, se puede gozar de una igualdad cívica que “concede una igual ciudadanía en el contexto de un Estado islámico”. La fuente concluye afirmando que un progreso es aún hoy más que necesario para alcanzar un modelo de Estado moderno, civil, en el cual todas las religiones son colocadas en un mismo plano de paridad en el cuadro de una ciudadanía que “comprenda la diversidad”.

Los relatores libaneses de la jornada del miércoles, entre los cuales el ministro Pierre Raffoul, el ex-presidente Amine Gemayel, Farés Souhaid o Nayla Tabbara (Fundación Adyan) de parte de ellos han subrayado las especificidades del modelo del vivir común dentro de la sociedad libanesa. Y, en particular, la existencia de una especie de ósmosis cultural al interior de la sociedad del país de los cerdos, en base a la cual está presente una componente musulmana en la personalidad de cada uno de los cristianos y a lo opuesto, hay una componente cristiana en todos los musulmanes.

La declaración de Al-Azhar

A continuación, en una traducción libre, los cuatro puntos clave de la declaración final del convenio de Al-Azhar.

1-“La noción de ciudadanía está bien radicada en el islam. Su primera aparición se remonta a la constitución de Medina y a las alianzas y a los documentos del profeta Mahoma que se continuaron, los cuales regulan las relaciones entre musulmanes y los que no lo son. Así, el concepto de ciudadanía no es una solución importada, sino una actualización de la práctica musulmana primaria del poder por parte del profeta, al interior de la primera sociedad musulmana que fue fundada”.

“Esta práctica no preveía ninguna discriminación o exclusión contra cualquier parte de la sociedad del tiempo, sino que preveía el ejercicio de políticas basadas en la pluralidad de las religiones, de las razas, de los estratos-sociales, una pluralidad operativa en el cuadro de una ciudadanía completa y igualitaria, así como se configuraba en la constitución de Medina […] según la cual los no musulmanes y los musulmanes compartían los mismos derechos y deberes”

2- “Como consecuencia, las sociedades árabes e islámicas poseen un patrimonio bien radicado de prácticas del vivir común en el contexto de una sociedad caracterizada por la diversidad, del pluralismo y el reconocimiento recíproco”.

“La adopción de la noción de ciudadanía, de igualdad y de los derechos hace surgir la condena de cuántos están contra la ciudadanía y mantienen prácticas que se fundan en la discriminación entre musulmanes y los que no lo son, contrarios a la sharia islámica […]. El primer factor de cohesión y de consolidación de la voluntad común es representado por el Estado nacional constitucional que se funda en los principios de ciudadanía, de igualdad y del Estado de derecho […]”.

3-“[…] Los participantes cristianos y musulmanes en el congreso de Al-Azhar declaran que todas las religiones son inocentes respecto al terrorismo, en todas sus formas y lo condenan en el modo más firme posible […]”.

4- “De consecuencia, la protección de los ciudadanos, de sus vidas, de sus bienes, de sus libertades y de todos los otros derechos que son propios de ellos en base de la ciudadanía y de la dignidad humana es el primer deber de un estado nacional […]”.
===============

30/09/2014 VATICANO
Papa: Prepararsi e pregare: sono le "cose" da fare in vista dei "momenti bui" che "avremo"
"La nostra vita è troppo facile, le nostre lamentele sono lamentele da teatro". Pensiamo alle grandi tragedie, a "questi fratelli nostri che per essere cristiani sono cacciati via dalla loro casa e rimangono senza niente: 'Ma, Signore, io ho creduto in te. Perché? Credere in Te è una maledizione, Signore?'".

12/10/2016 12:21:00 VATICANO
Papa: “il nemico” ci insegna “l’ecumenismo del sangue”

Chi perseguita i cristiani non fa distinzione tra cattolici, ortodossi e protestanti. Il cammino per l’unità non è solo il lavoro, pure importante, dei teologi, ma è pregare gli uni per gli altri, lavorare insieme per chi è nel bisogno.


06/02/2015 VATICANO
Papa: anche oggi tanti "sono perseguitati, odiati, cacciati via dalle case, torturati, massacrati" perché cristiani
Il martirio dei cristiani non è una cosa del passato. "I nostri martiri, che finiscono la loro vita sotto l'autorità corrotta di gente che odia Gesù Cristo". "Anche io finirò. Tutti noi finiremo" e "questo, almeno a me, fa pregare che questo annientamento assomigli il più possibile a Gesù Cristo, al suo annientamento".

30/01/2017 11:22:00 VATICANO
Papa: la più grande forza della Chiesa è nei martiri e “oggi ce ne sono più dei primi secoli”

“I media non lo dicono”, perché non fanno notizia. “Loro con il loro martirio, la loro testimonianza, con la loro sofferenza, anche dando la vita, offrendo la vita, seminano cristiani per il futuro e nelle altre Chiese”.


07/09/2015 VATICANO. Papa: continua il martirio di tanti cristiani “col silenzio complice di tante potenze che potevano fermarlo”. Francesco ha concelebrato con il nuovo Patriarca di Cilicia degli Armeni e con tutti i vescovi membri del Sinodo della Chiesa patriarcale armeno cattolica. “La prima nazione che si è convertita al cristianesimo: la prima. Perseguitata soltanto per il fatto di essere cristiani”. Noi non sappiamo cosa accadrà qui. Non lo sappiamo! Ma che il Signore ci dia la grazia, se un giorno accadesse questa persecuzione qui, del coraggio”.

02/03/2017, VATICANO, Papa: pregate con me per i cristiani “perseguitati perché cristiani” (Video)
Videomessaggio di Francesco per l’intenzione di preghiera del mese di marzo. Chi perseguita e uccide non distingue tra cattolici, ortodossi e protestanti.
Città del Vaticano (AsiaNews) – Aiutare con la preghiera i cristiani, “perseguitati perché cristiani”. Siano essi cattolici, ortodossi o protestanti. E’ quanto chiede papa Francesco nel videomessaggio per l’intenzione di preghiera del mese di marzo.
Francesco ricorda che sono tante le persone “perseguitate a motivo della loro fede, costrette ad abbandonare le loro case, i loro luoghi di culto, le loro terre, i loro affetti”. “Vengono perseguitate e uccise perché cristiani, senza fare distinzione, da parte dei persecutori, tra le confessioni a cui appartengono”.
Il Papa, poi, chiede “quanti di voi pregano per i cristiani che sono perseguitati”. E incoraggia a farlo con lui, “perché sperimentino il sostegno di tutte le Chiese e comunità nella preghiera e attraverso l'aiuto materiale”. Il videomessaggio mostra cristiani delle varie confessioni, chiese distrutte, fedeli di tutte le razze in preghiera e finisce con l'immagine di persone che aiutano in modo concreto chi è vessato per la sua fede.
http://www.asianews.it/notizie-it/Papa:-pregate-con-me-per-i-cristiani-%E2%80%9Cperseguitati-perch%C3%A9-cristiani%E2%80%9D-%28Video%29-40086.html

VATICANO
Papa: Oren conmigo por los cristianos “perseguidos por ser cristianos" (Video)


Mensaje en vídeo del Papa  Francisco por la intención de la oración de marzo. Los que persiguen y matan no distinguen entre católicos, ortodoxos y protestantes.

Ciudad del Vaticano (AsiaNews) - Ayudar con la oración a los cristianos, "perseguidos por ser cristianos." Ya sea católicos, ortodoxos o protestantes. Es el pedido del Papa Francisco en el mensaje de vídeo por la intención de la oración de marzo.

Francisco recuerda que hay mucha gente "perseguidos a causa de su fe, obligados a abandonar sus hogares, sus lugares de culto, sus tierras, sus afectos". "Ellos Son perseguidos y ejecutados por ser cristianos, sin que los persecutores hagan distinción entre las confesiones a las que pertenecen".

El Papa, a continuación, se pregunta "¿cuántos de ustedes rezan por los cristianos que son perseguidos? Anímense a hacerlo conmigo para que experimenten el apoyo de todas las Iglesias y comunidades, por medio de la oración y de la ayuda material”.

El mensaje de video muestra a los cristianos de varias denominaciones, iglesias destruidas, fieles de todas las razas en la oración y termina con la imagen de las personas que prestan asistencia concreta a los que están acosados ​​debido a su fe.
Egitto shariah ] di chi è stata la colpa: figlio del demonio shariah? di Allah shariah è stata la colpa!

30/09/2014 VATICANO
Papa: Prepararse y rezar: son las "cosas" para hacer a la vista de los "tiempos oscuros" que "tenemos"
"Nuestra vida es demasiado fácil, nuestras quejas son quejas de teatro". Pensemos en las grandes tragedias, en "estos hermanos nuestros que por ser cristianos han sido expulsados ​​de su casa y han quedado sin nada: 'Pero, Señor, yo he creído en ti. ¿Por qué? ¿Creer en Ti es una maldición, Señor?'".

12/10/2016 14:11:00 VATICANO
Papa: “El enemigo” nos enseña “el ecumenismo de la sangre”

Quien persigue a los cristianos no hace distinción entre católicos, ortodoxos y protestantes. El camino para la unidad no es sólo el trabajo, muy importante de los teólogos, sino es rezar los unos por los otros, trabajar juntos para quien está en la necesidad.


07/09/2015 VATICANO
El Papa critica el continuo martirio de tantos cristianos ante "el silencio cómplice de muchas potencias que podrían detenerlo"
El Papa Francisco ha concelebrado con el nuevo Patriarca de Cilicia de los Armenios, y con todos los obispos del Sínodo de la Iglesia patriarcal armenio- católica. "La primera nación que se convirtió al cristianismo: la primera. Perseguida sólo por ser cristiana". No sabemos qué va a pasar aquí. ¡No lo sabemos! Pero que el Señor nos dé la gracia, si un día sucede aquí esta persecución, el coraje".

30/06/2014 VATICANO
Papa: hoy hay más mártires en la Iglesia que en los primeros siglos, perseguidos o "expulsados con guantes blancos"
"Sabemos que no hay crecimiento sin el Espíritu: es Él quien hace la Iglesia". "Pero también se requiere el testimonio de los cristianos. Y cuando el testigo llega al final, cuando las circunstancias históricas nos piden un testimonio fuerte, son los mártires, los mayores testigos.

02/10/2016 14:59:00 AZERBAIYAN – VATICANO
El Papa en Azerbaiyán: el servicio es el estilo de vida del cristiano

En la misa celebrada en Bakú, Francisco recuerda la persecución de los años de la URSS. El Papa no “pierde el tiempo” al hacer tantos kilómetros por unos pocos cientos de fieles, sino que “imita al Espíritu Santo” que en el Cenáculo dio coraje a una pequeña comunidad.


Papa: Oren conmigo por los cristianos “perseguidos por ser cristianos" (Video)
Mensaje en vídeo del Papa Francisco por la intención de la oración de marzo. Los que persiguen y matan no distinguen entre católicos, ortodoxos y protestantes.


Ciudad del Vaticano (AsiaNews) - Ayudar con la oración a los cristianos, "perseguidos por ser cristianos." Ya sea católicos, ortodoxos o protestantes. Es el pedido del Papa Francisco en el mensaje de vídeo por la intención de la oración de marzo.
Francisco recuerda que hay mucha gente "perseguidos a causa de su fe, obligados a abandonar sus hogares, sus lugares de culto, sus tierras, sus afectos". "Ellos Son perseguidos y ejecutados por ser cristianos, sin que los persecutores hagan distinción entre las confesiones a las que pertenecen".
El Papa, a continuación, se pregunta "¿cuántos de ustedes rezan por los cristianos que son perseguidos? Anímense a hacerlo conmigo para que experimenten el apoyo de todas las Iglesias y comunidades, por medio de la oración y de la ayuda material”.
El mensaje de video muestra a los cristianos de varias denominaciones, iglesias destruidas, fieles de todas las razas en la oración y termina con la imagen de las personas que prestan asistencia concreta a los que están acosados ​​debido a su fe.

27/02/2017, EGITTO - ISLAM Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico. In soli 10 giorni vi sono stati sette morti. Alcuni uccisi con armi da fuoco, altri decapitati, altri bruciati


vivi. I fuggitivi sono stati accolti a Ismailya, a Suez, al Cairo. I cristiani sono la nuova preda di Daesh.




Il Cairo (AsiaNews) – Decine di famiglie copte sono fuggite da Al Arich, capoluogo del governatorato del Nord-Sinai dopo una serie di attacchi la settimana scorsa, costati la vita a sette cristiani. Già nel 2014 lo Stato islamico aveva proclamato questa zona “Wilayat Sinai” (Provincia del Sinai), situata all’est dell’Egitto, con una superficie di circa 61mila kmq . L’area è anche quella in cui le forze di sicurezza combattono i terroristi di Daesh da almeno cinque anni.

La situazione è divenuta insostenibile dopo che in pochi giorni sono stati assassinati alcuni copti. Kamel Raouf , 40 anni, è stato ucciso con armi da fuoco, mentre sua figlia Justina è stata decapitata e la loro casa è stata bruciata. Saad Hakim, 65 anni, è stato colpito a morte; prima di morire, suo figlio, 40 anni, è stato bruciato vivo davanti ai suoi occhi. All’inizio della scorsa settimana, un medico di 67 anni, un commerciante di 45 anni e un insegnante di 55 anni sono stati uccisi con un’arma da fuoco. In soli 10 giorni vi sono stati sette morti.

Una fonte ecclesiale stima che il numero di copti fuggiti da Al-Arich arriva fino a 1000 persone, ossia circa 40 famiglie, su un totale di 1700 cittadini copti registrati nel capoluogo. Da parte sua il governatore del Nord Sinai ha deciso di considerare i copti che si assentano dalla scuola o dal lavoro come se fossero in permesso.

Le 40 famiglie fuggitive sono state accolte in parte nei locali di una chiesa protestante in un comune che si trova sulle rive del Canale di Suez. Vestiti, mobili e altre donazioni stanno giungendo di continuo nella piccola chiesa di Ismailya. Alcune famiglie hanno raggiunto i parenti nella capitale del Cairo o a Suez, sul canale.

Il dramma dei copti spinge allo scetticismo. Solo poco tempo fa essi hanno visto snodarsi sotto gli occhi della sicurezza i funerali del famoso sheikh Omar Abdel Rahman, autore di diverse fatwa (editti religiosi) jihadisti contro il potere politico, l’esercito, la cultura e le arti, il turismo e naturalmente i copti. Per ora i copti del Sinai hanno una sola scelta: essere uccisi – o bruciati vivi – oppure fuggire. È il loro turno di essere preda dello Stato islamico, dopo le forze di sicurezza che hanno perduto migliaia di uomini nel loro tentativo di contrastare il terrorismo islamico in questa zona.


egitto


islam


libertà religiosa


persecuzione


copti


stato islamico


sinai


violenze


27/02/2017 13:08:00 EGITTO - ISLAM

In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore

Uccisioni a bruciapelo, ruberie, incendi: le testimonianze dei cristiani copti fuggiti da Al Arish. Alcuni di loro avevano combattuto la guerra del Sinai nel 1973 e ora sono bollati da Daesh come “crociati”. Sulle case le scritte “Partite!”, o minacce di morte. Famiglie suddivise in diverse vetture per evitare che in un attacco tutti muoiano contemporaneamente. Segni di amicizia da musulmani di Ismailya.

21/02/2015 EGITTO-LIBIA-ISLAM

Copti decapitati in Libia: il calvario delle famiglie, il dolore dei musulmani

I giovani uccisi dallo Stato islamico erano in Libia per lavorare, molti di loro aspettavano di sposarsi e intanto aiutavano i loro parenti in patria. Padri, madri, mogli, fratelli degli uccisi sotto shock. Svenimenti, cadute, ricoveri in ospedale dopo la notizia della tragedia. La solidarietà dei villaggi, delle Chiese, della nazione, sempre più unita. La lista degli uccisi. Dal corrispondente di AsiaNews in Egitto. Prima parte.

01/07/2016 12:26:00 EGITTO

Sinai, portavoce Chiesa cattolica: I cristiani sono considerati "obiettivi legittimi"

P. Rafic Greiche: milizie estremiste considerano i non wahabbiti “dei nemici da colpire”. L’area è “da tempo” teatro di violenze; per i miliziani chiese e sacerdoti sono “un target legittimo”. L’uccisione del sacerdote copto ortodosso in concomitanza con l’anniversario della deposizione di Morsi: "Un evento non casuale”.

09/01/2017 13:02:00 EGITTO

Sinai, attacco a un checkpoint della sicurezza egiziana: otto morti e dieci feriti

Nell’attentato coinvolti poliziotti e civili. Finora non vi sono rivendicazioni ufficiali dell’attentato. Un gruppo di terroristi ha aperto il fuoco a un punto di controllo, poi è sopraggiunta una vettura imbottita di esplosivo. Danni agli edifici circostanti. È il secondo attacco nella zona del Sinai da inizio anno.

14/12/2016 13:24:00 EGITTO

Cairo, lo Stato islamico rivendica l’attacco ai copti e promette nuove stragi

Un kamikaze, identificato con lo pseudonimo di Abu Abdallah al-Masri, si è “mescolato fra la folla” e “ha azionato la cintura esplosiva”. Nel mirino dei miliziani “ogni infedele e apostata in Egitto e da tutte le altre parti”. La testimonianza del sacerdote che celebrava messa al momento dell'attacco.

enviar a un amigo
Versión para imprimir
Vaticano

papa


Francisco


persecución


libertad religiosa 


30/09/2014 VATICANO
Papa: Prepararse y rezar: son las "cosas" para hacer a la vista de los "tiempos oscuros" que "tenemos"
"Nuestra vida es demasiado fácil, nuestras quejas son quejas de teatro". Pensemos en las grandes tragedias, en "estos hermanos nuestros que por ser cristianos han sido expulsados ​​de su casa y han quedado sin nada: 'Pero, Señor, yo he creído en ti. ¿Por qué? ¿Creer en Ti es una maldición, Señor?'". 

12/10/2016 14:11:00 VATICANO
Papa: “El enemigo” nos enseña “el ecumenismo de la sangre”
Quien persigue a los cristianos no hace distinción entre católicos, ortodoxos y protestantes. El camino para la unidad no es sólo el trabajo, muy importante de los teólogos, sino es rezar los unos por los otros, trabajar juntos para quien está en la necesidad.


07/09/2015 VATICANO
El Papa critica el continuo martirio de tantos cristianos ante "el silencio cómplice de muchas potencias que podrían detenerlo"
El Papa Francisco ha concelebrado con el nuevo Patriarca de Cilicia de los Armenios, y con todos los obispos del Sínodo de la Iglesia patriarcal armenio- católica. "La primera nación que se convirtió al cristianismo: la primera. Perseguida sólo por ser cristiana". No sabemos qué va a pasar aquí. ¡No lo sabemos! Pero que el Señor nos dé la gracia, si un día sucede aquí esta persecución, el coraje".



30/06/2014 VATICANO
Papa: hoy hay más mártires en la Iglesia que en los primeros siglos, perseguidos o "expulsados con guantes blancos"
"Sabemos que no hay crecimiento sin el Espíritu: es Él quien hace la Iglesia". "Pero también se requiere el testimonio de los cristianos. Y cuando el testigo llega al final, cuando las circunstancias históricas nos piden un testimonio fuerte, son los mártires, los mayores testigos. 

02/10/2016 14:59:00 AZERBAIYAN – VATICANO
El Papa en Azerbaiyán: el servicio es el estilo de vida del cristiano
En la misa celebrada en Bakú, Francisco recuerda la persecución de los años de la URSS. El Papa no “pierde el tiempo” al hacer tantos kilómetros por unos pocos cientos de fieles, sino que “imita al Espíritu Santo” que en el Cenáculo dio coraje a una pequeña comunidad.
EGITTO - ISLAM
Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico


In soli 10 giorni vi sono stati sette morti. Alcuni uccisi con armi da fuoco, altri decapitati, altri bruciati vivi. I fuggitivi sono stati accolti a Ismailya, a Suez, al Cairo. I cristiani sono la nuova preda di Daesh.



Il Cairo (AsiaNews) – Decine di famiglie copte sono fuggite da Al Arich, capoluogo del governatorato del Nord-Sinai dopo una serie di attacchi la settimana scorsa, costati la vita a sette cristiani.
Già nel 2014 lo Stato islamico aveva proclamato questa zona “Wilayat Sinai” (Provincia del Sinai), situata all’est dell’Egitto, con una superficie di circa 61mila kmq . L’area è anche quella in cui le forze di sicurezza combattono i terroristi di Daesh da almeno cinque anni.
La situazione è divenuta insostenibile dopo che in pochi giorni sono stati assassinati alcuni copti. Kamel Raouf , 40 anni, è stato ucciso con armi da fuoco, mentre sua figlia Justina è stata decapitata e la loro casa è stata bruciata. Saad Hakim, 65 anni, è stato colpito a morte; prima di morire, suo figlio, 40 anni, è stato bruciato vivo davanti ai suoi occhi. All’inizio della scorsa settimana, un medico di 67 anni, un commerciante di 45 anni e un insegnante di 55 anni sono stati uccisi con un’arma da fuoco. In soli 10 giorni vi sono stati sette morti.
Una fonte ecclesiale stima che il numero di copti fuggiti da Al-Arich arriva fino a 1000 persone, ossia circa 40 famiglie, su un totale di 1700 cittadini copti registrati nel capoluogo. Da parte sua il governatore del Nord Sinai ha deciso di considerare i copti che si assentano dalla scuola o dal lavoro come se fossero in permesso.
Le 40 famiglie fuggitive sono state accolte in parte nei locali di una chiesa protestante in un comune che si trova sulle rive del Canale di Suez. Vestiti, mobili e altre donazioni stanno giungendo di continuo nella piccola chiesa di Ismailya. Alcune famiglie hanno raggiunto i parenti nella capitale del Cairo o a Suez, sul canale.
Il dramma dei copti spinge allo scetticismo. Solo poco tempo fa essi hanno visto snodarsi sotto gli occhi della sicurezza i funerali del famoso sheikh Omar Abdel Rahman, autore di diverse fatwa (editti religiosi) jihadisti contro il potere politico, l’esercito, la cultura e le arti, il turismo e naturalmente i copti. Per ora i copti del Sinai hanno una sola scelta: essere uccisi – o bruciati vivi – oppure fuggire. È il loro turno di essere preda dello Stato islamico, dopo le forze di sicurezza che hanno perduto migliaia di uomini nel loro tentativo di contrastare il terrorismo islamico in questa zona.   
egitto



27/02/2017 13:08:00 EGITTO - ISLAM
In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore
Uccisioni a bruciapelo, ruberie, incendi: le testimonianze dei cristiani copti fuggiti da Al Arish. Alcuni di loro avevano combattuto la guerra del Sinai nel 1973 e ora sono bollati da Daesh come “crociati”. Sulle case le scritte “Partite!”, o minacce di morte. Famiglie suddivise in diverse vetture per evitare che in un attacco tutti muoiano contemporaneamente. Segni di amicizia da musulmani di Ismailya.
21/02/2015 EGITTO-LIBIA-ISLAM
Copti decapitati in Libia: il calvario delle famiglie, il dolore dei musulmani
I giovani uccisi dallo Stato islamico erano in Libia per lavorare, molti di loro aspettavano di sposarsi e intanto aiutavano i loro parenti in patria. Padri, madri, mogli, fratelli degli uccisi sotto shock. Svenimenti, cadute, ricoveri in ospedale dopo la notizia della tragedia. La solidarietà dei villaggi, delle Chiese, della nazione, sempre più unita. La lista degli uccisi. Dal corrispondente di AsiaNews in Egitto. Prima parte.



01/07/2016 12:26:00 EGITTO
Sinai, portavoce Chiesa cattolica: I cristiani sono considerati "obiettivi legittimi"
P. Rafic Greiche: milizie estremiste considerano i non wahabbiti “dei nemici da colpire”. L’area è “da tempo” teatro di violenze; per i miliziani chiese e sacerdoti sono “un target legittimo”. L’uccisione del sacerdote copto ortodosso in concomitanza con l’anniversario della deposizione di Morsi: "Un evento non casuale”.






09/01/2017 13:02:00 EGITTO
Sinai, attacco a un checkpoint della sicurezza egiziana: otto morti e dieci feriti
Nell’attentato coinvolti poliziotti e civili. Finora non vi sono rivendicazioni ufficiali dell’attentato. Un gruppo di terroristi ha aperto il fuoco a un punto di controllo, poi è sopraggiunta una vettura imbottita di esplosivo. Danni agli edifici circostanti. È il secondo attacco nella zona del Sinai da inizio anno.





27/02/2017, EGIPTO - ISLAM

Cristianos de Sinaí del Norte huyen de la violencia del Estado islámico Loula Lahham





En tan sólo 10 días, ya hubo siete muertos. Algunos fueron muertos con armas de fuego, otros decapitados, otros quemados vivos. Las personas que huyen son acogidas en Ismailya, en Suez, y en El Cairo. Los cristianos son la nueva presa de Daesh.


El Cairo (AsiaNews) – Decenas de familias coptas han huido de Al Arich, centro administrativo de la Gobernación de Sinaí del Norte, luego de una serie de ataques ocurridos la semana pasada, que costaron la vida a siete cristianos.
Ya en el 2014 el Estado islámico proclamó dicha zona “Wilayat Sinai” (Provincia del Sinaí), situada al este de Egipto, con una superficie de aproximadamente 61.000 kilómetros cuadrados. Es también el área en la cual las fuerzas de seguridad combaten a los terroristas de Daesh desde hace por lo menos cinco años.
La situación se ha vuelto insostenible luego de que, en el lapso de pocos días, fueron asesinados algunos coptos. Kamel Raouf , de 40 años de edad, fue asesinado con armas de fuego, en tanto su hija Justina fue decapitada y su casa incendiada. Saad Hakim, de 65 años fue golpeado hasta morir; antes de morir, su hijo, de 40 años, fue quemado vivo ante sus ojos. A principios de la semana pasada, un médico de 67 años, un comerciante de 45 y un docente de 55 fueron muertos con un arma de fuego. En sólo diez días ya hubo siete muertos.
Una fuente eclesial estima que el número de coptos que han huido de Al-Arich llega a 1.000 personas, es decir, unas 40 familias, sobre un total de 1.700 ciudadanos coptos registrados en la ciudad cabecera. Por su parte, el gobernador de Sinaí del Norte ha decidido que a los coptos que se ausenten de la escuela y del trabajo se los considere de licencia especial.
Parte de las 40 familias fugitivas han sido acogidas en las instalaciones de una iglesia protestante en una comuna que se encuentra sobre la ribera del Canal de Suez. Vestimenta, muebles y otras donaciones están llegando de manera continua a la pequeña iglesia de Ismailya. Algunas familias se han reunido con sus parientes en la capital de El Cairo o bien en Suez, sobre el canal.
El drama de los coptos genera escepticismo. Hace poco tiempo ellos vieron desarrollarse, ante la mirada de las fuerzas de seguridad, el funeral del famoso jeque Omar Abdel Rahman, autor de diversas fatwas (edictos religiosos) yihadistas dirigidas contra el poder político, el ejército, la cultura y las artes, el turismo y, como era de esperar, contra los coptos. Por el momento, los coptos del Sinaí tienen una sola opción: ser asesinados –o quemados vivos- o bien huir. Es su turno de ser presa del Estado islámico, luego de que las fuerzas de seguridad perdieran a miles de hombres en un intento de hacer frente al terrorismo islámico en esta zona.

egipto

islam

libertad religiosa

persecución

coptos

estado islámico

violencia

27/02/2017 14:21:00 EGIPTO - ISLAM

Huyendo del Sinaí: las familias cristianas narran el terror



Asesinatos a quemarropa, robos, incendios: los testimonios de los cristianos coptos que huyeron de Al Arish. Algunos de ellos han combatido en el frente en la Guerra del Sinaí en 1973 y ahora Daesh los tilda de “cruzados”. En sus casas se leen las leyendas “¡Váyanse!”, o amenazas de muerte. Las familias parten subdivididas en varios automóviles para evitar que todos mueran simultáneamente en caso de un ataque. Signos de amistad de los musulmanes de Ismailya.
01/07/2016 13:45:00 EGIPTO

Portavoz de la Iglesia Católica en el Sinaí: los cristianos son considerados "objetivos legítimos"



P. Rafic Greiche: las milicias extremistas consideran a los no wahabbis "enemigos para atacar", La zona es por "largo tiempo" teatro de la violencia; para los milicianos las iglesias y sacerdotes son "un objetivo legítimo". El asesinato del sacerdote copto ortodoxo, coincidiendo con el aniversario de la deposición de Morsi: "Un evento no aleatorio".
14/12/2016 15:35:00 EGIPTO

El Cairo, el Estado islámico reivindica el ataque a los coptos y promete nuevas masacres



Un kamikaze, identificado con el seudónimo de Abu Abdallah al-Masri, se “mezcló entre la multitud” y “accionó un cinturón explosivo”. En la mira de los milicianos se encuentra “todo infiel y apóstata de Egipto y de cualquier otra parte”. El testimonio del sacerdote que estaba celebrando la misa en el momento del ataque. 27/02/2017, EGITTO - ISLAM

In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore


Uccisioni a bruciapelo, ruberie, incendi: le testimonianze dei cristiani copti fuggiti da Al Arish. Alcuni di loro avevano combattuto la guerra del Sinai nel 1973 e ora sono bollati da Daesh come “crociati”. Sulle case le scritte “Partite!”, o minacce di morte. Famiglie suddivise in diverse vetture per evitare che in un attacco tutti muoiano contemporaneamente. Segni di amicizia da musulmani di Ismailya.
Ismailya (AsiaNews) - In poco più di due giorni, decine di famiglie cristiane – quasi 1000 persone, in maggioranza copti – sono fuggiti dal Nord Sinai in seguito alle violenze subite ad opera dello Stato islamico che settimane prima aveva promesso di rafforzare i suoi attacchi contro “gli infedeli d’Egitto”. Così, in 10 giorni sono stati uccise sette persone: a colpi di arma da fuoco, decapitati, bruciati vivi. Le famiglie fuggite sono state accolte a Ismailya, a Suez e al Cairo e la gente – cristiani e musulmani – cerca di aiutarli in qualche modo ospitandoli in case sfitte, dando loro vestiti o utensili, offrendo il loro servizio. Ecco alcune delle voci raccolte. Hanno suonato alla mia porta alle 10 di sera. Due uomini
incappucciati hanno sparato su mio figlio e sono entrati con la forza, imbracciando armi automatiche. Avevano una lista di nomi dei cristiani del quartiere. Hanno aperto la camera da letto e hanno sparato a mio marito (76 anni). Mi hanno domandato dove era l’oro, ma io non avevo che la mia fede al dito. Poi hanno appiccato il fuoco alla casa.
Nabila Fawzi, copta fuggita da Al-Arich


Qualche copto di Al Arich aveva trovato scritto sulle porte delle loro case alcune minacce di morte, o magari solo la parola “Partite!”. Ci accusano di essere di “crociati”. Noi abbiamo lasciato tutto: abbiamo paura per la vita dei nostri figli, che ormai perderanno il loro anno scolastico.
Hanna Daniel, fuggitiva


E’ qualcosa di inimmaginabile! Ma è possibile che per trasportare le nostre cose fuori della città di Al Arich, dobbiamo avere un permesso del sindaco per far uscire i camion?
Un fuggitivo, che ha richiesto l’anonimato


Ora siamo per la strada. Ho distribuito i membri della mia famiglia su tre vetture, per paura che essi muoiano tutti nello stesso tempo a causa di un’esplosione o di una fucilata.
Qadri, copto di Al Arich


Io sono un medico e mi presento come volontaria per occuparmi della salute degli anziani e dei malati rifugiati nella vostra chiesa. Ho la possibilità di procurarmi anche delle medicine.
Dott. Zeinab, una donna velata, medico che vive ad Ismailya


Preferisco andare a casa di un mio amico, per lasciare il mio posto a una famiglia che cerca rifugio. Sono fuggito con mia moglie e i miei tre bambini. Il più piccolo, Rami, è abituato a sentire i colpi delle armi da fuoco e le esplosioni. Ma il più grande, Joseph, trema ad ogni rumore. Abbiamo deciso di partire senza preoccuparci di tutte le perdite finanziarie a cui andiamo incontro.
Un padre di famiglia, fuggito da Al Arich


Mio marito è stato ucciso ad Al Arich il 9 gennaio scorso dai terroristi. Noi amiamo questa terra. Mio marito l’ha difesa contro gli attacchi dei colonizzatori israeliani nel 1973. Non meritiamo tutto questo.
Oum Ossama, vedova in fuga da Al Arich


Abbiamo cominciato ad aver paura perfino della nostra ombra. Temiamo di essere seguiti e abbattuti con un colpo di pistola alle spalle. I cristiani sono presi di mira in una maniera straziante.
Un giovane che richiede l’anonimato
Christians flee Islamic State violence in North Sinai In only ten days, seven people have been shot, beheaded or burnt to death. Refugees have been welcomed in


Ismailia, Suez, and Cairo. Christians are Daesh’s new target.


Cairo (AsiaNews) – Dozens of Coptic families have fled El Arīsh, capital of the North Sinai governorate, following a series of attacks that cost the lives of seven Christians last week.

Located in eastern Egypt, the area covers some 61,000 sq km. In 2014, the Islamic State (Daesh) set up its self-proclaimed Wilayat Sinai it (Sinai Province).

Egyptian security forces have been fighting the group for the past five years. But for Copts, the situation has become unbearable after several of their co-religionists were murdered in the past few days.

Whilst Kamel Raouf, 40, was shot dead, his daughter Justina was beheaded and their house torched. Saad Hakim, 65, was shot dead, his son, 40, was burned alive before his eyes. Earlier in the week, a 67-year-old doctor, a 45-year-old merchant, and a 55-year-old teacher were shot to death. Seven people in just ten days.

A Church source estimates that up to a thousand Copts have fled El Arīsh, or about 40 families, out of 1,700 Copts living in the town. In view of the situation, the governor of North Sinai decided that Copts absent from school or work are on a furlough.

A Protestant church on the Suez Canal took in some of the 40 families. Donations in goods and cash have been pouring into the small church in Ismailia. Other families found shelter with relatives in the capital Cairo or in the city of Suez.

Many Copts are reacting to tragedy with a great deal of scepticism, especially after security forces stood by Sheikh Omar Abdel-Rahman’s funeral. The well-known cleric issued several jihadi fatwas (religious opinions) against the government, the military, culture, arts, tourism and, of course, the Copts.

For now, Sinai Copts have a stark choice: shot or burnt to death or flee. It is now their turn to be the target of the Islamic state after the security forces lost thousands of men in their attempts to counter Islamic terrorism in this area.
27/02/2017, EGIPTO - ISLAM cristianos de Sinaí del Norte huyen de la violencia del Estado islámico


En tan sólo 10 días, ya hubo siete muertos. Algunos fueron muertos con armas de fuego, otros decapitados, otros quemados vivos. Las personas que huyen son acogidas en Ismailya, en Suez, y en El Cairo. Los cristianos son la nueva presa de Daesh.




El Cairo (AsiaNews) – Decenas de familias coptas han huido de Al Arich, centro administrativo de la Gobernación de Sinaí del Norte, luego de una serie de ataques ocurridos la semana pasada, que costaron la vida a siete cristianos.

Ya en el 2014 el Estado islámico proclamó dicha zona “Wilayat Sinai” (Provincia del Sinaí), situada al este de Egipto, con una superficie de aproximadamente 61.000 kilómetros cuadrados. Es también el área en la cual las fuerzas de seguridad combaten a los terroristas de Daesh desde hace por lo menos cinco años.

La situación se ha vuelto insostenible luego de que, en el lapso de pocos días, fueron asesinados algunos coptos. Kamel Raouf , de 40 años de edad, fue asesinado con armas de fuego, en tanto su hija Justina fue decapitada y su casa incendiada. Saad Hakim, de 65 años fue golpeado hasta morir; antes de morir, su hijo, de 40 años, fue quemado vivo ante sus ojos. A principios de la semana pasada, un médico de 67 años, un comerciante de 45 y un docente de 55 fueron muertos con un arma de fuego. En sólo diez días ya hubo siete muertos.

Una fuente eclesial estima que el número de coptos que han huido de Al-Arich llega a 1.000 personas, es decir, unas 40 familias, sobre un total de 1.700 ciudadanos coptos registrados en la ciudad cabecera. Por su parte, el gobernador de Sinaí del Norte ha decidido que a los coptos que se ausenten de la escuela y del trabajo se los considere de licencia especial.

Parte de las 40 familias fugitivas han sido acogidas en las instalaciones de una iglesia protestante en una comuna que se encuentra sobre la ribera del Canal de Suez. Vestimenta, muebles y otras donaciones están llegando de manera continua a la pequeña iglesia de Ismailya. Algunas familias se han reunido con sus parientes en la capital de El Cairo o bien en Suez, sobre el canal.

El drama de los coptos genera escepticismo. Hace poco tiempo ellos vieron desarrollarse, ante la mirada de las fuerzas de seguridad, el funeral del famoso jeque Omar Abdel Rahman, autor de diversas fatwas (edictos religiosos) yihadistas dirigidas contra el poder político, el ejército, la cultura y las artes, el turismo y, como era de esperar, contra los coptos. Por el momento, los coptos del Sinaí tienen una sola opción: ser asesinados –o quemados vivos- o bien huir. Es su turno de ser presa del Estado islámico, luego de que las fuerzas de seguridad perdieran a miles de hombres en un intento de hacer frente al terrorismo islámico en esta zona.


egipto


islam


libertad religiosa


persecución


coptos


estado islámico


violencia


27/02/2017 14:21:00 EGIPTO - ISLAM

Huyendo del Sinaí: las familias cristianas narran el terror

Asesinatos a quemarropa, robos, incendios: los testimonios de los cristianos coptos que huyeron de Al Arish. Algunos de ellos han combatido en el frente en la Guerra del Sinaí en 1973 y ahora Daesh los tilda de “cruzados”. En sus casas se leen las leyendas “¡Váyanse!”, o amenazas de muerte. Las familias parten subdivididas en varios automóviles para evitar que todos mueran simultáneamente en caso de un ataque. Signos de amistad de los musulmanes de Ismailya.

01/07/2016 13:45:00 EGIPTO

Portavoz de la Iglesia Católica en el Sinaí: los cristianos son considerados "objetivos legítimos"

P. Rafic Greiche: las milicias extremistas consideran a los no wahabbis "enemigos para atacar", La zona es por "largo tiempo" teatro de la violencia; para los milicianos las iglesias y sacerdotes son "un objetivo legítimo". El asesinato del sacerdote copto ortodoxo, coincidiendo con el aniversario de la deposición de Morsi: "Un evento no aleatorio".



14/12/2016 15:35:00 EGIPTO

El Cairo, el Estado islámico reivindica el ataque a los coptos y promete nuevas masacres

Un kamikaze, identificado con el seudónimo de Abu Abdallah al-Masri, se “mezcló entre la multitud” y “accionó un cinturón explosivo”. En la mira de los milicianos se encuentra “todo infiel y apóstata de Egipto y de cualquier otra parte”. El testimonio del sacerdote que estaba celebrando la misa en el momento del ataque.

13/12/2016 19:25:00 EGIPTO

El Cairo, tras el ataque a la catedral copta, la mano de los Hermanos Musulmanes

Fueron arrestadas cuatro personas, una de ellas mujer, por el ataque del 11 de diciembre. Otras dos personas están siendo buscadas y hasta el momento siguen prófugas. Fue identificado un kamikaze; según los investigadores, estaría vinculado con la Hermandad. Pero el movimiento niega todo involucramiento en el atentado. El momento de la explosión fue capturado por una cámara de seguridad del patriarcado.

12/12/2016 14:41:00 EGIPTO

Francisco llama a Tawadros II: condolencias y solidaridad a los coptos, víctimas del atentado

El Papa cerca de la comunidad “atacada”, en especial modo mujeres y niños que “representan el número más alto entre las víctimas”. El ecumenismo de la sangre de los mártires y la oración por la paz en Egipto y en el mundo. En El Cairo se realizaron los funerales, presididos por el patriarca Tawadros II. Los terroristas “han ofendido a la nación entera”.

egitto

islam

libertà religiosa

persecuzione

copti

stato islamico

sinai

violenze 27/02/2017 11:58:00 EGITTO - ISLAM

Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico
27/02/2017, EGITTO - ISLAM, In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore


Uccisioni a bruciapelo, ruberie, incendi: le testimonianze dei cristiani copti fuggiti da Al Arish. Alcuni di loro avevano combattuto la guerra del Sinai nel 1973 e ora sono bollati da Daesh come “crociati”. Sulle case le scritte “Partite!”, o minacce di morte. Famiglie suddivise in diverse vetture per evitare che in un attacco tutti muoiano contemporaneamente. Segni di amicizia da musulmani di Ismailya. Ismailya (AsiaNews) - In poco più di due giorni, decine di famiglie cristiane – quasi 1000 persone, in maggioranza copti – sono fuggiti dal Nord Sinai in seguito alle violenze subite ad opera dello Stato islamico che settimane prima aveva promesso di rafforzare i suoi attacchi contro “gli infedeli d’Egitto”. Così, in 10 giorni sono stati uccise sette persone: a colpi di arma da fuoco, decapitati, bruciati vivi. Le famiglie fuggite sono state accolte a Ismailya, a Suez e al Cairo e la gente – cristiani e musulmani – cerca di aiutarli in qualche modo ospitandoli in case sfitte, dando loro vestiti o utensili, offrendo il loro servizio. Ecco alcune delle voci raccolte.



Hanno suonato alla mia porta alle 10 di sera. Due uomini incappucciati hanno sparato su mio figlio e sono entrati con la forza, imbracciando armi automatiche. Avevano una lista di nomi dei cristiani del quartiere. Hanno aperto la camera da letto e hanno sparato a mio marito (76 anni). Mi hanno domandato dove era l’oro, ma io non avevo che la mia fede al dito. Poi hanno appiccato il fuoco alla casa.

Nabila Fawzi, copta fuggita da Al-Arich

Qualche copto di Al Arich aveva trovato scritto sulle porte delle loro case alcune minacce di morte, o magari solo la parola “Partite!”. Ci accusano di essere di “crociati”. Noi abbiamo lasciato tutto: abbiamo paura per la vita dei nostri figli, che ormai perderanno il loro anno scolastico.

Hanna Daniel, fuggitiva E’ qualcosa di inimmaginabile! Ma è possibile che per trasportare le nostre cose fuori della città di Al Arich, dobbiamo avere un permesso del sindaco per far uscire i camion?

Un fuggitivo, che ha richiesto l’anonimato Ora siamo per la strada. Ho distribuito i membri della mia famiglia su tre vetture, per paura che essi muoiano tutti nello stesso tempo a causa di un’esplosione o di una fucilata.

Qadri, copto di Al Arich Io sono un medico e mi presento come volontaria per occuparmi della salute degli anziani e dei malati rifugiati nella vostra chiesa. Ho la possibilità di procurarmi anche delle medicine.

Dott. Zeinab, una donna velata, medico che vive ad Ismailya Preferisco andare a casa di un mio amico, per lasciare il mio posto a una famiglia che cerca rifugio. Sono fuggito con mia moglie e i miei tre bambini. Il più piccolo, Rami, è abituato a sentire i colpi delle armi da fuoco e le esplosioni. Ma il più grande, Joseph, trema ad ogni rumore. Abbiamo deciso di partire senza preoccuparci di tutte le perdite finanziarie a cui andiamo incontro.

Un padre di famiglia, fuggito da Al Arich

Mio marito è stato ucciso ad Al Arich il 9 gennaio scorso dai terroristi. Noi amiamo questa terra. Mio marito l’ha difesa contro gli attacchi dei colonizzatori israeliani nel 1973. Non meritiamo tutto questo.

Oum Ossama, vedova in fuga da Al Arich Abbiamo cominciato ad aver paura perfino della nostra ombra. Temiamo di essere seguiti e abbattuti con un colpo di pistola alle spalle. I cristiani sono presi di mira in una maniera straziante.

Un giovane che richiede l’anonimato



egitto


islam


libertà religiosa


persecuzione


copti


stato islamico


sinai


violenze
27/02/2017 11:58:00 EGITTO - ISLAM

Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico

In soli 10 giorni vi sono stati sette morti. Alcuni uccisi con armi da fuoco, altri decapitati, altri bruciati vivi. I fuggitivi sono stati accolti a Ismailya, a Suez, al Cairo. I cristiani sono la nuova preda di Daesh.



21/02/2015 EGITTO-LIBIA-ISLAM

Copti decapitati in Libia: il calvario delle famiglie, il dolore dei musulmani

I giovani uccisi dallo Stato islamico erano in Libia per lavorare, molti di loro aspettavano di sposarsi e intanto aiutavano i loro parenti in patria. Padri, madri, mogli, fratelli degli uccisi sotto shock. Svenimenti, cadute, ricoveri in ospedale dopo la notizia della tragedia. La solidarietà dei villaggi, delle Chiese, della nazione, sempre più unita. La lista degli uccisi. Dal corrispondente di AsiaNews in Egitto. Prima parte.
01/07/2016 12:26:00 EGITTO

Sinai, portavoce Chiesa cattolica: I cristiani sono considerati "obiettivi legittimi"

P. Rafic Greiche: milizie estremiste considerano i non wahabbiti “dei nemici da colpire”. L’area è “da tempo” teatro di violenze; per i miliziani chiese e sacerdoti sono “un target legittimo”. L’uccisione del sacerdote copto ortodosso in concomitanza con l’anniversario della deposizione di Morsi: "Un evento non casuale”.



09/01/2017 13:02:00 EGITTO

Sinai, attacco a un checkpoint della sicurezza egiziana: otto morti e dieci feriti

Nell’attentato coinvolti poliziotti e civili. Finora non vi sono rivendicazioni ufficiali dell’attentato. Un gruppo di terroristi ha aperto il fuoco a un punto di controllo, poi è sopraggiunta una vettura imbottita di esplosivo. Danni agli edifici circostanti. È il secondo attacco nella zona del Sinai da inizio anno.

14/12/2016 13:24:00 EGITTO

Cairo, lo Stato islamico rivendica l’attacco ai copti e promette nuove stragi

Un kamikaze, identificato con lo pseudonimo di Abu Abdallah al-Masri, si è “mescolato fra la folla” e “ha azionato la cintura esplosiva”. Nel mirino dei miliziani “ogni infedele e apostata in Egitto e da tutte le altre parti”. La testimonianza del sacerdote che celebrava messa al momento dell'attacco.

In soli 10 giorni vi sono stati sette morti. Alcuni uccisi con armi da fuoco, altri decapitati, altri bruciati vivi. I fuggitivi sono stati accolti a Ismailya, a Suez, al Cairo. I cristiani sono la nuova preda di Daesh.
21/02/2015 EGITTO-LIBIA-ISLAM

Copti decapitati in Libia: il calvario delle famiglie, il dolore dei musulmani

I giovani uccisi dallo Stato islamico erano in Libia per lavorare, molti di loro aspettavano di sposarsi e intanto aiutavano i loro parenti in patria. Padri, madri, mogli, fratelli degli uccisi sotto shock. Svenimenti, cadute, ricoveri in ospedale dopo la notizia della tragedia. La solidarietà dei villaggi, delle Chiese, della nazione, sempre più unita. La lista degli uccisi. Dal corrispondente di AsiaNews in Egitto. Prima parte.
01/07/2016 12:26:00 EGITTO

Sinai, portavoce Chiesa cattolica: I cristiani sono considerati "obiettivi legittimi"
EGYPT – ISLAM

Fleeing the Sinai, Christian families speak about the terror they experienced

Loula Lahham

Copts who fled El Arīsh tell harrowing stories of point-blank shootings, robberies and fires. Some of those who fought in the Sinai War in 1973 are now branded "Crusaders" by Daesh. Death threats have appeared on homes, or just the word “Go”. Some refugees sleep in several cars to ensure that some at least survive in case of an attack. Muslims in Ismailia show friendship.




Ismailia (AsiaNews) – In a little more than two days, dozens of Christian families – almost a thousand people, mostly Copts – fled northern Sinai after the Islamic State fulfilled its promise of attacking "Egypt’s infidels". In the past ten days, the group has shot to death, beheaded, or burnt alive seven people. Refugees found shelter in Ismailia, Suez and Cairo among Christians and Muslims, settled in vacant homes, received clothes and utensils, and more. Here are some of their first-hand stories.

They rang at my door at 10 pm. Two hooded men with automatic weapons shot my son and forced their way inside. They had a list with the names of local Christians. They opened the door to the bedroom and shot my 76-year-old husband. They asked for gold but I only had my wedding ring. Then they set fire to the house.

Nabila Fawzi, a Coptic woman who fled El Arīsh

Some Copts in El Arīsh found death threats written on the door of their homes, or sometimes just a single word "Go”. They accuse us of being “Crusaders”. We left everything fearing for the lives of our children who will end up losing a school year.

Hanna Daniel, a woman who fled

Can you imagine that to get our stuff out of the city of El Arīsh we had to get city hall to authorise lorries to leave!

A man who required anonymity

Now we are out into the street. I put my family into three cars, lest they all die at the same time in an explosion or shooting.

Qadri, a Coptic man from El Arīsh

I am a doctor and I volunteer to check on the health of old and sick refugees at your church. I can even get some medicine.

Dr Zeinab, a veiled woman doctor living in Ismailia

I preferred to go to a friend's house, to leave room for a family seeking shelter. I fled with my wife and three children. The smallest, Rami, is used to the sound of gunfire and explosions. But the eldest, Joseph, shakes at every noise. We decided to leave whatever our financial losses.

A father who fled El Arīsh

Terrorists killed my husband in El Arīsh on 9 January. We love this land and my husband defended it against the attacks of Israeli settlers in 1973. We do not deserve this.

Oum Ossama, a widow who fled El Arīsh

We have started to be afraid of our own shadows. We are afraid of being followed and shot in the back. It’s dreadful that Christians are targeted.

A young man who requested anonymity

P. Rafic Greiche: milizie estremiste considerano i non wahabbiti “dei nemici da colpire”. L’area è “da tempo” teatro di violenze; per i miliziani chiese e sacerdoti sono “un target legittimo”. L’uccisione del sacerdote copto ortodosso in concomitanza con l’anniversario della deposizione di Morsi: "Un evento non casuale”. EGYPT – ISLAM

fleeing the Sinai, Christian families speak about the terror they experienced Copts who fled El Arīsh tell harrowing



stories of point-blank shootings, robberies and fires. Some of those who fought in the Sinai War in 1973 are now branded "Crusaders" by Daesh. Death threats have appeared on homes, or just the word “Go”. Some refugees sleep in several cars to ensure that some at least survive in case of an attack. Muslims in Ismailia show friendship.
Ismailia (AsiaNews) – In a little more than two days, dozens of Christian families – almost a thousand people, mostly Copts – fled northern Sinai after the Islamic State fulfilled its promise of attacking "Egypt’s infidels". In the past ten days, the group has shot to death, beheaded, or burnt alive seven people. Refugees found shelter in Ismailia, Suez and Cairo among Christians and Muslims, settled in vacant homes, received clothes and utensils, and more. Here are some of their first-hand stories.
They rang at my door at 10 pm. Two hooded men with automatic weapons shot my son and forced their way inside. They had a list with the names of local Christians. They opened the door to the bedroom and shot my 76-year-old husband. They asked for gold but I only had my wedding ring. Then they set fire to the house.
Nabila Fawzi, a Coptic woman who fled El Arīsh
Some Copts in El Arīsh found death threats written on the door of their homes, or sometimes just a single word "Go”. They accuse us of being “Crusaders”. We left everything fearing for the lives of our children who will end up losing a school year.
Hanna Daniel, a woman who fled
Can you imagine that to get our stuff out of the city of El Arīsh we had to get city hall to authorise lorries to leave!
A man who required anonymity
Now we are out into the street. I put my family into three cars, lest they all die at the same time in an explosion or shooting.
Qadri, a Coptic man from El Arīsh
I am a doctor and I volunteer to check on the health of old and sick refugees at your church. I can even get some medicine.
Dr Zeinab, a veiled woman doctor living in Ismailia
I preferred to go to a friend's house, to leave room for a family seeking shelter. I fled with my wife and three children. The smallest, Rami, is used to the sound of gunfire and explosions. But the eldest, Joseph, shakes at every noise. We decided to leave whatever our financial losses.
A father who fled El Arīsh
Terrorists killed my husband in El Arīsh on 9 January. We love this land and my husband defended it against the attacks of Israeli settlers in 1973. We do not deserve this.
Oum Ossama, a widow who fled El Arīsh
We have started to be afraid of our own shadows. We are afraid of being followed and shot in the back. It’s dreadful that Christians are targeted.
A young man who requested anonymity
09/01/2017 13:02:00 EGITTO

Sinai, attacco a un checkpoint della sicurezza egiziana: otto morti e dieci feriti



Nell’attentato coinvolti poliziotti e civili. Finora non vi sono rivendicazioni ufficiali dell’attentato. Un gruppo di terroristi ha aperto il fuoco a un punto di controllo, poi è sopraggiunta una vettura imbottita di esplosivo. Danni agli edifici circostanti. È il secondo attacco nella zona del Sinai da inizio anno.


14/12/2016 13:24:00 EGITTO

Cairo, lo Stato islamico rivendica l’attacco ai copti e promette nuove stragi



Un kamikaze, identificato con lo pseudonimo di Abu Abdallah al-Masri, si è “mescolato fra la folla” e “ha azionato la cintura esplosiva”. Nel mirino dei miliziani “ogni infedele e apostata in Egitto e da tutte le altre parti”. La testimonianza del sacerdote che celebrava messa al momento dell'attacco.



13/12/2016 19:25:00 EGIPTO

El Cairo, tras el ataque a la catedral copta, la mano de los Hermanos Musulmanes



Fueron arrestadas cuatro personas, una de ellas mujer, por el ataque del 11 de diciembre. Otras dos personas están siendo buscadas y hasta el momento siguen prófugas. Fue identificado un kamikaze; según los investigadores, estaría vinculado con la Hermandad. Pero el movimiento niega todo involucramiento en el atentado. El momento de la explosión fue capturado por una cámara de seguridad del patriarcado.
12/12/2016 14:41:00 EGIPTO

Francisco llama a Tawadros II: condolencias y solidaridad a los coptos, víctimas del atentado



El Papa cerca de la comunidad “atacada”, en especial modo mujeres y niños que “representan el número más alto entre las víctimas”. El ecumenismo de la sangre de los mártires y la oración por la paz en Egipto y en el mundo. En El Cairo se realizaron los funerales, presididos por el patriarca Tawadros II. Los terroristas “han ofendido a la nación entera”.





14/12/2016 13:24:00 EGITTO
Cairo, lo Stato islamico rivendica l’attacco ai copti e promette nuove stragi
Un kamikaze, identificato con lo pseudonimo di Abu Abdallah al-Masri, si è “mescolato fra la folla” e “ha azionato la cintura esplosiva”. Nel mirino dei miliziani “ogni infedele e apostata in Egitto e da tutte le altre parti”. La testimonianza del sacerdote che celebrava messa al momento dell'attacco.








21:00




Glauco Benigni: I Grandi Mercanti del Web ora vogliono setacciare gli utenti



PandoraTV
6 ore fa

578 visualizzazioni



La libertà e il controllo nel web, le norme che dovrebbero regolarlo, i grandi soggetti che lo hanno costruito e lo animano... e così ...
Nuovo









3:18




Il ruolo di Hezbollah nella lotta al terrorismo



PandoraTV
20 ore fa

774 visualizzazioni



Immagini in esclusiva per l'emittente televisiva Al Manar e per Pandora TV sullo sforzo di Hezbollah in Siria contro Daesh e il ...
Nuovo







3:30




Nasce la rivolta del WEB contro gli aspiranti controllori



PandoraTV
1 giorno fa

2.680 visualizzazioni



Pubblichiamo il servizio trasmesso oggi da Repubblica tv sul convegno organizzato da Paola De Pin, Pandora tv e dalla WAC ...
Nuovo









2:54




PTV News 2.3.17 - Contro il bavaglio all’informazione. Iniziativa promossa da Pandora TV e WAC



PandoraTV
1 giorno fa

2.105 visualizzazioni



Giovedì 2 marzo presso la Sala dell'istituto di Santa Maria in Aquiro del Senato della Repubblica si è svolta la conferenza dal ...
Nuovo









49:19




Giulietto Chiesa - Intervento su Radio Padania



PandoraTV
3 settimane fa

9.671 visualizzazioni



Giulietto Chiesa è intervenuto a tutto campo, rispondendo sulle questioni più delicate del momento. Prima intervistasto dal ...









13:38




Giulietto Chiesa: "L’assassinio di Moro: una false flag americano-israeliana"



PandoraTV
8 mesi fa

18.465 visualizzazioni



L'assassinio di Aldo Moro: una false flag americano-israeliana che distorse nel sangue la storia d'Italia Il rapimento e l'omicidio di ...









8:32




PTV news 13 Febbraio 2017 - Medaglia al merito per terrorismo?



PandoraTV
2 settimane fa

3.490 visualizzazioni



Crimini di guerra a Palmira - La protesta sciita del Bahrein infiamma il Medio Oriente - L'isteria cyber anti-russa raggiunge anche ...









15:44




Giulietto Chiesa Intervista Osama Bin Laden



PandoraTV
5 mesi fa

20.800 visualizzazioni



Giulietto Chiesa è riuscito a fare il colpaccio: un'intervista a Osama Bin Laden in cui ogni mistero viene finalmente svelato. Vedere ...









2:59




La verità sulla guerra in Siria. Live sulla tv austriaca.



PandoraTV
2 mesi fa

15.112 visualizzazioni



Robert Lugar è un parlamentare austriaco eletto tra le file del Nationalrat. Invitato in studio da un emittente austriaca ha ...









7:13




PTV news 9 Febbraio 2017 - Terroristi e amici dei terroristi



PandoraTV
3 settimane fa

3.577 visualizzazioni



Tensione crescente tra Usa e Iran - Caro amico ti scrivo… - Mosca in allerta speciale - Missili su Israele - L'ultima battaglia del ...









6:14




PTV news 27 Gennaio 2017 - Trump - Putin incontro alle porte



PandoraTV
1 mese fa

3.166 visualizzazioni



I conservatori inglesi saltano sul carro di Trump - Google censura duecento siti web - Italia: Crollano le vendite al dettaglio - Cile ...









9:33




Il Punto di Giulietto Chiesa "Trump: Senza un cane pastore il gregge sbanda"



PandoraTV
3 settimane fa

16.552 visualizzazioni



Il commento di Giulietto Chiesa sulle prime mosse di Donald Trump e sui contraccolpi che inevitabilmente investiranno l'Europa e ...









7:02




No Comment 3.2.17 - Sangue a Donetsk



PandoraTV
1 mese fa

5.836 visualizzazioni



Putin: "Kiev ha bisogno di soldi" - Romania: Le piazze e Bruxelles contro la legge 'salva corrotti' - Esercito siriano avanza a Deir ...









2:21:59




[LIVE] PANDORA TV "NO MES"



PandoraTV
Trasmesso in streaming 1 mese fa

4.166 visualizzazioni



NO MES, l'Italia non deve cadere.









10:39




PTV news 1 Febbraio 2017 - Colpi di scena sulla perestrojka americana



PandoraTV
1 mese fa

7.738 visualizzazioni



La Cia ordina la ripresa delle ostilità in Donbass - I soldi sauditi e qatarioti rotolano in Siria - Tel Aviv risponde all'evacuazione di ...









1:05:05




IL GRANDE INGANNO DEL BOEING



PandoraTV
1 mese fa

6.965 visualizzazioni



Giulietto Chiesa introduce l'inchiesta definitiva sul volo MH17 che precipitò sui territori della attuale Repubblica Popolare di ...
CC









4:01




Mario Albanesi: Il mostro dei mari



PandoraTV
1 settimana fa

3.026 visualizzazioni



E' sperabile che Donald Trump fermi le provocazioni della Nato nel Mar Nero ai confini con la Russia dove la Gran Bretagna ha ...









1:23:19




Giulietto Chiesa: "Stiamo vivendo la III guerra mondiale a pezzi?"



PandoraTV
1 mese fa

25.905 visualizzazioni



Giulietto Chiesa è intervenuto a Genova in un convegno organizzato dal gruppo Gioia piena dal titolo "Stiamo vivendo la III guerra ...









10:28




Fervono i preparativi per l'incontro al vertice vertice Trump-Putin. Ma l'Italia non è pronta



PandoraTV
3 settimane fa

4.237 visualizzazioni



Donald Trump: Prossimo l'incontro anche con Xi Jinping - Mosca: La sorte del Trattato per la riduzione degli armamenti nucleari ...








Señora Cifuentes: respétenos, #LaLibertadEsDeTodos





Estimado amigo:






En los últimos días el pueblo español vive conmocionado ante el peligro que se cierne sobre las libertades ciudadanas.






Con ocasión de un autobús que ha circulado por Madrid proclamando las verdades de Pero Grullo se ha desatado todo el poder coercitivo del estado, interviniendo la policía, la fiscalía, y el poder judicial para neutralizar la visibilidad de la mayoría de la población española.






Lo políticamente correcto se está tratando de imponer a lo mayoritariamente sentido por la sociedad; el proclamar los propios sentimientos y creencias supone hoy en España un peligro si dichos sentimientos y creencias no están conformes con la verdad oficial.














Por eso te pedimos que firmes nuestra petición y le pidas a la Sra. Cifuentes que nos respete: http://www.tomasmoro.info/2017/03/04/senora-cifuentes-respetenos-lalibertadesdetodos/





Cicerón definió la recta razón como "una ley verdadera, conforme a la naturaleza, extendida a todos" (De republica, 3, 22, 33) pero hoy para nuestros políticos la recta razón es simplemente su propio capricho convertido en una imposición ideológica intolerable.






Por eso desde el Centro Jurídico Tomás Moro queremos proclamar la libertad de defender la verdad, la justicia y la dignidad de todas las personas independientemente de sus creencias, ideología, sexo, raza o situación socioeconómica.






Sabemos que nuestros políticos no están comprometidos con la libertad, pero creemos firmemente que cederán ante el impulso de una sociedad libre que está dispuesta a defender la dignidad de toda persona desde el mismo momento de su concepción hasta su muerte natural. Por ello te pedimos que firmes nuestra petición y le recuerdes a la señora Cifuentes que se ha olvidado que las instituciones son de todos y tiene la obligación de representar a todos los ciudadanos, de abstenerse de priorizar cualquier ideología y de respetar la libertad como patrimonio más seguro para construir una sociedad verdaderamente respetuosa con la dignidad humana.






#LaLibertadEsDeTodos y en su defensa la sociedad civil no cederá, ni claudicará.







Señora Cifuentes: respétenos, #LaLibertadEsDeTodos







FIRMA LA PETICIÓN



Después de firmar la petición puedes descubrir la verdad de las leyes totalitarias de género viendo nuestro vídeo sobre el peligro al que están sometidos nuestros menores con estas leyes pulsando sobre la siguiente imagen, o siguiendo este enlace: https://youtu.be/FAN-v5x8Hos






FIRMA LA PETICIÓN





VER EL VÍDEO





Puedes ayudarnos de las siguientes formas:






- Firmando la petición en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/2017/02/02/por-terapia-familiar-obligatoria-antes-divorcio/






- Viendo el vídeo en el siguiente enlace https://www.youtube.com/watch?v=FAN-v5x8Hos






- Reenviando este correo a tres personas de tu confianza.






- Compartiendo en redes sociales.






- Haciendo una donación pulsando en el siguiente enlace: http://www.tomasmoro.info/nosotros/donar/
, check out the newest TLDM headlines








View this email in your browser







Madhya Pradesh, radicali indù interrompono un matrimonio misto in una chiesa I radicali appartengono al gruppo di estrema destra Hindu Vahini. Accusano i cristiani di aver voluto convertire il futuro sposo, di religione indù. La coppia è stata costretta a posticipare le nozze e le celebrerà con un rituale vedico. Nello Stato è in vigore la legge contro le conversioni forzate che discrimina le minoranze.







Papa: “Non c’è Dio senza Cristo”, un dio senza Cristo, è “disincarnato”, non reale

03/03/2017

"catastrofico" Obama
- SIRIA

a Palmira “pieno controllo” dell’esercito siriano. Ginevra in stallo dopo il "catastrofico" Obama
Le forze governative, sostenute dai russi, hanno strappato per la seconda volta la storica città allo Stato islamico. A Ginevra la delegazione di Damasco accusa le opposizioni di tenere in “ostaggio” i colloqui di pace. Il fronte anti-Assad guarda a Trump e alla nuova amministrazione Usa dopo le “catastrofiche” politiche di Obama nella regione.

=======================
Dio fatto carne è il fondamento delle opere di misericordia. “Le piaghe dei nostri fratelli sono le piaghe di Cristo, sono le piaghe di Dio, perché Dio si è fatto Cristo”. “Non possiamo vivere la Quaresima senza questa realtà. Noi dobbiamo convertirci, non a un Dio astratto, ma al Dio concreto che si è fatto Cristo”.





02/03/2017 13:34:00 EGIPTO- ISLAM
Al-Azhar condena los ataques a los cristianos. Ciudadanía e igualdad contra el extremismo
Se concluyó el encuentro durado dos días promovido por la universidad sunita del Cairo. Al evento han adherido más de 600 personalidades cristianas y musulmanas de más de 50 naciones. El Gran imán Al Teyed: Asociación religión y terrorismo es un “pretexto” de los “ultras-modernistas” para cancelar los credos de la sociedad. Patriarca Sako: “Valores compartidos” para “todos los ciudadanos, religiones, culturas”.






01/03/2017 17:50:00 EGIPTO- LIBANO
Contra los extremismos y la violencia, al-Azhar propone la reforma de la “ciudadanía”
En el convenio inter-religioso promovido por la máxima institución sunita, también estuvo presente un alto dignatario chií. Fueron Invitados los representantes de las 12 Iglesias presentes en el mundo árabe. Patriarca Räi: La pertenencia y el vivir en común están en la base del modelo libanés. Imán de al-Azhar: Todos los ciudadanos son iguales, los cristianos no son “una minoría”, un término que es “negativo”.






20/02/2017 11:21:00 LIBANO - EGIPTO
El Cairo, libertad religiosa y laicidad del Estado, temas del Congreso islámico-cristiano en al-Azhar
Por iniciativa del Gran Imán Ahmad al-Tayyib, la universidad sunita hospedará el encuentro inter-religioso los días 27 y 28 de febrero. Estarán presentes personalidades religiosas, académicas y científicas, tanto cristianas como musulmanas. También fue invitado el presidente libanés Aoun, único jefe de Estado cristiano en un país árabe.






24/12/2015 EGIPTO - LIBANO - JORDANIA
​Muftí de Egipto, Líbano y Jordania: un frente común contra el extremismo religioso y el terrorismo
En la vigilia de la fiesta por el nacimiento del profeta, los tres líderes musulmanes sunitas firmaron una declaración común “por una información religiosa clara”. La ceremonia se llevó a cabo en el Dar el-Fatwa de Beirut. En cinco puntos, la misma rechaza el fundamentalismo de índole confesional y reafirma la libertad de culto y la coexistencia.





07/12/2015 IRAK – SIRIA
Padre Jens Petzold: Mi misión en Irak y Siria, para construir puentes entre cristianos y musulmanes
El religioso suizo, que hoy tiene 53 años, cuenta su vocación a AsiaNews, surgida en Medio oriente durante un viaje de búsqueda espiritual. Su bautismo en Pascua de 1996; cuatro años más tarde los votos. Hoy es responsable de un monasterio en el Kurdistán iraquí. “El mayor peligro- nos dice.- es el de buscar un contacto con el islam, si bien frente a experiencias negativas”.





30/09/2014 VATICANO
Papa: Prepararsi e pregare: sono le "cose" da fare in vista dei "momenti bui" che "avremo"
"La nostra vita è troppo facile, le nostre lamentele sono lamentele da teatro". Pensiamo alle grandi tragedie, a "questi fratelli nostri che per essere cristiani sono cacciati via dalla loro casa e rimangono senza niente: 'Ma, Signore, io ho creduto in te. Perché? Credere in Te è una maledizione, Signore?'".





12/10/2016 12:21:00 VATICANO
Papa: “il nemico” ci insegna “l’ecumenismo del sangue”
Chi perseguita i cristiani non fa distinzione tra cattolici, ortodossi e protestanti. Il cammino per l’unità non è solo il lavoro, pure importante, dei teologi, ma è pregare gli uni per gli altri, lavorare insieme per chi è nel bisogno.






06/02/2015 VATICANO
Papa: anche oggi tanti "sono perseguitati, odiati, cacciati via dalle case, torturati, massacrati" perché cristiani
Il martirio dei cristiani non è una cosa del passato. "I nostri martiri, che finiscono la loro vita sotto l'autorità corrotta di gente che odia Gesù Cristo". "Anche io finirò. Tutti noi finiremo" e "questo, almeno a me, fa pregare che questo annientamento assomigli il più possibile a Gesù Cristo, al suo annientamento".





30/01/2017 11:22:00 VATICANO
Papa: la più grande forza della Chiesa è nei martiri e “oggi ce ne sono più dei primi secoli”
“I media non lo dicono”, perché non fanno notizia. “Loro con il loro martirio, la loro testimonianza, con la loro sofferenza, anche dando la vita, offrendo la vita, seminano cristiani per il futuro e nelle altre Chiese”.






07/09/2015 VATICANO
Papa: continua il martirio di tanti cristiani “col silenzio complice di tante potenze che potevano fermarlo”
Francesco ha concelebrato con il nuovo Patriarca di Cilicia degli Armeni e con tutti i vescovi membri del Sinodo della Chiesa patriarcale armeno cattolica. “La prima nazione che si è convertita al cristianesimo: la prima. Perseguitata soltanto per il fatto di essere cristiani”. Noi non sappiamo cosa accadrà qui. Non lo sappiamo! Ma che il Signore ci dia la grazia, se un giorno accadesse questa persecuzione qui, del coraggio”.















Here are some of the top news articles from TLDM for the past week:
Alarming Superbugs a Risk to People, Animals and Food, EU Warns
Disney Shows Gay Kiss in a Children’s Cartoon for First Time
Liberal “Christian” Pastor Rob Bell Suggests Ignoring the Bible to Help the Church 'Stay Relevant'
Four Months of Prison for Vatican Bank Executives Accused of Money Laundering
New Jesuit Chief Claims Jesus’ Own Words Against Divorce are ‘Relative,’ Subject to ‘Interpretation’
Catholic Parishes Across the US are Openly Celebrate Homosexuality and the Bishops are Silent
Saul Alinsky’s Most Famous Disciple
Guatemalan Government Seizes Boat Providing Illegal Abortions Offshore






These Messages from Our Lady are especially timely,
Directive from Heaven - #139 - Preparations: Spiritual
Directive from Heaven - #140 - Preparations: Material
Directive from Heaven - #294 - The Prophets of Old, Part 1
"I come to you with dire forebodings. Earth is now plunging fast into a major crisis. The safety of the world is threatened." - Bayside Prophecy, March 18, 1978






To read more news from around the world and articles about the Catholic faith, visit the These Last Days Ministries homepage. Also, take a couple minutes to check out what items we have to offer on our shopping cart.





God Bless,








These Last Days Ministries Staff








P.S. If you found this email informative, please forward this email to your friends and family.









Featured Products from TLDM Shopping Cart























22/10/2014 VIETNAM
Hanói: liberado el blogger y activista Nguyen Van Hai, ya dejó el país
El hombre condenado en 2012 a 12 años de cárcel por propaganda anti-gubernamental, fue sacado de su celda, llevado al aeropuerto y embarcado en un vuelo hacia los EEUU. La familia no fue avisada de la excarcelación. Activista hablan de expulsión y deportación, Estaba entre los fundadores del Club periodistas libres.





29/07/2015 VIETNAM
Ho Chi Minh, aumentan los “pueblo del cáncer”: una masacre infinita
Los centros habitados en la periferia de la ciudad están a pocos metros de los vertederos, donde las grandes fábricas eliminan mercurio, hierro y productos químicos. La polución crea daños a la tierra y causa distintos tipos de tumor que vienen afligiendo por décadas a la población.





21/05/2016 12:20:00 VIETNAM
Para complacer a Obama, Hanói libera al padre Van Ly, ícono católico de los derechos humanos
Las autoridades comunistas liberaron al sacerdote, de 70 años, líder de la lucha por los derechos y la libertad religiosa. Los años en prisión han afectado su estado físico, pero no han marcado su espíritu. A nivel espiritual, está “brillante y resuelto”. Para los activistas, la liberación es un regalo a Obama, en la vigilia de su viaje a Vietnam.






02/03/2017 11:54:00 EGITTO - ISLAM
Al-Azhar condanna agli attacchi ai cristiani. Cittadinanza e uguaglianza contro l’estremismo
Si è conclusa la due giorni promossa dall’università sunnita al Cairo. All’evento hanno aderito oltre 600 personalità cristiane e musulmane in rappresentanza di oltre 50 nazioni. Grande imam Al Tayeb: Associare religione e terrorismo è un “pretesto” degli “ultra-modernisti” per cancellare le fedi dalla società. Patriarca Sako: “Valori condivisi” per “tutti i cittadini, religioni, culture”.







01/03/2017 14:33:00 EGITTO - LIBANO
Contro estremismi e violenze, al-Azhar propone la riforma della “cittadinanza”
Al convegno interreligioso promosso dalla massima istituzione sunnita presente anche un alto dignitario sciita. Invitati i rappresentanti delle 12 Chiese del mondo arabo. Patriarca Raï: Appartenenza e vivere comune alla base del modello libanese. Imam di al-Azhar: Tutti i cittadini sono uguali, i cristiani non sono “una minoranza”, termine “negativo”.







20/02/2017 10:15:00 LIBANO - EGITTO
Cairo, libertà religiosa e laicità dello Stato al congresso islamo-cristiano ad al-Azhar
Su iniziativa del Grande imam Ahmad al-Tayyib l’università sunnita ospiterà un incontro interreligioso il 27 e 28 febbraio. Presenti personalità religiose, accademiche e scientifiche, cristiane e musulmane. Invitato anche il presidente libanese Aoun, unico capo di Stato cristiano di un Paese arabo.







03/06/2015 LIBANO - ISLAM
Leader musulmani libanesi contro gli attacchi ai cristiani e le violenze in nome dell’islam
A Beirut prima riunione delle massime autorità musulmane locali dall’elezione del nuovo Muftì. In un comunicato congiunto essi denunciato le minacce all’unità, alla sicurezza e alla stabilità del mondo arabo. Accuse a un piano (israeliano) che mira a dividere i musulmani. Difendere i cristiani e le altre minoranze in Medio oriente.





24/12/2015 LIBANO - EGITTO - GIORDANIA
Muftì di Egitto, Libano e Giordania: un fronte comune contro estremismo e terrorismo
Alla vigilia della festa per la nascita del profeta i tre leader musulmani sunniti firmano una dichiarazione comune “per una informazione religiosa chiara”. La cerimonia si è svolta alla Dar el-Fatwa di Beirut. In cinque punti, essa contrasta il fondamentalismo di matrice confessionale e riafferma la libertà di culto e la difesa del vivere comune.





28/08/2014 VIETNAM
Binh Thuan, también el Partido rinde homenaje a monseñor Nguyen Than Naon, el "Obispo de los pobres"
Emérito de Phan Thiet, él ha gastado su propia vida al servicio de los más necesitados. El prelado promovió los valores de "unidad, amor recíproco, atención a los pobres", no sólo con las palabras sino a través de "obras concretas". En un país dividido por la guerra, él siempre promovió la paz. Autoridades y miembros del Partido han rendido homenaje a sus despojos.





16/02/2017 12:56:00 VIETNAM
Católicos agredidos por la policía: protestaban por el mayor desastre ambiental en la historia del país
La protesta de los fieles de la parroquia de Song Ngoc para aumentar la conciencia pública. Herido el pastor. Los manifestantes han sido golpeados y lesionados por la policía. Hace diez meses por una planta de Formosa fueron vertidos en el mar de 12 mil metros cúbicos de líquido tóxico. Las regiones centrales del país están de rodillas, la compensación de 500 millones de dólares nunca ha sido distribuido a la población.















Donate To Help Continue Our Lady's Mission


Copyright © 2017 These Last Days Ministries, All rights reserved.





You are receiving this email if you ordered from us in the past or if you opted in at our website.








Our mailing address is:
These Last Days Ministries
PO Box 40
Lowell, MI 49331
===================



EGITTO - ISLAM
In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore





Loula Lahham





Uccisioni a bruciapelo, ruberie, incendi: le testimonianze dei cristiani copti fuggiti da Al Arish. Alcuni di loro avevano combattuto la guerra del Sinai nel 1973 e ora sono bollati da Daesh come “crociati”. Sulle case le scritte “Partite!”, o minacce di morte. Famiglie suddivise in diverse vetture per evitare che in un attacco tutti muoiano contemporaneamente. Segni di amicizia da musulmani di Ismailya.




EGITTO - ISLAM
Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico
27/02/2017,

EGIPTO - ISLAM

Huyendo del Sinaí: las familias cristianas narran el terror Asesinatos a quemarropa, robos, incendios:



los testimonios de los cristianos coptos que huyeron de Al Arish. Algunos de ellos han combatido en el frente en la Guerra del Sinaí en 1973 y ahora Daesh los tilda de “cruzados”. En sus casas se leen las leyendas “¡Váyanse!”, o amenazas de muerte. Las familias parten subdivididas en varios automóviles para evitar que todos mueran simultáneamente en caso de un ataque. Signos de amistad de los musulmanes de Ismailya. Ismailya (AsiaNews) – En poco más de dos días,
decenas de familias cristianas –casi 1000 personas, en su mayoría coptos- han huido de Sinaí del Norte, tras los hechos de violencia sufridos, perpetrados por el Estado islámico, que hace algunas semanas había prometido reforzar sus ataques contra “los infieles de Egipto”. Así, en 10 días fueron muertas siete personas: con disparos de armas de fuego, decapitados, quemados vivos. Las familias que huyeron han sido acogidas en Ismailya, en Suez y en El Cairo, y la gente –cristianos y musulmanes- trata de ayudarlos de como sea posible, ya sea alquilando casas, entregándoles ropa o utensilios y ofreciendo su servicio. A continuación, transcribimos los testimonios que hemos logrado recabar.



Tocaron a mi puerta a las 10 de la noche. Dos hombres encapuchados le dispararon a mi hijo y entraron por la fuerza, llevando armas automáticas. Tenían una lista de nombres, de cristianos del barrio. Fueron al dormitorio y le dispararon a mi marido (76 años). Me preguntaron dónde teníamos el oro, pero lo único de oro que yo tenía para darles era mi alianza. Luego prendieron fuego la casa.
Nabila Fawzi, una copta que huyó de Al-Arich


Algún que otro copto de Al Arich encontró escritas en las puertas de su casa algunas amenazas de muerte, o quizás solamente la palabra “¡Váyanse!”. Nos acusan de ser “cruzados”. Hemos dejado todo: tememos por la vida de nuestros hijos, que además van a perder el año escolar.
Hanna Daniel, fugitiva


¡Es algo inimaginable! ¿Puede ser posible que para transportar nuestras cosas fuera de la ciudad de Al Arich, tengamos que tener un permiso del intendente para hacer salir el camión?
Un fugitivo, que pidió el anonimato
Ahora estamos en la calle. Dividí a los miembros de la familia en tres automóviles, por miedo a que mueran todos al mismo tiempo a causa de una explosión o al ser fusilados.
Qadri, un copto de Al Arich
Yo soy médica, y me presento como voluntaria para ocuparme de la salud de los ancianos y de los enfermos refugiados en vuestra iglesia. También tengo la posibilidad de conseguir medicamentos.
Dra. Zeinab, una mujer llevando velo que es médico y reside en Ismailya
Prefiero ir a casa de un amigo mío, para poder dejar el lugar para una familia que busque refugio. Huí con mi mujer y mis tres hijos. El más pequeño, Rami, está acostumbrado a sentir disparos de armas de fuego y explosiones. Pero el mayor, Jospeph, tiembla con cada estruendo. Decidimos partir sin preocuparnos por todas las pérdidas financieras que tendremos que afrontar.
Un padre de familia que huyó de Al Arich
Mi marido fue asesinado por los terroristas en Al Arich el 9 de enero pasado. Nosotros amamos esta tierra. Mi marido la defendió de los ataques de los colonizadores israelíes en 1973. No nos merecemos esto.
Oum Ossama, una viuda que huyó de Al Arich
Hemos empezado a tener miedo hasta de nuestra propia sombra. Tememos que no sigan y ser abatidos de un disparo por la espalda. Los cristianos han sido puestos en la mira de un modo desgarrador.
Un joven que solicita el anonimato

egipto

islam

libertad religiosa

persecución

coptos

estado islámico

sinaí

violencia



27/02/2017 12:41:00 EGIPTO - ISLAM

Cristianos de Sinaí del Norte huyen de la violencia del Estado islámico



En tan sólo 10 días, ya hubo siete muertos. Algunos fueron muertos con armas de fuego, otros decapitados, otros quemados vivos. Las personas que huyen son acogidas en Ismailya, en Suez, y en El Cairo. Los cristianos son la nueva presa de Daesh.
01/07/2016 13:45:00 EGIPTO

Portavoz de la Iglesia Católica en el Sinaí: los cristianos son considerados "objetivos legítimos"



P. Rafic Greiche: las milicias extremistas consideran a los no wahabbis "enemigos para atacar", La zona es por "largo tiempo" teatro de la violencia; para los milicianos las iglesias y sacerdotes son "un objetivo legítimo". El asesinato del sacerdote copto ortodoxo, coincidiendo con el aniversario de la deposición de Morsi: "Un evento no aleatorio".
24/02/2017 20:08:00 EGIPTO

Vocero de la Iglesia católica: dolor por las víctimas cristianas. Sinaí zona peligrosa



El P. Rafic Greiche expresa cercanía a la comunidad copta que llora a las seis víctimas de los ataques de las últimas semanas. En la zona en la frontera con Israel y Gaza hay grupos terroristas que son muy activos, atacados sobre todo los militares y musulmanes. El gobierno trata de garantizar la seguridad pero es imposible evitar cada atentado. 09/01/2017 13:53:00 EGIPTO

Sinaí, ataque a un puesto de control de seguridad egipcia: ocho muertos y diez heridos



En el atentado involucrados policías y civiles. Hasta ahora no hay reivindicaciones oficiales del atentado. Un grupo de terroristas abrió fuego a un puesto de control, luego llegó un vehículo lleno de explosivos. Daños a los edificios circunstantes. Es el segundo ataque en la zona de Sinaí desde el inicio de año. 14/12/2016 15:35:00 EGIPTO

El Cairo, el Estado islámico reivindica el ataque a los coptos y promete nuevas masacres



Un kamikaze, identificado con el seudónimo de Abu Abdallah al-Masri, se “mezcló entre la multitud” y “accionó un cinturón explosivo”. En la mira de los milicianos se encuentra “todo infiel y apóstata de Egipto y de cualquier otra parte”. El testimonio del sacerdote que estaba celebrando la misa en el momento del ataque.
Loula Lahham
23/10/2012 INDONESIA
Poso, violenze anticristiane: estremisti incendiano una chiesa protestante
Un gruppo finora non identificato ha dato alle fiamme una chiesa di Madele. L’immediato intervento dei fedeli, cui si sono uniti alcuni musulmani, ha permesso di contenere il rogo e limitare i danni. In un secondo episodio, l’esplosione di un ordigno ha causato il ferimento di tre persone, di cui due poliziotti. Timori di nuove tensioni a sfondo confessionale.



27/02/2017, EGIPTO - ISLAM Huyendo del Sinaí: las familias cristianas narran el terror Asesinatos a quemarropa, robos, incendios: los testimonios de los cristianos coptos que huyeron de Al Arish.


Algunos de ellos han combatido en el frente en la Guerra del Sinaí en 1973 y ahora Daesh los tilda de “cruzados”. En sus casas se leen las leyendas “¡Váyanse!”, o amenazas de muerte. Las familias parten subdivididas en varios automóviles para evitar que todos mueran simultáneamente en caso de un ataque. Signos de amistad de los musulmanes de Ismailya.



Ismailya (AsiaNews) – En poco más de dos días, decenas de familias cristianas –casi 1000 personas, en su mayoría coptos- han huido de Sinaí del Norte, tras los hechos de violencia sufridos, perpetrados por el Estado islámico, que hace algunas semanas había prometido reforzar sus ataques contra “los infieles de Egipto”. Así, en 10 días fueron muertas siete personas: con disparos de armas de fuego, decapitados, quemados vivos. Las familias que huyeron han sido acogidas en Ismailya, en Suez y en El Cairo, y la gente –cristianos y musulmanes- trata de ayudarlos de como sea posible, ya sea alquilando casas, entregándoles ropa o utensilios y ofreciendo su servicio. A continuación, transcribimos los testimonios que hemos logrado recabar.





Tocaron a mi puerta a las 10 de la noche. Dos hombres encapuchados le dispararon a mi hijo y entraron por la fuerza, llevando armas automáticas. Tenían una lista de nombres, de cristianos del barrio. Fueron al dormitorio y le dispararon a mi marido (76 años). Me preguntaron dónde teníamos el oro, pero lo único de oro que yo tenía para darles era mi alianza. Luego prendieron fuego la casa.

Nabila Fawzi, una copta que huyó de Al-Arich



Algún que otro copto de Al Arich encontró escritas en las puertas de su casa algunas amenazas de muerte, o quizás solamente la palabra “¡Váyanse!”. Nos acusan de ser “cruzados”. Hemos dejado todo: tememos por la vida de nuestros hijos, que además van a perder el año escolar.

Hanna Daniel, fugitiva



¡Es algo inimaginable! ¿Puede ser posible que para transportar nuestras cosas fuera de la ciudad de Al Arich, tengamos que tener un permiso del intendente para hacer salir el camión?

Un fugitivo, que pidió el anonimato





Ahora estamos en la calle. Dividí a los miembros de la familia en tres automóviles, por miedo a que mueran todos al mismo tiempo a causa de una explosión o al ser fusilados.

Qadri, un copto de Al Arich



Yo soy médica, y me presento como voluntaria para ocuparme de la salud de los ancianos y de los enfermos refugiados en vuestra iglesia. También tengo la posibilidad de conseguir medicamentos.

Dra. Zeinab, una mujer llevando velo que es médico y reside en Ismailya





Prefiero ir a casa de un amigo mío, para poder dejar el lugar para una familia que busque refugio. Huí con mi mujer y mis tres hijos. El más pequeño, Rami, está acostumbrado a sentir disparos de armas de fuego y explosiones. Pero el mayor, Jospeph, tiembla con cada estruendo. Decidimos partir sin preocuparnos por todas las pérdidas financieras que tendremos que afrontar.

Un padre de familia que huyó de Al Arich





Mi marido fue asesinado por los terroristas en Al Arich el 9 de enero pasado. Nosotros amamos esta tierra. Mi marido la defendió de los ataques de los colonizadores israelíes en 1973. No nos merecemos esto.

Oum Ossama, una viuda que huyó de Al Arich





Hemos empezado a tener miedo hasta de nuestra propia sombra. Tememos que no sigan y ser abatidos de un disparo por la espalda. Los cristianos han sido puestos en la mira de un modo desgarrador.

Un joven que solicita el anonimato


egipto
islam
libertad religiosa
persecución
coptos
estado islámico
sinaí
violencia 27/02/2017 12:41:00 EGIPTO - ISLAM
Cristianos de Sinaí del Norte huyen de la violencia del Estado islámico


En tan sólo 10 días, ya hubo siete muertos. Algunos fueron muertos con armas de fuego, otros decapitados, otros quemados vivos. Las personas que huyen son acogidas en Ismailya, en Suez, y en El Cairo. Los cristianos son la nueva presa de Daesh.

01/07/2016 13:45:00 EGIPTO
Portavoz de la Iglesia Católica en el Sinaí: los cristianos son considerados "objetivos legítimos"


P. Rafic Greiche: las milicias extremistas consideran a los no wahabbis "enemigos para atacar", La zona es por "largo tiempo" teatro de la violencia; para los milicianos las iglesias y sacerdotes son "un objetivo legítimo". El asesinato del sacerdote copto ortodoxo, coincidiendo con el aniversario de la deposición de Morsi: "Un evento no aleatorio".

24/02/2017 20:08:00 EGIPTO
Vocero de la Iglesia católica: dolor por las víctimas cristianas. Sinaí zona peligrosa


El P. Rafic Greiche expresa cercanía a la comunidad copta que llora a las seis víctimas de los ataques de las últimas semanas. En la zona en la frontera con Israel y Gaza hay grupos terroristas que son muy activos, atacados sobre todo los militares y musulmanes. El gobierno trata de garantizar la seguridad pero es imposible evitar cada atentado.

09/01/2017 13:53:00 EGIPTO
Sinaí, ataque a un puesto de control de seguridad egipcia: ocho muertos y diez heridos


En el atentado involucrados policías y civiles. Hasta ahora no hay reivindicaciones oficiales del atentado. Un grupo de terroristas abrió fuego a un puesto de control, luego llegó un vehículo lleno de explosivos. Daños a los edificios circunstantes. Es el segundo ataque en la zona de Sinaí desde el inicio de año.

14/12/2016 15:35:00 EGIPTO
El Cairo, el Estado islámico reivindica el ataque a los coptos y promete nuevas masacres


Un kamikaze, identificado con el seudónimo de Abu Abdallah al-Masri, se “mezcló entre la multitud” y “accionó un cinturón explosivo”. En la mira de los milicianos se encuentra “todo infiel y apóstata de Egipto y de cualquier otra parte”. El testimonio del sacerdote que estaba celebrando la misa en el momento del ataque.
05/10/2012 VIETNAM – STATI UNITI
È morto il “poeta dell’inferno”: dai lager di Hanoi, alla grazia del battesimo
Nei suoi versi Nguyen Chi Thien, scomparso il 2 ottobre a 73 anni negli Usa, ha raccontato i 27 anni trascorsi nelle carceri vietnamite. Vietate carta e penna, egli ha memorizzato tutti i suoi poemi, poi raccolti in due volumi intitolati “I fiori dell’inferno”. La scoperta del cattolicesimo nel rapporto coi sacerdoti rinchiusi nei campi di lavoro comunisti.





18/11/2008 ARABIA SAUDITA
Avvistata in un porto somalo la petroliera saudita dirottata
La Sirius Star, superpetroliera con 100 milioni di greggio a bordo, è stata avvistata nel porto di Harardhere. È la più grande unità mai catturata. Nel Golfo di Aden avvengono un terzo di tutti gli episodi di pirateria mondiale.
EGIPTO - ISLAM A nadie le importa la huida de los coptos de Sinaí del Norte . Desparece de los medios egipcios la


noticia de los hechos de violencia sufridos por los coptos. Para el gobierno, la crisis está resuelta. En tanto, las conferencias internacionales continúan. No surtió resultado alguno la conferencia organizada por Al-Azhar, concluida ayer. Más de 1500 cristianos han huido de Al-Arich.



El Cairo (AsiaNews) – Desde el 22 de febrero, son cada vez menos las noticias de los medios sobre los coptos que huyen de la violencia y del terrorismo del Estado islámico en la península del Sinaí.

El gobierno egipcio está convencido de haber cumplido con su deber: una visita del Ministro de Asuntos sociales al lugar; el arribo de varios convoyes estatales y de la sociedad civil con ayuda humanitaria y víveres; los que han huido no serán penalizados por su ausencia en el trabajo y los estudiantes serán derivados a otras escuelas.

Todo parece haber vuelto a la normalidad. Incluso el término “inmigrantes” fue denunciado por el patriarca Tawadros II, el líder espiritual de los cristianos de Egipto que, durante su discurso semanal del día miércoles, declaró que se opone “a la utilización de esta palabra por parte de los medios. No es correcto. Es sólo una crisis pasajera”. Palabras dichas con una ironía tal, que recuerda la misma ironía contenida en las palabras pronunciadas por el Ministro egipcio del Interior: “No hemos pedido a los ciudadanos coptos que dejen sus viviendas y sus bienes”.

A pesar de ello, las conferencias internacionales han sido reemprendidas. Ayer miércoles, se acaba de concluir la conferencia titulada “Libertad y ciudadanía, entre la diversidad y la integración”, organizada por Al-Azhar, la autoridad suprema del islam sunita, que contó con el auspicio del mismísimo Presidente de la república, y que de desarrolló con la presencia de delegados religiosos y laicos provenientes de 50 países, y sobre todo, con la participación de los más altos jefes espirituales de todas las confesiones cristianas del Oriente Medio: cinco patriarcas y decenas de obispos orientales, junto a representantes de diversas Iglesias protestantes.

¿El resultado de la conferencia? Ninguno. Sólo palabras de cortesía y tolerancia de parte de todos.

Mientras tanto, en Al-Arich prácticamente ya no quedan más cristianos. Y hoy, las familias se negaron a recibir la visita de una delegación del Consejo nacional de los derechos del hombre, conducida por el famoso activista copto Georges Ishak.

Ha de notarse que más de 1500 coptos han huido de Al-Arich, al norte de la península del Sinaí, a causa de la violencia que causó la muerte de siete personas en tan solo diez días.


egipto
oriente medio
islam
isis
tawadros
sinaí
violencia
al-azhar
al-arich
georges ishak 17/02/2015 EGIPTO-LIBIA-ISLAM
El corazón de Egipto conmovido y devastado
La decapitación de 21 egipcios coptos está reforzando la unidad nacional. El presidente Al-Sisi los definió "mártires" de la patria. Visita y pésame al patriarca Tawadros, también de parte del representante vaticano en el Cairo. Bloqueados todos los vistos para Libia; se programa el repatrio de los egipcios. En Libia hay 1,2 millones de egipcios. Las violencias del Estado islámico condenado también por los salafitas.

01/12/2014 EGIPTO - ISLAM
Protestas en las universidades por la absolución de Mubarak
Manifestaciones, carteles y eslogan en las universidades de Alejandría, Minya, Ain Sham. Dos personas fueron asesinadas; nueve heridos; 85 arrestados.

03/02/2015 EGIPTO - ISLAM
Bombas en el Cairo, después de la condena a muerte de 183 islamistas
Una bomba artesanal explotó en el centro de la ciudad; dos bombas descubiertas ene l aeropuerto. El gobierno de al-Sisi criticado por la violación de los derechos humanos, pero la población lo aplaude por el tentativo de mejorar la seguridad y la economía.

23/01/2017 16:02:00 EGIPTO- ISLAM
Al Sisi: Construiremos la Iglesia más grande de Egipto


El presidente egipcio hizo esta promesa al patriarca Tawadros. El Centro para la investigación legal islámica defiende el derecho de los cristianos de construir iglesias en países musulmanes. Pero los coptos todavía son discriminados en la sociedad. 24/02/2015 EGIPTO - ISLAM
Las palabras de Al-Tayeb y de al-Sisi un gran paso para una revolución en el islam
El gran imán de Al-Azhar, Al-Tayeb denunció las interpretaciones basadas en la carta del Corán y en la sunna, que blandean los fundamentalistas y por los terroristas islámicos; sostiene la urgencia de una reforma de la enseñanza del islam entre los laicos y los imanes; pregunta la finalización de la excomunión (takfir) recíproca entre sunnitas y chiitas. Y el presidente egipcio Al-Sisi decidió combatir al Estado islámico después de la decapitación de 21 cristianos coptos, que él definió "ciudadanos egipcios" totalmente.




14/11/2016 11:35:00 VIETNAM
In difesa di Mẹ Nấm, blogger cattolica incarcerata per aver difeso l’ambiente
L’attivista è stata arrestata il 10 ottobre scorso per “propaganda contro lo Stato”. Aveva scritto numerosi articoli contro il Formosa Group e l’emergenza inquinamento delle province centrali. Una lettera firmata da cattolici e non: “Mẹ Nấm è innocente e centinaia di migliaia di persone combattono con lei”.


EGYPT – ISLAM No one cares about Copts who fled northern Sinai News about violence against Copts have


disappeared from Egyptian media. For the government, the crisis has been resolved. International conferences continue. The one organised by Al-Azhar ended yesterday with no results. More than 1,500 Christians have fled from El Arīsh.



Cairo (AsiaNews) – Media coverage of Copts fleeing Islamic State violence and terrorism in the Sinai Peninsula has declined since 22 February.

The Egyptian government feels it has done its duty: the Social Affairs minister has visited the area, the government and civil society groups have sent humanitarian aid and food, displaced people will not be penalised for not going to work, and schoolchildren will be enrolled in other schools.

Everything seems to be in order. The spiritual leader of Egypt’s Christians, Pope Tawadros II, slammed the use of the term "immigrants” by the media in his weekly address on Wednesday. In his view, the term “is wrong. It's just a passing crisis. »

Such remarks are very similar to those uttered by Egypt’s Interior minister. “We did not ask the Coptic residents to leave their homes and their possessions."

Even international conferences have resumed. A conference on ‘Freedom and Citizenship: Diversity and Integration’ ended yesterday. Organised by Al-Azhar, Sunni Islam’s highest body, under the auspices of Egypt’s President, the symposium saw the participation of religious and lay delegates from 50 countries, in particular senior spiritual leaders of all Mideast Christian rites, including five patriarchs and dozens of Eastern bishops as well as representatives of several Protestant Churches.

What results did the conference produce? Nothing. Just words of courtesy and tolerance on everyone’s behalf. Meanwhile, there are almost no Christians left in El Arīsh. Families today refused a visit by a delegation of the National Human Rights Council, headed by famous Coptic activist George Ishaq.

It should be noted that more than 1,500 Copts fled El Arīsh, northern Sinai, following violence that left seven Christian dead in the last ten days.
13/05/2008 PAKISTAN
Muslim League withdraws its ministers, plunging Pakistan government into crisis
Out of 24 ministers nine are quitting over the failure to reinstate judges sacked by Musharraf. There is particular concern over the finance minister who was supposed to present the annual budget in a few weeks time.




26/04/2012 VIETNAM
Padre Binh: mi hanno pestato a sangue mentre la polizia impediva ai fedeli di avvicinarsi
Dal rapporto inviato alle autorità dal religioso emergono particolari inquietanti che gettano una luce sulle responsabilità, come mandante, del locale Partito comunista.



==================
In soli 10 giorni vi sono stati sette morti. Alcuni uccisi con armi da fuoco, altri decapitati, altri bruciati vivi. I fuggitivi sono stati accolti a Ismailya, a Suez, al Cairo. I cristiani sono la nuova preda di Daesh.




TOP10



27/02/2017 EGITTO - ISLAM




In fuga dal Sinai: famiglie cristiane raccontano il terrore
Loula Lahham



27/02/2017 EGITTO - ISLAM




Cristiani del Nord-Sinai in fuga dalle violenze dello Stato islamico
Loula Lahham



27/02/2017 PALESTINA




Un 23enne palestinese cristiano è il nuovo Arab Idol 2017
Melki Toprak*



02/03/2017 VATICANO




Papa: pregate con me per i cristiani “perseguitati perché cristiani” (Video)





02/03/2017 EGITTO - ISLAM




La fuga dei copti dal Nord Sinai non importa a nessuno
Loula Lahham



02/03/2017 CAMBOGIA-SIRIA




Bambini cambogiani rinunciano alla merendina per aiutare i loro coetanei in Siria





27/01/2017 13:51:00 CHINA
Beijing defends the free exchange of goods, but not the free exchange of ideas
The website of the Unirule Institute of Economics, a supporter of the market economy and economic reforms, was shut down, officially because it lacks licenses to publish news. The institute's founder, Mao Yushi, has been criticised for his negative views of Mao Zedong and past top party officials.






12/05/2008 SRI LANKA
Eastern provincial elections: Rajapakse’s coalition wins amid fraud
In the first local elections in the eastern provinces in 20 years the ruling party alliance wins. For Sri Lanka’s president this is a sign of popular support for his anti-terrorism policies. But opposition parties and independent observers complain about irregularities and widespread intimidations.



28/10/2010 MYANMAR
Aung San Suu Kyi, may be freed after elections in Myanmar
The Burmese foreign minister apparently told his colleagues of the Association of Southeast Asian Nations that the dissident leader could be released in the coming weeks. News comes from a diplomatic source, no specific date has been indicated.


11/05/2016 18:40:00 INDIA
Chhattisgarh: Evangelical Christian arrested for handing out brochures on Gospel
Police arrested and took into custody Umesh Patel in Dhamtari, a city south of Raipur, where he is still held. For Christian leader, the Evangelical did not break any law. However, the Hindu nationalist BJP runs the state. Nationalist extremists benefit from political and police complicity.


16/02/2016 13:53:00 BANGLADESH
Bangladesh, authorities close down book stand for insulting Islam
The stand belongs to Ba-DWIP publisher Prakashan, who was participating in the annual book fair in Dhaka. The publishing house had "Bitarka Islam" (Debate on Islam) on display. The radicals claimed that the text contains disparaging statements against Islam and Muhammad. Writer: "In Bangladesh if someone kills a man he is not punished, but if he says or writes something against Islam yes."



15:49 Turchia, Erdogan: Yücel è una spia tedesca

15:08 Siria, Mosca sostiene partecipazione dell’opposizione e dei curdi ai negoziati di Ginevra

14:26 Sondaggio, gli olandesi vogliono i Paesi Bassi fuori dall’Unione Europea

13:45 Spiegel dedica la copertina di marzo a ‘Vladimir Trump’

13:03 Media: l’accordo tra Washington e Mosca sulla lotta al terrorismo potrebbe slittare
EGITTO - ISLAM La fuga dei copti dal Nord Sinai non importa a nessuno Scompare dai media egiziani la notizia


delle violenze sui copti. Per il governo la crisi è risolta. Intanto le conferenze internazionali continuano. Nessun risultato dalla conferenza organizzata da Al-Azhar conclusa ieri. Oltre 1500 cristiani sono fuggiti da Al-Arich.



Il Cairo (AsiaNews) – A partire dal 22 febbraio, sono sempre meno le notizie pubblicate dai media sui copti in fuga dalle violenze e dal terrorismo dello Stato islamico nella penisola del Sinai.

Il governo egiziano è convinto di aver compiuto il suo dovere: una visita del Ministro degli affari sociali sul luogo; l’arrivo di vari convogli statali e della società civile con aiuti umanitari e viveri; i fuggitivi non saranno penalizzati per le assenze dal lavoro e gli studenti verranno indirizzati ad altre scuole.

Tutto sembra essere tornato alla normalità. Anche il termine “immigrati” è stato denunciato dal patriarca Tawadros II, il capo spirituale dei cristiani d’Egitto che, durante il suo discorso settimanale di mercoledì, ha dichiarato di opporsi “all’utilizzo di questa parola da parte dei media. Non è corretto. È solo una crisi passeggera.” Parole con un senso d’ironia simile a quella contenuta nelle parole pronunciate dal Ministro egiziano degli interni: “Non abbiamo chiesto ai cittadini copti di lasciare le loro case e i loro beni”.

Nonostante ciò, le conferenze internazionali sono ripartite. Appena ieri, mercoledì, si è conclusa la conferenza intitolata “Libertà e cittadinanza, fra diversità e integrazione”, organizzata da Al-Azhar, la suprema autorità dell’islam sunnita, e posta sotto gli auspici del Presidente della repubblica stesso, in presenza di delegati religiosi e laici da 50 Paesi, e soprattutto con la partecipazione dei più alti capi spirituali di tutte le confessioni cristiane del Medio Oriente: cinque patriarchi e decine di vescovi orientali, insieme a rappresentanti di diverse Chiese protestanti.

Risultato della conferenza? Nessuno. Solo parole di cortesia e tolleranza da parte di tutti.

Intanto, non ci sono quasi più cristiani ad Al-Arich. E oggi, le famiglie hanno rifiutato la visita di una delegazione del Consiglio nazionale dei diritti dell’uomo, guidata dal famoso attivista copto Georges Ishak.

Si noti che oltre 1500 copti sono fuggiti da Al-Arich, al nord della penisola del Sinai, a causa delle violenze che hanno causato la morte di sette persone soltanto negli ultimi dieci giorni.
egitto
medio oriente
islam
isis
tawadros
sinai
violenze
al-azhar
al-arich
georges ishak
23/01/2017 15:19:00 EGITTO-ISLAM
Al Sisi: Costruiremo la Chiesa più grande dell’Egitto


Il presidente egiziano fa la promessa al patriarca Tawadros. Il Centro per la ricerca legale islamica difende il diritto dei cristiani di costruire chiese in Paesi musulmani. Ma i copti sono ancora discriminati nella società.

03/02/2015 EGITTO - ISLAM
Bombe al Cairo dopo la condanna a morte di 183 islamisti
Una bomba artigianale scoppiata nel centro della città; due bombe scoperte all'aeroporto. Il governo di al-Sisi criticato per le violazioni ai diritti umani, ma la popolazione lo applaude per il tentativo di migliorare la sicurezza e l'economia.

01/08/2013 EGITTO - ISLAM
Migliaia di pro-Morsi continuano a manifestare sfidando l'ultimatum del governo
Per il governo ad interim i sit-in vicino alla moschea di Rabaa al-Adawiya e in piazza Nahda, vicino all'università del Cairo sono "una minaccia alla sicurezza del Paese". I Fratelli musulmani promettono che non si fermeranno nemmeno con "un massacro". Mohamed Badie accusato di incitare i suoi alla violenza; Morsi accusato di violenze e cospirazione con Hamas. Blande reazioni di Europa e Usa. 06/12/2014 EGITTO - ISLAM
Al Azhar per la convivenza islamo-cristiana, contro il terrorismo dello Stato Islamico
Alla conferenza internazionale contro il terrorismo, dura condanna dell'estremismo e difesa dei cristiani. Il patriarca copto ortodosso Twadros II, co-presidente insieme al grande imam Ahmed al-Tayeb. Insegnare l'islam moderato per contrastare il "lavaggio del cervello" subito dai giovani. L'occidente non sovrapponga islam e terrorismo. Condanna per le aggressioni israeliane ai luoghi santi.

24/02/2015 EGITTO - ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell'islam
Il grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l'urgenza di una riforma dell'insegnamento dell'islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito "cittadini egiziani" a parte intera.

02/03/2017 - PAKISTAN 

Faisalabad, padre e figlia cristiani arrestati con false accuse di furto

I due sono accusati di furto e rapina dai datori di lavoro della giovane. La ragazza lavorava presso una famiglia musulmana come collaboratrice domestica. Lo stipendio era di 50 euro al mese per 18 ore di lavoro al giorno. Shahid Anwar, coordinatore diocesano di Giustizia e pace: “False accuse per impedire che le minoranze si ribellino alla schiavitù”.

Post più popolari

Archivio blog

my jhwh my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

my jhwh my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

king Unius REI

king lorenzoJHWH
my jhwh my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh

==================
Lion Judah☦️ lorenzoJHWH • https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/


President RIVLIN ] but what ambition? [ to realize the Kingdom of Israel and to end the Islamic genocide of the Christian martyrs? I am forced to expose myself personally!

President RIVLIN ] ma quale ambizione? [ per realizzare il Regno di Israele e per far terminare il genocidio islamico dei martiri cristiani? io sono costretto ad espormi personalmente!

DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF







☦️burn satan ☦️shariah Allah ☦️owl lilit Marduch burn JaBullOn Baal SpA: burn in Jesus's name, alleluia!
my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh


2019 (43)
agosto (11)
ago 17 (8)
Spinto da poteri forti internazionali distruggereb...
not defending Muslims under Sharia regime this is ...
all are minor sharia jihad Erdogan 3-legged
“Si dimetta se ha un briciolo di coerenza”
Gusti particolari & twitter's response to requesti...
Islamic Wahhabi dissolution of the Saudi Islamic e...
ipocrisia criminale e sleale fraudolenta di tutta ...
patto di libero scambio "multimiliardario" con la ...
ago 16 (1)
ago 04 (1)
ago 03 (1)
luglio (32)
2018 (24)
2017 (4)
2016 (19)
2015 (91)
2014 (68)


xxx Биньямин 666 Нетаньяху 322 nwo
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...


filosofia 666 metafisica umanistica personalistica trascendente
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...


Mogherini 666 UE xxx futuro bimbi migranti
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...



Sufren discriminación violencia atroz
youtube GENDER ] [ mentre stavo scrivEndo questo articolo, youtube mi ha cacciato, espulso! mi ha chiuso la porta in faccia! e, IO sono sta...


Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce
lorenzoJHWH is king Israel and Unius REI kingdom Universal brotherhood 322 Bush ] mi dispiace [ IL SISTEMA DEVE CADERE, PERCHé IO HO DECISO...


SAUDI PORNO ARABIA ERDOGAN SHARIA 666 XXX ONU
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...



SAUD Salafita la 666 shariah Salamandra
eih lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 1 secondo fa Salamandra Allah: a Mecca Kaaba! wahhabita SALMAN sudairio takfirio bestia SAUD ...


Mercante di Venezia
Benjamin Netanyahu] this is no funny [ per essere moderni, alla moda, progressisti, ed evoluti animali Darwin di successo, molti sono invit...


666 avoid Nuclear XXX War PUSSY
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...



porno xxx autonomia cristiani 666 massonica politica
lezioni teologiche del regno politico terreno di Dio! ] [ NESSUNO è ESCLUSO, nessuna superiorità o inferiorità! le 12 Tribù: x [ moltiplica...
my jhwh Select 666 Country:


Avete preferito questo al Regno di Dio?



Adesso preparatevi alle conseguenze!

La risposta dei Comuni alla disperazione

domande alle quali non aveva mai risposto nessuno: moneta, credito, usurocrazia e valore indotto.

Giacinto, dal Cuore di Dio prega per noi!

Giacinto è nella comunione dei Santi!
my jhwh my jhwh my jhwh Select 666 Country:








my jhwh Select 666 Country: holy my jhwh





i am Unius REI in kingdom of Palestine


http://uniusreixkingdom.blogspot.com
http://rivoluzione-culturale.blogspot.it/
http://pensiero-e-azione.blogspot.it/
http://jesus-christ-bethlehem.blogspot.com/
http://satan-is-faggot.blogspot.it/
http://yesuniversalbrotherhood.blogspot.it/
http://cannibalixsangue-cristiano.blogspot.it/
http://lorenzoallah.blogspot.it/
http://allgiacintoauriti.blogspot.it/
http://wakeupusaxronpaul.blogspot.it/
http://drinkypoisonjhwhwins.blogspot.it/
http://morte-prematura.blogspot.it/
http://hellxdespairxdestruction.blogspot.it/
http://uniusreiorwarw666imf.blogspot.it/
http://www.webalice.it/looooo/
http://web.tiscali.it/martiri/
http://metafisica.altervista.org
http://fedele.altervista.org


my jhwh Select 666 Country:
my jhwh my jhwh my jhwh Select 666 Country:


https://www.youtube.com/user/noahNephillim/discussion


Afghanistan
Algeria
Argentina
Azerbaijan
Bahrain
Bangladesh
Belarus
Bhutan
Bolivia
Brunei
Burkina Faso
Cameroon
Central African Republic
Chad
China
Colombia
Comoros
Cuba
Democratic Republic of the Congo
Djibouti
Egypt
Eritrea
Ethiopia
Guinea
Honduras
India
Indonesia
International
Iran
Iraq
Israel
Ivory Coast
Jordan
Kazakhstan
Kenya
Kuwait
Kyrgyzstan
Laos
Lebanon
Libya
Malaysia
Maldives
Mali
Mauritania
Mexico
Moldova
Morocco
Myanmar
Nepal
Niger
Nigeria
North Korea
Oman
Pakistan
Palestinian Territories
Peru
Philippines
Qatar
Russia
Rwanda
Saudi Arabia
Senegal
Somalia
South Korea
South Sudan
Sri Lanka
Sudan
Syria
Tajikistan
Tanzania
The Gambia
Tunisia
Turkey
Turkmenistan
Uganda
Ukraine
United Arab Emirates
Uzbekistan
Vietnam
Yemen


non è facile giudicare un Papa
lug 24 (1)




=========
===========


https://160000christianmartyrs.blogspot.com/




https://666gender123.blogspot.com/





https://666seignioragebanking.blogspot.com/




https://accolitato.blogspot.com/


https://allchristianmartyr.blogspot.com/



https://allgiacintoauriti.blogspot.com/





https://auriti.blogspot.com/




https://blasphemy-shariah-genocide.blogspot.com/



https://bombaroli-sharia-salafiti.blogspot.com/




https://cambiaregistro.blogspot.com/





https://cannibalixsangue-cristiano.blogspot.com/




https://censoredrevolution.blogspot.com



https://ciakillyoutubeximf.blogspot.com/




https://close-youtube-page.blogspot.com/




https://corpodicristo.blogspot.com/




https://copticmartyr.blogspot.com/




https://creationreal.blogspot.com





https://corano666talmud.blogspot.com/




https://dirittoxlaxvita.blogspot.com/




https://drinkypoisonjhwhwins.blogspot.com/



https://dominusuniusrei.blogspot.com/




https://donbass-libero.blogspot.com/




https://eterna-legge-universale.blogspot.com/




https://evolutionxtalmud.blogspot.com/



http://fedxdieximfxsynagoga666.blogspot.com




https://fed-hitler-isis-sharia-nwo-satana.blogspot.com/


http://forzearmate.blogspot.com



http://friendxkinguniusrei.blogspot.com


http://gendermammapapa.blogspot.com



http://gezabeleelisabettaqueen.blogspot.com




http://gmos-ai.blogspot.com



https://guerraimfnucleare.blogspot.com/


http://hellxdespairxdestruction.blogspot.com


http://humanumgenus.blogspot.com




http://ilcomandamento.blogspot.com



http://illuminatidemoplutogiudaicomassone.blogspot.com Denied

==============
http://ilmegliodelbene.blogspot.com
it was a site of mine but google 666 lgbt youtube took it from me and gave it to evil people!

era un sito mio ma google 666 lgbt youtube lo hanno tolto a me e lo hanno dato a gente malvagia!

=====================

http://imf666killyouxtubexstopme.blogspot.com




http://immagini-parlanti.blogspot.com




http://inzivosi-lurdacchioni.blogspot.com




http://israeljhwh.blogspot.com


https://jesus-christ-bethlehem.blogspot.com/




https://jezebel666imf-nwo.blogspot.com/



https://jhwh1osannauniusrei3.blogspot.com/


https://jhwhinri.blogspot.com/



http://jhwhisrael.blogspot.com



https://jhwh-lorenzo-uniusrei.blogspot.com/



http://jhwhpantocrator.blogspot.com




http://jhwhxallahxbrama.blogspot.com




http://yerushalayim-jerusalem.blogspot.com



http://yeshua-ha-mashiach-notzri.blogspot.com




http://yesuniversalbrotherhood.blogspot.com


==================


http://king-of-kings4justice.blogspot.com




http://king888kings.blogspot.com



http://kingdominusuniusrei.blogspot.com




https://kingdomxuniusrei.blogspot.com




http://kingdomofjhwh.blogspot.com




http://kingxkingdom.blogspot.com



http://legaisisaraba.blogspot.com




http://lorenzoallah.blogspot.com



http://lorenzojhwh.blogspot.com



http://lorenzo123579.blogspot.com




http://lucertole-sudditi.blogspot.com



http://messiajesus.blogspot.com




http://monarchiabancaria.blogspot.com




http://morte-prematura.blogspot.com




http://nazioni.blogspot.com



http://nessunouniusrei.blogspot.com




http://newworldorder-nuovo.blogspot.com




https://noah-ararat.blogspot.com/



http://ordinemondiale.blogspot.com




http://pensiero-e-azione.blogspot.com




https://regno666unitonwo.blogspot.com/



http://revenge-yitzhak-kaduri.blogspot.com



http://rivoluzione-culturale.blogspot.com




http://satan-is-faggot.blogspot.com



http://satanici.blogspot.com



https://satanism-sharia-imperialism.blogspot.com




http://satanqueenfagot.blogspot.com




http://shalomgerusalemme.blogspot.com




http://shoahtolosavsimfnazi.blogspot.com




http://signoraggio-spa.blogspot.com




http://signoraggiomondiale.blogspot.com




https://simec-aurito.blogspot.com/




http://sonosatanici.blogspot.com




http://spadadoppiotaglio.blogspot.com





http://stellamarisdefinibusterrae.blogspot.com




http://stopyoutubegooglepornsatan.blogspot.com




http://tutelasovranit.blogspot.com




http://unius-lorenzojhwh-governatore.blogspot.com



http://uniusrei-king.blogspot.com



http://uniusrei-or-wwiii.blogspot.com



http://uniusrei.blogspot.com



http://uniusrei2.blogspot.com



http://uniusrei3.blogspot.com



http://uniusreiking.blogspot.com



http://uniusreiorwarw666imf.blogspot.com



http://uniusreixkingdom.blogspot.com



http://universaldominusuniusrei.blogspot.com




universale-metafisico.blogspot.com



http://wakeupusaxronpaul.blogspot.com



======================


come è già stato fatto in passato: non può la Nazione sopravvivere se gli zombies di un lontano passato (farisei e islamici) hanno preso il controllo:


demoni del libro corano talmud: predatori & primatisti & razzisti shariah spa FMI BCE FED e loro massoni del demonio: congiura NWO? se, tutti loro non vengono espulsi tutti!

Lorenzojhwh UniusREI Beis Hamikdash Walk-through i am king of Israel

https://uniusrei.wordpress.com/2018/10/27/lorenzojhwh-uniusrei-beis-hamikdash-walk-through-i-am-king-of-israel/

LionJudah è #PDerattizzato


UniusREI kingdom
@LionjudahK
progetto politico per il Regno di Israele Atti 1,6


==========


fedele250660@gmail.com

IBAN: IT55H0760104000001016405753

https://www.youtube.com/user/noahNephillim/comment

uniusrei@protonmail.com

IBAN: IT55H0760104000001016405753


===============

bisogna passare al SIMEC, nega il DEBITO!

I saw, God bless, good work


Dear my President Rivlin

io non posso più avere un canale twitter

perché il NWO FED FMI BM OCI perseguita gli anti-Sistema Rothschild come me!







Boko Haram Fulani?
la sharia della Lega Araba è il mandante!

#Centrafrica. Abbe Mada Blaise, il Vicario, è già stato tumulato. Il Vescovo Yapaupa di #Alindao è in ospedale. I sopravvissuti sono tutti in fuga. Altri attacchi a Bantagafo e Bambari





ACS-Italia‏ @acs_italia

Breaking news e aggiornamento dal #Centrafrica.


Abbe Mada Blaise, il Vicario, è già stato tumulato.


Il Vescovo Yapaupa di #Alindao è in ospedale (non si sa se ferito o per sicurezza).

I sopravvissuti sono tutti in fuga. Non è attacco isolato. Altri attacchi a Bantagafo e Bambari!



tradimento signoraggio bancario 322 massoneria 666



poteri occulti: alto tradimento dei popoli: NWO

BEVI TU STESSO I TUOI VELENI



DRINK YOUR POISONS MADE BY YOURSELF

grazie politici massoni

grazie finanza del signoraggio bancario


===============

2019 (5)
luglio (5)
lug 25 (1)


Caro papà mi manchi tanto


lug 05 (4)
2018 (36)
2017 (77)
2016 (30)
2015 (160)
2014 (28)



Lion☦️Judah☦️UniusREI☦️kingdom

NAPOLITANO USUROCRAZIA italiana

2018 (14)
2019 (10)
luglio (10)
lug 07 (5)
lug 11 (4)
lug 25 (1)


esercitare un ruolo di dialogo

2019 ( 2 )
luglio ( 2 )
lug 11 ( 2 )


were killed while resisting arrest
Islamic OCI invasion, Hitler Rothschild Soros


2018 ( 17 )
2017 ( 7 )
2016 ( 40 )
2015 ( 32 )
2014 ( 346 )
2013 ( 259 )
2012 ( 116 )



LionJudah ☦️UniusREI ☦️kingdom @LionjudahK

https://www.youtube.com/user/noahNephillim/discussion





SOVRANITà MONETARIA E DIGNITà UMANA

tra quello che può sapere un sacerdote di satana (amministratore NWO SPA FED ) e quello che può dire di sapere un sacerdote di satana (

2019 (20)
luglio (20)
lug 13 (2)
Perseguitate dall’Italia
Jews back to Judaism
lug 12 (18)
2018 (21)
2017 (4)
2016 (20)
2015 (192)
2014 (248)
2013 (28)
2012 (99)




Lion Judah ☦️ UniusREI ☦️ kingdom

https://www.youtube.com/user/noahNephillim/discussion


luglio (8)
lug 13 (8)

2018 (18)
2017 (3)
2016 (14)
2015 (99)
2014 (433)
2013 (150)
2012 (39)

2011 (39)


2019 (6)
luglio (6)
lug 25 (6)

2018 (23)
2017 (6)
2016 (75)
2015 (132)
2014 (442)
2013 (92)



I am King of Israel lorenzoJHWH


2008 (18)
2009 (21)
2011 (8)
2012 (118)
2013 (376)
2014 (555)
2015 (228)
2016 (146)
2017 (16)
2018 (25)
2019 (10)
luglio (10)
lug 14 (7)
lug 15 (2)
lug 27 (1)
Come avete potuto preferire questo signoraggio - massoneria al Regno di Dio?

Ora preparatevi alle conseguenze!

===========
tutto per Lui o contro di Lui = A e W

non dovevi odiare Gesù, lui è l'amore creativo
============
the King Unius Rei

universal brotherhood

2019 (15)
luglio (15)
lug 15 (15)

2018 (18)
2017 (8)
2016 (71)
2015 (97)
2014 (439)
2013 (354)
2012 (201)

2011 (78)



2019 (32)
luglio (3)
lug 27 (2)
Passeggeri pestati da immigrati
Lorenzojhwh UniusREI Beis Hamikdash Walk-through i...
lug 17 (1)
marzo (16)
febbraio (9)
gennaio (4)
2018 (28)
2016 (20)
2015 (48)
2014 (49)
2013 (154)
2012 (51)
2011 (83)
2009 (11)
2008 (91)

Avete preferito questo al Regno di Dio

Ora preparatevi a subirne le conseguenze

Disse Gesù a P. Pio: "nessuno si perderà senza saperlo!"



"nessuno si perderà senza saperlo!"
Ecco finalmente il "666" di cui ha parlato dettagliatamente l'Apocalisse!



è già stato testato su una famiglia americana:
se sei del PD? "preparati a prenderlo!"

nel Gender sodoma lgbt


Apocalisse 13:16 Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte;

Apocalisse 13:17 e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.

Apocalisse 13:18 Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d'uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.


Hezbollah threatens to 'destroy' Israeli troops; Netanyahu 'not impressed'



https://worldisraelnews.com/hezbollah-threatens-to-destroy-israeli-troops-netanyahu-not-impressed/#.XVke5FFkMUU.twitter


Lion Judah☦️ lorenzoJHWH

Hezbollah threatens to 'destroy' Israeli troops; Allah la cagna di Satana ☦️burn satana ☦️shariah ☦️Allah ☦️owl ☦️Marduch burn JaBullOn Baal SpA: burn in Jesus's name, alleluia!
burn satana ☦️ shariah ☦️ Allah ☦️ owl ☦️ Marduch burn JaBullOn Baal SpA:

burn in Jesus's name, alleluia!
DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF

amen ☦️ alleluia ☦️ #uniusREI #Governor
drink your POISON, made by yourself, amen

C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L.

Crux, Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D.

Non draco, sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. V

adre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V.

Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L.

Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo I.V. B.

Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni.

DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF:

DA UN CIMITERO devono uscire, ed in un cimitero devono entrare: definitivamente!

In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno.

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen!



Lion Judah☦️ lorenzoJHWH

Dear my President Rivlin
I can't have a twitter channel anymore
because the Rothschild NWO FED FMI BM OCI persecutes the anti-System and the pro-Kingdom Israel
like me!
Lion Judah☦️ lorenzoJHWH •
dear President RIVLIN
I don't know if your Rabbis ever told you this story!
It is said that when God created the world, for men to prosper he decided to grant them two virtues.
And so he did.
1. The Swiss made them lawful and respectful of the laws.
2. The English persevering and scholars.
3. The Japanese workers and patients.
4. The cultured and refined French.
5. Cheerful and welcoming Spaniards.
When he arrived at the Italians he turned to the angel who took note and told him: "Italians will be intelligent, honest and communist!"
When he finished with the creation the angel said to him: "Lord, you have given all peoples two virtues, but to the Italians three, this will ensure that they will prevail over all others".
God said: "Damn it! It is true! But the divine virtues can no longer be taken away, that the Italians have three virtues! But each person cannot have more than two together".
So it was that:
A. The Italian who is communist and honest cannot be intelligent.
B. The Italian who is intelligent and communist cannot be honest.
C. The Italian who is intelligent and honest cannot be a communist.
https://worldisraelnews.com/watch-israels-president-to-reduce-timeframe-for-forming-government/

caro Presidente RIVLIN
non so se i tuoi Rabbini ti hanno mai raccontato questa storia!
Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli uomini prosperassero decise di concedere loro due virtù.
E così fece.
1. Gli svizzeri li fece ordinati e rispettosi delle leggi.
2. Gli inglesi perseveranti e studiosi.
3. I giapponesi lavoratori e pazienti.
4. I francesi colti e raffinati.
5. Gli spagnoli allegri e accoglienti.
Quando arrivò agli italiani si rivolse all’angelo che prendeva nota e gli disse: “Gli italiani saranno intelligenti, onesti e comunisti!”.
Quando terminò con la creazione l’angelo gli disse: “Signore, tu hai dato a tutti i popoli due virtù, ma agli italiani tre, questo farà si che prevarranno su tutti gli altri”.
Dio disse: "“Porca miseria! E’ vero! Ma le virtù divine non si possono più togliere, che gli italiani abbiano tre virtù! Però ogni persona non potrà averne più di due insieme”.
Fu così che:
A. L’italiano che è comunista e onesto, non può essere intelligente.
B. L’italiano che è intelligente e comunista, non può essere onesto.
C. L’italiano che è intelligente e onesto non può essere comunista.
pensieri su “Open Arms rifiuta porto spagnolo: “Dobbiamo sbarcare in Italia””

KING UniusREI
Agosto 18, 2019 alle 1:59 pm
Il tuo commento è in attesa di moderazione. Questa è un'anteprima, il tuo commento sarà visibile dopo esser stato approvato.

Lion Judah☦️ lorenzoJHWH •
worldisraelnews com/watch-israels-president-to-reduce-timeframe-for-forming-government/
dear my President RIVLIN ] RENZI (Democratic Party) a political nullity: politically destined to disappear
and the M5S which would have halved the electoral consensus
they were ready to make a “Government of purpose” that would last 4 years. to trample on with Mattarella’s complicity: once again trample the Italian people!
and why has the financial technocracy boycotted the democratic right?
because only the Left Riyadh OCI Bilderberg,
only they can make a slanderous world war against China and Russia possible!
https://worldisraelnews.com/watch-israels-president-to-reduce-timeframe-for-forming-government/
RENZI (Partito Democratico) una nullità politica: destinato politicamente a scomparire
e il M5S che avrebbe dimezzato i consensi elettorali
erano pronti a fare un “Governo di scopo” che sarebbe durato 4 anni. per calpestare con la complicità di Mattarella: ancora una volta calpestare il popolo italiano!
e perché la tecnocrazia finanziaria ha boicottato la destra democratica?
perché soltanto la Sinistra Riyad OCI Bilderberg,
soltanto loro può rendere possibile una calunniosa guerra mondiale contro la Cina e la Russia!

to my goats: Bush Rothschild Morgan Rochefeller Obama D'Alema Veltroni, Prodi Bersani, RENZI MERKEL MACRON, Clinton, Epstain, etc. I opened the comment cards for my current 106 site blogger blogspot: then, you send your satanists, freemasons, Islamic bitches and hinds of the CIA 666 UK Gender Darwin the apes developed, and all your corrupt perverts from the democratic party to make comments, otherwise everyone will think that world sharia internet Satellite TV Network Twitter youtube facebook Islam? it's also one only world scam, together to scam banking seigniorage system FED IMF NWO ECB: the esoteric agenda!



alle mie capre: Bush Rothschild Morgan Rochefeller Obama D'Alema Veltroni, Prodi Bersani, RENZI MERKEL MACRON, Clinton, Epstain, ecc. Ho aperto le schede dei commenti per il mio attuale blogspot di 106 blog di siti: poi, invii i tuoi satanisti, massoni, puttane islamiche e posteriori della CIA 666 UK Genere Darwin le scimmie sviluppate e tutti i tuoi pervertiti corrotti dal partito democratico per commentare, altrimenti tutti penseranno che il mondo della sharia internet TV satellitare Rete Twitter Twitter YouTube Facebook Islam? è anche un'unica truffa mondiale, insieme alla truffa del sistema di signoraggio bancario FED IMF NWO ECB: l'agenda esoterica! ai miei caproni: Bush Rothschild Morgan Rochefeller Clinton ecc.. io ho aperto le schede dei commenti ai miei attuali 106 blogspot: allora, voi mandate i vostri satanisti, massoni, islamici cagne e cerve lgbt della CIA 666 UK Gender Darwin le scimmie sviluppate a fare dei commenti, altrimenti tutti penseranno che Islam mondiale? è anche una mondiale truffa!

https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/








lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN


Allah cagna di Satana ☦️ burn satana ☦️sharia ☦️Allah ☦️ owl ☦️Marduch burn JaBullOn Baal SpA: burn in Jesus's name, alleluia! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF amen ☦️ alleluia drink your POISON, made by yourself, amen ] C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux, Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce, N. D. S. M. D. Non draco, sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas, Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: da un CIMITERO devono uscire, ed in un cimitero devono entrare: definitivamente! ] In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto Croce del Santo Padre Benedetto. Santo +. Amen! by ☦️ #uniusREI #Governor








lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN


non c'è mai stata una sharia della Jihad ISLAM che sia stata ISLAM fondamentalista più pericolosa ed estremista in 1400 anni: come oggi l'Islam è interpretato da Erdogan Riyadh e Iran: sono stati progettati dalla cabala di Rothschild: punire (giustamente) la razza umana: su cui insiste negare una patria unitaria per tutti gli ebrei! .. me? Condivido questo progetto di islamizzazione: e condivido la sua guerra mondiale: in realtà!

https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/ non è mai esistito nel 1400 anni un ISLAM più pericoloso ed estremistico fondamentalista: come oggi è l'islam interpretato da Erdogan Riyad e Iran: loro sono stati descritti dalla cabala di Rothschild:

per punire (giustamente) il genere umano: che si ostina a negare una Patria unitaria per tutti gli ebrei! .. io? io condivido questo progetto di islamizzazione: e condivido la sua guerra mondiale: in realtà! Potrebbe essere questo l'anno della poesia persiana? di Amir Taheri • 18 agosto 2019

L'Iran è uno dei pochi paesi al mondo in cui l'elenco delle celebrità in un determinato momento include un numero di poeti e in cui recital di poesie attirano folle che competono con quelle dei concerti di musica pop. Uno dei primi atti del regime di Khomeini fu il giovane poeta Saeed Soltanpour, rapito dalla cerimonia nuziale e giustiziato con l'accusa falsa di "militanza comunista".

Più tardi, il poeta Rahman Hatefi-Monfared, alias Heydar Mehregan, anch'egli noto giornalista, fu messo a morte sotto tortura in una delle prigioni di Khomeini. Celebrare il grande traguardo poetico di [Esmail] Khoi sarebbe un giusto tributo a ciò che tre generazioni di poeti persiani hanno raggiunto in quasi un secolo di eccezionale creatività. I giudici Nobel non dovrebbero perdere l'occasione di condividere la gioia che la moderna poesia persiana ha regalato agli amanti della poesia in tutto il mondo.



Qualunque cosa tu possa pensare dell'Iran, è probabile che lo riconoscerai come una delle più antiche terre della poesia. Qualsiasi elenco dei migliori poeti di tutto il mondo probabilmente includerà almeno uno o due nomi persiani - diciamo Omar Khayyam o Molavi (Rumi). Nella foto: Omar Khayyam.

Qualunque cosa tu possa pensare dell'Iran, è probabile che lo riconoscerai come una delle più antiche terre della poesia. Qualsiasi elenco dei migliori poeti di tutto il mondo probabilmente includerà almeno uno o due nomi persiani - diciamo Omar Khayyam o Molavi (Rumi). Goethe credeva che la poesia avesse raggiunto l'apice della bellezza con Hafez di Shiraz. Conosco solo due paesi,

l'Iran e la Russia, dove la poesia trova ancora un pubblico di massa e i poeti potrebbero raggiungere lo status di celebrità. Chiedi a qualsiasi iraniano quali sono le persone che più ammirano e probabilmente ascolterai un elenco di poeti: da Ferdowsi e Saadi secoli fa a Iraj Mirza e Forugh Farrokhzad più recentemente. Per il medio iraniano, il poeta non è solo un creatore di bellezza ma anche il guardiano della coscienza della nazione. L'Iran è uno dei pochi paesi al mondo in cui l'elenco delle celebrità in un determinato momento include un numero di poeti e in cui recital di poesie attirano folle che competono con quelle dei concerti di musica pop. Continua a leggere l'articolo





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN


there has never been a ISLAM Jihad sharia that be more dangerous and extremist fundamentalist ISLAM in 1400 years: as today is Islam interpreted by Erdogan Riyadh and Iran: they were designed by Rothschild's kabbalah: to punish (rightly) the human race: which insists on denying a unitary homeland for all Jews! .. me? I share this project of Islamization: and I share his world war: actually!

https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/

non è mai esistito in 1400 anni un ISLAM più pericoloso ed estremistico fondamentalista: come oggi è l'islam interpretato da Erdogan Riyad e Iran: loro sono stati progettati dalla kabbalah di Rothschild: per punire (giustamente) il genere umano: che si ostina a negare una Patria unitaria per tutti gli ebrei! .. io? io condivido questo progetto di islamizzazione: e condivido la sua guerra mondiale: in realtà! Could this Be the Year of Persian Poetry? by Amir Taheri • August 18, 2019



Iran is one of few countries in the world where the list of celebrities at any given time includes a number of poets and where poetry recitals draw crowds that compete with those of pop-music concerts. One of the first acts of Khomeini's regime was to have the young poet Saeed Soltanpour, abducted from his wedding ceremony, and executed on a spurious charge of "Communist militancy." Later, the poet Rahman Hatefi-Monfared, alias Heydar Mehregan, also a noted journalist, was put to death under torture in one of Khomeini's prisons. Celebrating [Esmail ] Khoi's great poetical achievement would be a fit tribute to what three generations of Persian poets have achieved during almost a century of exceptional creativity. Nobel judges should not miss the opportunity to share the joy that modern Persian poetry has given lovers of poetry all over the world.

Whatever you may think of Iran, you are likely to acknowledge it as one of the oldest homelands of poetry. Any list of top poets from all over the world is likely to include at least one or two Persian names -- say Omar Khayyam or Molavi (Rumi). Pictured: Omar Khayyam.

Whatever you may think of Iran, you are likely to acknowledge it as one of the oldest homelands of poetry. Any list of top poets from all over the world is likely to include at least one or two Persian names -- say Omar Khayyam or Molavi (Rumi). Goethe believed that poetry has reached its peak of beauty with Hafez of Shiraz. I know of only two countries, Iran and Russia, where poetry still finds a mass audience and poets could attain celebrity status.

Ask any Iranian who the persons they most admire are and you are likely to hear a list of poets -- from Ferdowsi and Saadi centuries ago to Iraj Mirza and Forugh Farrokhzad more recently.

For the average Iranian, the poet is not only a creator of beauty but also the guardian of the nation's conscience. Iran is one of few countries in the world where the list of celebrities at any given time includes a number of poets and where poetry recitals draw crowds that compete with those of pop-music concerts. Continue Reading Article








lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAn


I musulmani hanno bruciato più di 15.000 chiese negli ultimi 10 anni: e in ARAB LEAGUE non è possibile ripristinare le chiese: dall'Egitto Giordania e Siria! L'estinzione dei cristiani in Medio Oriente no, nessun anticristo Putin Trump Ursula Von Hitler interverrà contro l'ARAB LEAGUE no, nessun anticristo Ursula Von Hitler interverrà contro la LEGA ARABA mussulmani hanno bruciato più di 15000 Chiese negli ultimi 10 anni: e nella LEGA ARABA non è possibile procedere al restauro delle Chiese: fuori di Egitto Giordania e Siria! L'estinzione dei cristiani in Medio Oriente di Giulio Meotti • 18 agosto 2019 "Non credo in queste due parole [diritti umani],

non ci sono diritti umani. Ma nei paesi occidentali, ci sono diritti degli animali. In Australia si prendono cura delle rane .... Consideraci come rane, noi ' Lo accetterò: proteggici, così possiamo rimanere nella nostra terra ". - Metropolita Nicodemo, arcivescovo siriaco ortodosso di Mosul, Registro cattolico nazionale. "Quelle persone sono le stesse che sono venute qui molti anni fa.

E le abbiamo accettate. Siamo le persone originali in questa terra.

Le abbiamo accettate, abbiamo aperto loro le porte e ci spingono a essere minoranze nella nostra terra, poi i rifugiati nella nostra terra. E questo sarà con te se non ti sveglierai. " - Metropolitan Nicodemus. "Le minacce ai panda provocano più emozioni" delle minacce all'estinzione dei cristiani in Medio Oriente. - Amin Maalouf, autore franco-libanese, Le Temps. La maggior parte delle chiese cristiane a Mosul e nei dintorni, in Iraq, sono state profanate o distrutte dall'ISIS. Nella foto: il campanile pesantemente danneggiato della chiesa di San Giovanni (Mar Yohanna) nella città di Qaraqosh, vicino a Mosul, il 16 aprile 2017. Converti, paga o muori.

Cinque anni fa quella fu la "scelta" che lo Stato islamico (ISIS) diede ai cristiani di Mosul, allora la terza città più grande dell'Iraq: o abbracciare l'Islam, sottomettersi a una tassa religiosa o affrontare la spada. L'ISIS ha quindi contrassegnato le case cristiane con la lettera araba ن (N), la prima lettera della parola araba "Nasrani" ("Nazareno" o "cristiano"). I cristiani spesso non potevano prendere altro che gli abiti sulla schiena e fuggire da una città che aveva ospitato i cristiani per 1.700 anni.

Due anni fa, l'ISIS fu sconfitto a Mosul e il suo califfato fu schiacciato. Gli estremisti, tuttavia, erano riusciti a "purificare" i cristiani. Prima della nascita dell'ISIS, c'erano più di 15.000 cristiani lì.

Nel luglio 2019, l'organizzazione benefica cattolica, Aid to the Church in Need, ha rivelato che solo circa 40 cristiani sono tornati. Non molto tempo fa, Mosul aveva "celebrazioni natalizie senza cristiani".








lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
Muslims have burned more than 15,000 churches in the last 10 years: and in the ARAB LEAGUE it is not possible to restore the churches: out of Egypt Jordan and Syria!

The Extinction of Christians in the Middle East no, no antichrist Putin Trump Ursula Von Hitler will intervene against the ARAB LEAGUE no, nessun anticristo Ursula Von Hitler interverrà contro la LEGA ARABA mussulmani hanno bruciato più di 15000 Chiese negli ultimi 10 anni: e nella LEGA ARABA non è possibile procedere al restauro delle Chiese: fuori di Egitto Giordania e Siria!

The Extinction of Christians in the Middle East by Giulio Meotti • August 18, 2019

"I don't believe in these two words [human rights], there are no human rights. But in Western countries, there are animal rights. In Australia they take care of frogs....

Look upon us as frogs, we'll accept that — just protect us so we can stay in our land." — Metropolitan Nicodemus, the Syriac Orthodox archbishop of Mosul, National Catholic Register. "Those people are the same ones who came here many years ago.

And we accepted them. We are the original people in this land. We accepted them, we opened the doors for them, and they push us to be minorities in our land, then refugees in our land.

And this will be with you if you don't wake up." — Metropolitan Nicodemus.

"Threats to pandas cause more emotion" than threats to the extinction of the Christians in the Middle East. — Amin Maalouf, French-Lebanese author, Le Temps. Most Christian churches in and around Mosul, Iraq were desecrated or destroyed by ISIS. Pictured: The heavily damaged bell tower of Saint John's Church (Mar Yohanna) in the town town of Qaraqosh, near Mosul, on April 16, 2017.

Convert, pay or die. Five years ago, that was the "choice" the Islamic State (ISIS) gave to Christians in Mosul, then Iraq's third-largest city: either embrace Islam, submit to a religious tax or face the sword. ISIS then marked Christian houses with the Arabic letter ن (N),

the first letter of the Arabic word "Nasrani" ("Nazarene," or "Christian") . Christians could often take no more than the clothes on their back and flee a city that had been home to Christians for 1,700 years.

Two years ago, ISIS was defeated in Mosul and its Caliphate crushed. The extremists, however, had succeeded in "cleansing" the Christians. Before the rise of ISIS, there were more than 15,000 Christians there. In July 2019, the Catholic charity, Aid to the Church in Need, disclosed that only about 40 Christians have come back. Not long ago, Mosul had "Christmas celebrations without Christians".







lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
antichrist Ursula Von Hitler] Macron France not only wants to return the "Mona Lisa",

but, it has begun to move the borders, you want to annex a piece of "mare nustrum" with the signature of those traitors of the Democratic Party and Gentiloni! so what if we did an EU to hurt us?

you sat on a pig: Rothschild-Prodi-Soros-Grillo: that you can't even imagine it!



https://voxnews.info/2019/08/18/salvini-o-si-governa-o-si-vota-diretta-video/#comment-25512 antichrist Ursula Von Hitler ] la Francia di Macron non solo vuole restituire la "Gioconda", ma, si è messo a spostare i confini, si vuole annettere un pezzo di "mare nustrum" con la firma di quei traditori del partito democratico e Gentiloni!

allora se abbiamo fatto una UE per danneggiarci tra di noi? tu ti sei seduta sopra un maiale: Rothschild-Prodi-Soros-Grillo: che non te lo puoi neanche immaginare!

https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/






lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
the ARAB LEAGUE UN OCI Russia USA EU: the antichrist Ursula Von Hitler? are the supporters: of the sharia jihad monsters of 1400 years ago, they are the first responsible for having prevented the normal and peaceful conviction among the peoples! they have made human rights impossible!

and then, all those who criticize Israel? they should not complain if they are filled with prostitutes: Nigerian mafia, Satanist cannibals, lgbt, etc ... and they are also filled with Islamic terrorism, in fact, when the Imams teach: that, the Koran is an Increate Word: then they cannot say to Muslims:

"on the good you do: because Islam is a religion of peace!" in fact Imam Erdogan himself says it: but then, he has no success: and every night he thinks about how to realize again the Ottoman Empire!

he said to me: "Sicily belongs to Turkey"

https://worldisraelnews.com/images-show-iran-satellite-launch-looms-despite-us-criticism/



LEGA ARABA ONU OCI Russia USA UE: l'anticristo Ursula Von Hitler? sono i supporter: dei mostri jihad sharia di 1400 anni fa, loro sono i primi responsabili di aver impedito la normale e pacifica convicenza tra i popoli! loro hanno reso impossibile i diritti umani! e poi, tutti quelli che criticano Israele? non si dovrebbero lamentare se si riempiono di prostitute: mafia nigeriana, cannibali satanisti, lgbt, ecc.. e si riempiono anche di terrorismo islamico, infatti, quando gli Imam insegnano: che, il corano è una Parola Increata: poi non possono dire ai mussulmani:

"su fate i buoni: perché Islam è una religione di pace!" infatti Imam Erdogan si lui lo dice: ma poi, non ha successo: e pensa tutte le notti a come realizzare nuovamente tutt'impero ottomano!

proprio lui disse a me: "la Sicilia appartiene alla Turchia"






lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
KING UniusREI Agosto 19, 2019 alle 6:33 am Islamic Jihad says Israel’s latest terrorist intercept means war

worldisraelnews com/islamic-jihad-says-israels-latest-terrorist-intercept-means-war

for the human rights of Erdogan the sharia NAZI Empire Ottoman genocide? NATO CHINA RUSSIA UN EU? they have nothing to say about jihad!

in fact they all know that the Koran is an INCREATED Word that cannot be interpreted! Thus, we too should refer, to defend ourselves, to this legal and legitimate and portentous word of Allah-Manitù! also because the Palestinians feel besieged (too poor people)

and they can’t wait for their siege to be removed to go and slaughter all the Israelis: or to go and quickly find the “God Manitù, in the green prairies”


Bin SALMAN will have to answer to me personally, about his corrupt religion Bin SALMAN dovrà rispondere a me personalmente, circa la sua corrotta religione per i diritti umani di Erdogan l’ottomano NATO CINA RUSSIA ONU UE? loro non hanno niente da dire circa la jihad!

infatti sanno tutti che il Corano è una Parola INCREATA che non può essere interpretata!

Così, anche noi dovremmo fare riferimento, per difenderci, a questa legale e legittima e portentosa parola di Allah-Manitù! anche perché i Palestinesi si sentono assediati (poverini) e non vedono l’ora che il loro assedio sia rimosso per andare a sgozzare tutti gli israeliani: oppure per andare a trovare velocemente il

“Dio Manitù, nelle verdi praterie”

https://voxnews.info/2019/08/18/salvini-o-si-governa-o-si-vota-diretta-video/#comment-25511





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
Yes! all paranoids: religious jihad sharia maniacs: crazy serial murderers, slave trades dhimmis dalit goyims, contemptible dictators? they are almost all protected by #Putin and they develop ballistic missiles ... because like #Erdogan they know they are the scum of the scum: and they must arm themselves well! in effect, Putin the bolscevick Comunist crazy:

he tells everyone that his weapons are better, but then, he himself does not believe it to himself:

to this his statement fake affirmation: and of couse he wants to be defended by all bad contemptible ones, all togheter!!

Putin is just a cowardly scared rabbit Bolshevik

of Shit Putin is just a cowardly scared rabbit

Putin is just a cowardly scared rabbit bolscevico di Merda Putin è soltanto un codardo coniglio impaurito si!

tutti i paranoici: maniaci religiosi: assassini seriali pazzi, dittatori spregevoli? sono quasi tutti protetti da Putin e loro sviluppano missili balistici... perché come Erdogan sanno di essere la feccia della feccia: e si devono armare bene! in effetti, Putin dice a tutti che le sue armi sono migliori, ma poi, lui stesso non ci crede: a questa sua affermazione: e vuole farsi difendere dagli spregevoli!!





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN 12 ore fa
Israel’s interior minister: Tlaib hates Israel more than she loves her grandmother

http://disq.us/t/3hksruc

all those who are caught up in an ideology (evolutionism) or dogmatic religion? they could never be intellectually honest! therefore it is not possible to find honesty in a: sodomite, communist Freemason or an Islamic one today!

tutti coloro che sono presi da una ideologia (evoluzionismo) o religione dogmatica? loro non potrebbero mai essere onesti intellettualmente! quindi non è possibile trovare onestà in un: sodomita, massone comunista o in un islamico oggi!





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
Lion Judah☦️ lorenzoJHWH • https://worldisraelnews.com/israels-interior-minister-tlaib-hates-israel-more-than-she-loves-her-grandmother/

Bin SALMAN] no true minister of God: he could use telepathy: because the supernatural everything: it is always IDOLATRIA! BUT this is really surprising: even a man in mortal sin: and full of demons like you, who spiritually would be impeded (if anyone man, and whatever woman, and whatever other, he reflects on my words? Then, of course he will understand all the rest of my underlying speech; made by me!) this is what you must understand:

1. I cannot take too much advantage of the patience and courage of these Israelis who are hosting me with so much risk of their safety!

2. nothing about: hypocritical, false, untruthful; selfish, unfair, factious, interested, partial exists in Unius REI, because in the purity of its ideals? he is purer than a diamond! at CONTRARY?

sure, I would certainly not have been able to pass through all the voodoo priests of CIA UK NWO NATO Dracula Sodoma Satan all voodoo supernatural superhumans that you fear so much: so much!


Bin SALMAN ] nessun vero ministro di Dio: potrebbe usare la telepatia:

perché il soprannaturale tutto: è sempre IDOLATRIA! MA questo è veramente sorprendente: anche un uomo in peccato mortale: e pieno di demoni come te, che spiritualmente lui ne sarebbe impedito ( se chiunque e comunque e qualunque riflette sulle mie parole?

poi, certo lui comprenderà tutto il resto del discorso sottinteso; da me!) tu è questo che tu devi capire:

1. io non posso troppo approfittare della pazienza e del coraggio di questi israeliani che mi ospitano con tanto rischio della loro incolumità!

2. nulla di: ipocrita, falso, menzognero; egoistico, ingiusto, fazioso, interessato, parziale esiste in Unius REI, perché nella purezza dei suoi ideali? lui è più puro di un diamante!

CONTRARIAMENTE? certo, io non avrei certo potuto attraversare indenne tutti i sacerdoti voodoo di satana della CIA i superuomini soprannaturali che tu tanto temi: così tanto!





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
RIVLIN President ] [ you have no debt of gratitude with Rothschild! you see what he did to you with his NWO! https://worldisraelnews.com/netanyahu-under-fire-from-politicians-as-terror-attacks-rise/ non hai debiti di gratitudine con Rothschild! tu vedi cosa vi ha fatto con il suo NWO!





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN
Netanyahu under fire from politicians as terror attacks rise

https://worldisraelnews.com/netanyahu-under-fire-from-politicians-as-terror-attacks-rise/#.XVl3PaPQC7o.twitter

there are no magic formulas against Palestinian terrorists of the international jihad Erdogan: as a definitive and effective solution there is only their JHWH the King why: I am not a Jew and I can hit hard!





lorenzojhwh Unius KING the LEVIATHAN


Lion Judah☦️ lorenzoJHWH •

https://worldisraelnews.com/netanyahu-under-fire-from-politicians-as-terror-attacks-rise/

Bin SALMAN ] everyone knows I care about you! .. and in this my affection for you: no, there is no human logic: but this is only a divine logic! and no one could tell me that: I have use a delicate progression that lasted 13 years: to avoid any form of violence against your interests!

lo sanno tutti che io ci tengo a te!

.. e in questo affetto mio per te: no, non c'é una logica umana: ma questa è una logica soltanto divina! e nessuno potrebbe dirmi che: io non ho usato una delicata progressione che è durata 13 anni: per evitare qualsiasi forma di violenza contro i tuoi interessi!

https://www.youtube.com/user/noahNephillim/discussion universale-metafisico blogspot